mercoledì 28 agosto 2013

Messaggio 22 luglio 2006.

Padova, 22 luglio 2006.

Cari figli sono il vostro Dio che  vi  parla.

Cari figli vi chiedete perché il mondo è in  continua sofferenza,  figli la responsabilità è solo vostra,  ricordate che ogni male che arrecate al  vostro prossimo, esso  si accumula e a lungo andare genera del male al mondo  stesso,  oltre che a ritornare a voi, quindi ogni uomo, ogni generazione  accumula  sempre più male intorno a sé e in sé; siete arrivati  ad un punto tale che il  male prodotto ha oramai superato il limite.  Sono i peccati di vario tipo e  genere non solo contro di Me, anche  contro voi stessi, che portano al mondo  grande sofferenza, quindi  figli cari siete voi che causate col vostro cattivo  comportamento  questi eventi nefasti che vi colpiscono, la siccità, i terremoti,  la miseria, le guerre, le malattie, sono frutto del male che ogni  giorno  promuovete contro voi e contro di Me.

La vita di un  uomo è intrisa di male,  più che di bene, siete così presi dal  farvi del male che non vi siete mai  chiesti se questo male rimane  tra voi, Si! esso rimane tra voi. Sia di notte che  di giorno fate  del male, in mille modi, dai peccati impuri alle cattiverie di  vario  genere ai delitti più terribili, dalle derisioni verso i vostri  fratelli,  amici, genitori, figli, alle offese verso di Me.

Avete  violentato la natura,  avete distrutto gran parte del pianeta che  vi avevo dato in prestito, pensate  che tutto possa tornare alla  normalità senza che nessuno vi chieda conto? la  natura sta chiedo  il suo riscatto. Eppure siete stati avvertiti varie volte, ma  ancora  non vedete e non volete capire, la gravità degli eventi che voi  stessi  state preparando contro di voi. Perché volete continuare  a farvi del male?  perché non cercare di cambiare? volete sempre  il meglio per voi? Ma voi uomini  non cercate il meglio, cercate  il peggio, perché Satana è colui che vi fa  credere di vivere  nel meglio, nell’agio, nella tranquillità, nella gioia dei  sensi,  nelle pace falsa, ma in realtà esso è il peggio.

La ricchezza  che  cercate e che vivete, non è il meglio, ma il peggio.
Io  non ero ricco, non  possedevo ricchezze sulla terra. Ma voi avete  fatto ciò che volevate senza  vedere il vero volto del vostro  Dio nel vostro prossimo. La mia ricchezza era ed  è nello spirito! 

Perché volete continuare a non capire, volete proprio dannarvi,  volete condannarvi, volete continuare a soffrire, se ciò che  cercate è la  miseria, è quella che state già producendo ed  è quella che vi colpirà, allora  rotolerete nelle polvere e sarete  presi dalla fame, dalle malattie, dalle  guerre, forse solo alla  fine, quando sarete nel dolore capirete, ma non  imprecate contro  di Me, perché non sono Io la causa dei vostri errori, ne dei  vostri  mali, ma voi. I vostri peccati vi colpiranno, i vostri mali vi porteranno  nella sofferenza e nelle tribolazione grande. Ho mandato Mia madre,  che ancora  si mostrerà a voi, ma i miei figli sparsi nel mondo  non vengono creduti, proprio  dalla mia chiesa, certo ci vuole  discernimento perché il maligno è forte e causa  il male che  l’uomo va facendosi.
Ma Io ho già deciso, porrò mano a tutto  e  rifarò tutto come nuovo, ci sarà una chiesa nuova.
E i  suoi eletti saranno  come Io li ho sempre voluti.
Chi vuole  capire capirà, chi vuole la salvezza  si salverà.
Tutto è  nelle vostre mani.

Tentare di fermare le scritture  non  servirà a nulla, non siete voi che avete potere per fare ciò,  tutto si deve  compiere come è stato preannunciato, ma vi chiedo  di pregare affinché Io possa  essere per tutti giusto giudice  e salvare chi si affida e consacra a Me e alle  preghiere della  mia Santa Madre.
Popoli del mondo convertitevi finché c’è  tempo, perché il tempo è vicino.



Figli cari mie amati,  ricordate che  Io Gesù vi amo e vi amerò sempre, fate penitenza  e chiedetemi con fede le grazie  che avete bisogno, vi benedico  assieme alla madre Mia Santissima. +