venerdì 23 agosto 2013

Satana agisce su permssione di Dio?

Nota: 23 agosto 2013.
By Boanerges

      Satana agisce su permissione di Dio?

      La domanda è alquanto intrigante, perché la chiesa insegna che è Dio che permette a satana di agire in un certo modo, ma questa affermazione nasconde un problema fondamentale per la stessa fede. Quale?
      E perché la Chiesa ci propone ha credere ad una affermazione di questo tipo?
      Andiamo per ordine:

      Se così fosse che Satana agisce su permissione di Dio, allora perché Dio combatte contro satana? perché Gesù lo combatte, perché vengono liberati gli indemoniati, non ha senso, se è Dio che gli permette tutto ciò, perché lo combatte se è vero ciò?
      Se è vero ciò combatterebbe contro se stesso in definitiva....o sbaglio?

      C'è qualcosa che non torna, ma bisogna capire chi ci vuol far credere questa cosa e per quale scopo!



      La questione è un pochino più complicata.

      Innanzi tutto, Dio è colui che domina tutto, cioè l'Onnipotente, ma sicuramente satana ha un permesso più ampio di quello che pensiamo noi. E' anche vero che nella sacra scrittura, Dio ha usato Satana per punire gli umani, ma solo in certi casi, si sa per certo che Dio impedisca a Satana di usare totalmente il suo arsenale di potere, lo limita, perché la sua Gloria non venga offuscata agli occhi degli umani, ma certamente lo lascia libero di agire , quasi indisturbato, per il semplice fatto che i peccati è Satana a proporli e indurli, non certo Dio, se no altrimenti il decalogo e la legge di Gesù non avrebbero alcun senso, nemmeno il suo sacrificio, e resurrezione. Quindi satana è libero di agire come vuole, solo che in certi casi per certe cose, che noi non sappiamo, e non dobbiamo sapere, Dio lo sfrutta per alcune cose.
      Quindi dire che è Dio dietro a satana, cioè che lo dirige, fa si che in realtà questo nostro vivere è un gioco di scacchi, ma chi veramente vuole far credere ciò? Satana! E' lui che vuole far credere questo, ne ha tutti i motivi, perché in questo modo demonizza l'immagine di Dio, lo rende un tiranno, un Dio, autoritario, dispotico, ecc, Satana con l'aiuto degli uomini ad esso asserviti, cerca di inculcare nelle mente della gente questa dottrina errata, dato che il nostro cervello, è sempre logico, anche se il nostro comportamento spesso non lo è. Si perché bisogna sapere che un conto è il ragionamento in stato vigile e un conto è la logica di funzionamento del cervello che deve essere perfetta, altrimenti il nostro organismo non funzionerebbe, quindi noi praticamente abbiamo due cervelli, uno che ci permette di ragionare anche in modo illogico e che alle volte da i numeri! E l'altro che è perfettamente logico, raziocinante, e calcolatore questa lato del cervello, sa distingue perfettamente quale sia la verità di un affermazione che sottintende una negazione, come lo è la frase: “Satana agisce su permissione di Dio” il cervello sa benissimo che questa non è una frase positiva ma che nasconde un senso negativo, ma il lato diciamo del cervello chiamiamolo “umano” non si rende conto di questa anomalia, però l'altro lo induce a credere quello esso ha capito, che è Dio che manovra satana! Cosa assolutamente falsa! Ma perché la chiesa ci propone di credere in ciò, ci possono essere due spiegazioni entrambe valide e logiche però contrastanti, uno dice che la chiesa non ha approfondito abbastanza il discorso quindi sull'argomento non sa! L'altro è che ci sono dei soggetti nella chiesa che conoscono la verità, ma per ragioni che seguono chi non dovrebbero seguire, assecondano questa volontà occulta. Sapere quale delle due realtà è quella vera la lascio a voi.

      Ma indubbio che non si può dire che “Satana agisce su permissione di Dio”, perché ciò rientra nel peccato più grave in assoluto di tutti, quello contro lo Spirito Santo.
      Quindi chi propone a credere in una cosa genere, ci vuol far commettere questo peccato, perché peccando con questo preciso peccato, non siamo perdonati da Dio; però c'è da dire una cosa, che se il popolo non conosce la verità, logicamente esso non può essere condannato se non sa, ma se sa, Si! Lo ripeterò sempre, chi più conosce la verità, più esso viene condannato da Dio più severamente, rispetto a chi non la conosce! Da un certo punto di vista, un beduino del deserto o un pigmeo, che mai ha avuto a che fare con la parola di Dio, per paradosso, può essere salvato più facilmente da coloro che dimostrano di conoscere alla lettera tale parola. Inoltre ora che sapete non potete più esimervi dal dire non sapevo, quindi io vi ho avvertito ed informato! È meglio sapere che non sapere!