martedì 27 agosto 2013

Messaggio 18 settembre 2005

Messaggio, Padova 18 settembre 2005

+Caro figlio.
Sono il tuo Dio, tuo Fratello, tuo Padre, tuo Spirito Santo.

Molti errori fate ancora e poche cose avete inteso, dalla mia venuta.
Vi dissi: “Chi vede Me vede il Padre, chi vede il Padre vede Me”. Voi però non avete ancora inteso queste mie parole, non avete capito quanto Io vi ho detto. Nella creazione il Padre Mio (Dio trino) vi fece a nostra immagine e somiglianza. Io poi discesi per volere del Padre Mio attraverso lo Spirito Santo in mia Madre e mi fusi in lei, affinché si compisse il volere del Padre Mio, per la vostra salvezza e Mia gloria, ma ancora non avete inteso.

Io Gesù ero e sono da sempre nel Padre Mio, fui incarnato attraverso Mia Madre in un corpo e nella sostanza apparivo umano, ma non ero e non sono umano, pur vivendo tra voi vi apparivo così, Io sono Dio; come voi, siete parte dei vostri genitori. Io sono nel Padre, nello Spirito Santo e in mia Madre. Per volere del Padre Mio, Io-Padre-Spirito.S.  mi sono ricongiunto con la Mia creazione attraverso le mie creature, così facendo ho salvato tutta la mia creazione.

Voi Avete crocifisso non solo il Figlio, ma attraverso di Me, il Padre che è in Me.
Il volere del Padre Mio è ed era il Mio volere. Mentre ero nell’orto degli ulivi, il Padre Mio mi fece provare cosa il mio corpo e la mia carne umana potevano sentire in quei momenti, tutto lo sconforto e l’amarezza, tutta la terribile e dura prova che mi attendeva. Il Padre Mio voleva vedere, se la parte umana era disposta a sacrificarsi ed immolarsi per voi. Dopo un istante di umana debolezza, la mia parte umana accettò il Mio volere per la gloria della SS. Trinità e vostra salvezza. Io ero Dio in terra quanto lo sono nei cieli, il diavolo che nel deserto mi tentò, lo sapeva da sempre, ma per volere Mio, non potevo e non volevo mostrare agli uomini la Mia vera natura, solo ad alcuni miei amici, Io mi rivelai, perché dovevano dar testimonianza. Quanto è stato della mia breve vita in terra, era tutto concordato col Padre Mio fin dall’inizio della creazione.

Nella scrittura  dei profeti si annunciava la venuta del salvatore e come esso sarebbe stato ucciso per mano dell’uomo. Per voi tutto ciò rimarrà un mistero. Quanto è avvenuto, doveva avvenire, voi uomini non potete comprendere i misteri del Mio Essere, del Mio volere che supera ogni vostra immaginazione. Qual’è l’uomo di sola carne che avrebbe retto a quelle migliaia di frustate e percosse?

Nessun uomo, né santo, senza il Mio volere può disporre di alcun potere. Ciò che Io facevo in terra, lo facevo, per Mio Volere; anche se poi innanzi agli occhi dei miei seguaci Io, pregavo il Padre Mio, ma ciò non serviva tanto a Me, ma per voi, come insegnamento da imitare, per lasciarvi la Mia Parola, la mia legge che è quella del Padre Mio. Ciò che Io facevo era in funzione vostra.

Vi ripeto figli, Io non ero e non sono umano, ma essendo voi fatti a immagine e somiglianza di Dio, cioè di Me, Io potevo unirmi solo a voi, così ho completato la mia potenza e riappropriandomi della mia creazione. In quel momento di passaggio tra il mondo terreno e quello divino della Maestà del Padre, il Mio corpo di carne si è trasformato nella natura del corpo Eterno, ritornando così completamente alla Mia prima natura.  In questo modo ho sconfitto per l’eternità il Mio nemico infernale.  
Mia madre, che era ed è da sempre nel seno del Padre, occupa presso la Trinità un posto di prim'ordine, sopra a tutti gli angeli, presso il trono della Trinità, Mia madre non è collocata lontano da essa come molti pensano, ma rientra a farne parte, per la natura stessa di Dio.

Voi uomini e donne siete in parte, in voi sia maschi che femmine, così come è la Trinità. 
Maria Mia madre fa parte del lato femminile del Padre, del Figlio, dello S. Santo.
Io-Padre-Spirito.S.  vi dissi nelle Sacre scritture di non cercare risposte nel regno dei morti e degli spiriti per conoscere le cose che non comprendete. Solo Io, se voglio vi svelo i miei misteri. Io, il Padre, lo S.Santo, essendo la stessa persona e Tre persone distinte abbiamo lo stesso pensiero, così lo è anche per Mia Madre Maria e ogni altro essere del Mio Regno rispetta il Mio Volere, però al tempo stesso gradisco anche la loro opinione.
Dio è nel pensiero di ogni suo essere. Voi siete liberi di accogliere questo pensiero nella vostra vita.


Va in pace figlio mio e grazie per avermi accolto ancora. +