domenica 18 agosto 2013

Messaggio 21 luglio 2013 ora 17


 21 luglio 2013 ora 17
Gesù: Cari figli,
 anche in questi tristi momenti della vostra storia, dove avanza il tempo del terrore, vi richiamo, a tornare a Me, prima che sia tardi, mediante il vangelo. La preghiera sia umile, penitente e santa, solo con il digiuno e con la sofferenza otterrete le grazie, se saprete prendere su di voi il male, salverete il mondo; meditate le scritture, nel nascondimento, ogni cosa è li scritta, chi ha mente saggia comprenda. Spargete sempre la mia parola; la messa non deve mancare, fate molte opere di carità, e non guardate agli uomini, che non hanno l'onnipotenza in se, guardate a Me, io sono il vostro unico bene, rivolgetevi a Me, sono io che vi esaudisco e vi benedico, non l'uomo. L'uomo senza il mio Si, non può far alcun miracolo, ne benedire, ne liberare, ne stabilire diversamente da quanto io dissi. Non chiamate gli uomini Padre, non chiamate gli uomini Santi, perché solo uno è il Padre Vostro che è nei cieli è Santo, Io-Padre-Spirito.



Vi benedico figli, ascoltate la mia voce!