martedì 27 agosto 2013

Messaggio del 8/ 8/ 2004

Padova, Messaggio del  8/ 8/ 2004.

Caro figlio, sono la tua Santissima Madre, vengo a te nel Nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e ti Benedico.

“Voglio parlare a quei miei figli, che continuano a perseguire la strada sbagliata, quella del male. Cos'è questo male?

Per male, non intendiamo solamente lo spirito dei male, che è fonte di tutti i mali e causa di tutte le disgrazie, ma è anche quel male che ogni uomo e donna fa a se stessi e verso gli altri.

Di mali ve ne sono molti e molti, piccoli e grandi, ma tutti nascano dalia mancanza d'amore, di verità e di onestà, se manca anche uno solo di queste tre virtù, ecco, che in ognuno si genera la mancanza di equilibrio e 1'armonia che tiene in equilibrio le tre virtù.

La mancanza d'amore è generata da assenza di sentimenti e compassione verso i più deboli e verso il prossimo, è dettata da egoismo e aridità e per tutti quegli aspetti che negano 1'affetto verso gli altri e verso le creature di Dio.

Mancando la virtù della verità, 1'essere umano cade nell'oscurità della menzogna, vive facendo il male a se stesso e agli altri, significa mentire, significa cercare la negazione di ogni verità, significa vivere senza luce, si rispecchia nel vestire, gli occhi diventano tenebrosi, ed il vostro aspetto sia interiore che esterno ne risente.

Senza la verità non sarete mai felici, la verità è in Cristo Mio figlio; molti cristiani non vogliono udire cose tristi sul conto di mio Figlio, e vogliono stare tranquilli, perché gli scossoni  fanno male alle loro coscienze, che non vivano nella verità, nella luce vera.

La verità non é morbida o gentile, la verità è dura e affilata, la verità è pura e candida, la verità è perfetta. L'onestà, molti uomini e donne la combattono, molti non sanno nemmeno cosa sia, ma se nel cuore e nella mente non c'è onestà, non siete con Dio.

Ogni uomo sa quando compie degli atti non onesti, molte sono le cose disoneste che un uomo può fare, dalle più banali, alle più gravi.
L'onesta é fondamentale per chi è onesto, si comporta come tale, non ruba, non pronuncia menzogna, non si appropria degli averi degli altri, non raggira il prossimo, per il suo tornaconto, questi Figli miei sono peccati gravi che Dio non tarderà a rendervi.

Come potete pretendere miracoli, aiuti, se non avete scontato ciò che voi avete fatto al vostro prossimo?, “

“Fatevi un esame di coscienza, chiedendovi ? e poi saprete casa meritate:



[Fin ora nella mia vita: (Ho mai mentito?, Ho sempre detto la verità?, Sono sempre stato perfettamente onesto?, Ho imbrogliato per un mio tornaconto?, Ho detto falsa testimonianza?, Ho truffato il mio prossimo?, Ho rubato?, Ho sottratto denaro?, o me ne sono appropriato indebitamente a chi lo ha smarrito?, Mi sono appropriato di cose non mie, di idee non mie?, Ho portato via il lavora a chi lo meritava più di me?, Sono stato generoso oppure no?, Ho maltrattato il povero?, Ho parlato male dei miei vicini?, o dei miei amici e parenti?, Oppure con il mio parlare ho fatto del male agli altri, portandoli a compiere anche atti estremi?.]

 
 
Molti uomini dicono: “non mi metto in mezzo non sono cose che non mi riguardano”; se vedete qualche malefatta, non potete tacere, o fingere che non sia accaduto nulla, perché agli occhi di Dio siete colpevoli, tanto quanto chi ha compiuto il fatto!.

Quante cose figli miei, quanti sono i peccati che ogni giorno compiete, peccati crudeli, la disonestà è più grave della mancanza d'amore. La disonestà è la mancanza dell'amore e della verità.

Chi è onesto ha in se 1'amore e la verità per la giustizia e l’ applica sempre, in ogni situazione e non teme di dirla apertamente, ma quando un uomo si sottrae dal dire la verità, egli non è più nella verità e non si può chiamare figlio di Dio, egli è disonesto.

Molti esseri umani pensano che Dio non veda e non agisca per come si sono comportati in passato, pregano per aver fortuna, denaro, benessere, un marito o una moglie fedeli e non ricordano quanto hanno arrecata danno al loro prossimo, con le loro malvagità, come se questi fatti fossero di poco conto, ma Dio che tutto sa, prima punirà costoro e poi se, si saranno sinceramente pentiti e avranno chiesto scusa al loro prossimo, e a Dio, solo allora Dio li aiuterà, ma non pensate che pregando anche molto possiate appianare le vostre malefatte, se non chiederete perdono a chi le avete fatte.

L'Onnipotente è buono e amorevole verso tutte le sue creature, ma egli è anche giustizia. Prima farà giustizia e renderà ad ognuno la giusta moneta, poi vi salverà, nessun uomo giunge nel Regno Santo, senza aver patito e scontato le sue malefatte, i peccati generati dalla mancanza. di onesta.

E voi spesso li considerate poco gravi, tutta inizia con una bugia, e così prosegue ingigantendosi; siate sinceri ad ogni costo.

Insegnate ai vostri figli fin da piccoli, la verità e 1’onestà, che unite nell'amore sono le cose più gradi e belle che potete fare, perché da esse si originano tutte le altre virtù.

L'onestà è una conseguenza della verità. Dunque se manca la verità, siete disonesti, perseguite sempre la via della Verità, che è in Dio, perché Egli E' la verità perfetta, Egli E' la luce de1 mondo.

Cosi facendo distruggerete quel demone maledetto che tenta di dominare i vostri sensi, e oscurare le vostre anime.

Se siete veramente miei figli e mi amate, seguite la strada che Gesù mio figlio, ha tracciato per ognuno di voi, senza pretendere di conoscerla, la strada che porta a Lui. 

Solo cosi scoprirete in voi quanto grande é 1'amore di Dio per voi, ma se la vostra preghiera è fatta solo per raggiungere un obbiettivo di ricchezza, Dio non vi accontenterà,  perché voi non lo amate sinceramente, ma amate solo voi stessi.

Ricordate figli che finché vivete in questa mondo, dovete combattere contro la menzogna, perché il principe delle tenebre la domina, e voi per redimervi dove sconfiggerlo nel vostro piccolo, rimanendo nella Verità del Signore, chiedendo a Dio, lo Spirito Santo.

Sono tempi bui, figli cari, tempi dì tribolazione, ma ancora le cose vanno bene, finché vi viene data; forza di vivere, pregate sempre, e non stancatevi mai, di proclamare la verità e l'amore. Chi fa ciò; che vi ho detto è mio Figlio.”