lunedì 26 gennaio 2015

L'IRA DI DIO....

7 agosto 2014

Cari figli,  Ho già espresso il  mio pensiero attraverso i  miei 12 apostoli su quello che è il peccato contro la purezza della carne  e dello spirito, quali sono le basi fondamentali a cui attenersi, sia per chi viva nella mia chiesa che fuori di essa.

La chiesa non muti la mia parola perché il mondo chiede a gran voce cose diverse da miei comandi!
Chi cambiò e cambierà la mia legge, per adattarla alle volontà umane sappia che  non avrà la vita eterna.

Vi ripeto, condannerò sempre coloro che si legano a persone dello stesso sesso, sono in abominio, non tentate di aggirare la mia legge, con sotterfugi. 

Chi si trova in stato di peccato, corra subito a purificare il suo spirito, prima che venga il giorno del suo giudizio e rimanga puro.

Ed ancora vi dico, se l’unione tra due sposi non porta frutto, essa produce peccato. Se il fine dell’unione non è quella di avere un figlio, esso peccato.

Il consacrato che accetta di conferire il mio corpo e sangue a chi è in peccato, assume in se stesso lo stesso peccato di ha assunto in se il mio sacro corpo e spirito.  

E chi non si appresta con spirito e cuore puro a ricevere il mio Sacratissimo corpo e spirito, mangia la sua condanna!

Io ti ho perdonato figlio per il tuo atto, ma attendo il tuo ritorno sul trono della mia chiesa, non tardare.  

Pregate perché la grande tribolazione sta per compiersi, i sigilli stanno per essere aperti.

Ogni uomo preghi per se e per gli altri, preghi perché io sia magnanimo e vi salvi e a coloro che alzeranno la mano contro i miei figli consacrati e i miei battezzati dico questo, alzerete la condanna della vostra morte eterna, nessuno di voi sfuggirà alla mia ira!  Convertitevi!

Battetevi il petto, chiedete perdono, fate veri atti di pentimento e forse L'Altissimo Padre mio vi perdonerà. 

L’ira del Padre mio Celeste sarà grande! Convertitevi! 


venerdì 23 gennaio 2015

L’espiazione

L’espiazione .

Esistono molti modi per espiare i peccati.
Aldilà della confessione che è il sistema più rapido e diciamo meno indolore, esistono sistemi per espiare i peccati propri dove la persona si presta ad operare verso il bene del prossimo, cercando di correggere il male fatto agli altri, mediante soccorso, preghiera o in modo pecuniario.  Infatti il sacerdote dovrebbe dare come punizione non solo l’espiazione mediante la preghiera diretta solo verso Dio, ma anche un espiazione  diretta verso chi ha subito un torto da parte nostra, allora si che il Signore sarebbe completamente soddisfatto perché non ci sarebbe solo il pentimento dell’atto verso Dio, come peccato, ma anche come atto negativo verso il soggetto da noi colpito e questo sistema dovrebbe essere attuato con i tre sistemi differenti a seconda delle caratteristiche della persona. Perché è troppo comodo, dare una punizione di sole poche preghiere, bisogna che ci sia anche una punizione atta a impedire che tale peccato venga reiterato, e solo mediante un azione vergogna delle proprie azioni, si fa si che lo stesso peccato non venga così facilmente reiterato. Per questo è necessaria un punizione più o sottoforma di preghiera per il soggetto interessato dal nostro peccato, o sottoforma di restituzione del maltolto in forma denarosa, o sottoforma di mutuo soccorso. E’ troppo comodo che la punizione sia diciamo sempre così lieve, quale può essere una semplicistica preghiera a Dio e nulla di più. Ovviamente la preghiera è facile meno umiliante per il danno cagionato, ovviamente maggiore è il danno maggiore sarà la preghiera in senso numerico, mentre per le altre due punizioni, sono molto umilianti e c’è il rischio concreto che il credente non le applichi e si rifiuti. Dimostrando a conti fatti che credente non è! Cmq sarà il sacerdote a dare quel che ritiene giusto.


L’offrirsi come mezzo di espiazione!

Un altro sistema per eliminare il danno arrecato al prossimo è quello che innanzi al Signore si chiede di prendere su di se una parte dei peccati del prossimo, così facendo non solo salviamo l’anima del prossimo, ma anche la nostra, ovviamente questo sistema è necessaria un preghiera continua per molto tempo.
Un problema grosso son quei soggetti che vogliono offrirsi in espiazione dei peccati d altri, anche per Nostro Signore, ma non fanno altro che lamentarsi, lagnarsi dei mali che hanno, delle sofferenze che patiscono, delle malattie che vengono colpiti, invece di tacere, si fanno altro che parlate e parlare, chiedono a tutti di essere aiutati , che il Signore gli tolga il male che hanno, ecc, ma non si rendono conto che così facendo, non c’è nessun desiderio reale di espiazione e di sostegno a Nostro Signore. Se le persone non sanno tacere i loro mali, nel silenzio, nel nascondimento, non si offrano per sostenere nostro Signore, alfine più alto che i loro mali possano servire come espiazione di quelli di altri. Non servirà a nulla quello che fanno ne sarà da Dio gradito.


Chi si lamenta del sacrificio che deve fare, ovvio che non salva nessuno. Se Cristo si fosse lagnato non avrebbe fatto la volontà di chi lo ha inviato!

Cosa ci dice la scrittura, quando digiunate non mostrate agli altri che lo state facendo, invece abbellite il vostro viso, affinché nessuno veda il vostro digiuno, camminate tra la gente normalmente e non mostrate un viso prostrato, perché solo il Signore veda in voi, il vostro digiuno nascosto. 

domenica 11 gennaio 2015

Appello urgente a tutti i cristiani!

Appello urgente a tutti i cristiani!

Non è un messaggio ma un mio pensiero.

Credo che sia necessario seriamente che tutti i cristiani non solo cattolici ma anche ortodossi, non solo in Italia ma in tutto il mondo si facciano carico di pregare affiche Dio Padre nel Figlio Suo Gesù Cristo e mediante lo Spirito  Santo e la S.Sma Vergine Immacolata, ci diano la forza, la tenacia e la certezza di resistere alla follia del mondo, contro qualsiai prevaricazione umana o demoniaca, perchè il momento è fragile, l'anno è iniziato malissimo, in modo funesto e non promette nulla di buono, per il futuro. Per cui che tutti i Cristiani preghino non tanto per se stessi, anche se è giusto farlo, quando per chi sono i nostri persecuori , vi sembrerà una richista folle, ma credetemi non lo è, So come Dio agisce, e Dio agisce negli animi degli uomini anche malvagi e le vostre preghiere cadranno nelle loro anime come bombe. Per cui se volete veramente salvare la Cristianità, la chiesa Universale oggi non si può più pretendere che Dio ci salvi, ma dobbiamo chiederlo con fede, con la fiducia e con la fedeltà, esprimendo con grande amore il nostro vero Si a Dio... 

domenica 4 gennaio 2015

SUPPLICA DELLA VERGINE SANTISSIMA ALL'UMANITA'

La Santissima Vergine Immacolata Concezione! Regina e Figlia, Sposa e Madre della Trinità unico Dio.

La Vergine:
Benedetto sia colui che ascolta la parola del Signore, che la mette in pratica nelle sue vita, a testa alta, senza timore e senza indugio.

Benedetto colui che si oppone con fermezza alla confusione che satana esercita nel mondo mediante i suoi emissari umani.

Benedetto sia colui che sostiene le umane debolezze e le combatte con fermezza ma con dolcezza.

Benedetto sia colui che perde la sua vita, per salvare quella del prossimo!

Benedetto sia colui che è irreprensibile nella verità, nella giustizia, nella misericordia del Signore!

Benedetto sia colui che sparge amore, dolcezza, tenerezza e che ama senza chiedere nel silenzio, ma nella purezza del Signore.

Benedetto sii tu che ti appresti ascoltare e meditare la parola del Signore ogni giorno e la applichi nella tua vita.

Benedetto sii tu che Ami con tenerezza il Padre Celeste! Chi lo ama con il cuore, con l’anima, con tutta la sua vita otterrà la vita Eterna, Egli è il Nostro più grande ed inestimabile bene!

Cari figli, Miei amati..
L’orrore che sale a Dio, da questa terra, si allarga senza speranza, voi che vorreste una vita piena di gioie di tranquillità di un bene effimero e senza pesi e pensieri; state trasformando tutto in un immenso calderone di morte, dove fate salire in voi non la vita, non l’amore per la verità, non l’amore vero che riempie di vera gioia l’uomo di vita eterna, ma di sentimentalismi avversi al senso naturale della vita. Cresce in voi la voglia di satana, la voglia di opposizione a Dio, la voglia di sentirvi liberi da tutto e da tutti. Purtroppo cari figli, non esiste nel mondo dello spirito lo stare senza lo spirito, perché voi avete un anima, e la vostra anima è uno spirito, e solo voi la potete condannare alla morte eterna o alla vita eterna, e in questo mondo dovete decidere se stare con Dio o contro.
Voi che dovreste custodire la parola Santa, l’avete corrotta trasformata come avete voluto, aggiungendo sensi perversi, perché siete diventati perversi e pervertite il mondo attorno voi. Facendo credere che Dio ha  detto cose che non ha mai neppure pensato!
Arriverete a distribuire non la vita e la salvezza Eterna ma la condanna ai peccatori, si cari figli perché la S.S.ma e Sacratissima l’Eucarestia se non è accolta come si deve nel perfetto rispetto della legge del Signore, essa diverrà condanna per chi la riceve in stato di imperfetta grazia e voi sacerdoti che la consegnate sapendo che chi avete innanzi non è in perfetto stato di grazia, cadrà su di voi una condanna ancora più grande e grave, e se non farete pentimento e correrete subito ai ripari, opponendovi a chi vi obbliga a far cosa contraria alla legge, ritornando alla casa del Padre Celeste, anche voi perirete, assieme a coloro che volete ammansire. Non si dia il Santissimo corpo e sangue di Mio figlio Gesù in bocca al peccato!
E voi miei piccoli figli, che volete e vorreste amarci correggete le vostre vite, pentitevi e otterrete la grazia e la salvezza, nel rispetto perfetto della vera legge del Signore Mio Dio!  
La Sacratissima Eucarestia corpo del Mio Amatissimo e tenerissimo Figlio, si prenda solo in bocca voi non toccatela con mano impura. Accingetevi alla messa con cuore contrito e pieno di amore perché lì nel santuario è Dio, nel Padre, Figlio e Spirito. Siete tutti al cospetto del Re Onnipotente del Dio creatore e redentore di ogni cosa, di ogni bene per voi e per tutti. Figli cari, noi vorremo far di più per voi, ma voi siete distratti e lontani, ogni nostro richiamo svanisce e voi non sentite, invece di accorrere fiduciosi vi allontanate sempre più, ecco che il tempo è prossimo e quando verrà, all’improvviso la fine sarete tutti presi dal terrore allora vedremo chi avrà il coraggio di resistere e di opporsi, allora saggerete con mano, la vostra disperazione, la morte sarà tutta attorno a voi, ma nulla potrete più fare, se non supplicare gridando Dio di essere pietoso, ma quando vi chiamavamo non avete udito, avete finto di udire per poi volgervi altrove lo sguardo, perché dovremo udire dopo? Ma Dio udrà chi lo supplicherà con vero pentimento e con vera fede.
La chiesa sembra seminare cose buone ma semina la sua fine!  Se non pone Dio sopra di Se! Essa seminerà la sua condanna, e solo un uomo che viene da Dio, ma non dalla chiesa, la solleverà per poter vivere ancor un era di gioia eterna.

Noi figli vi amiamo di un amore smisurato, ma se non ci ascoltate come possiamo salvarvi! La salvezza non è incondizionata la salvezza è una condizione, se la volete dovete solo dire Si al Padre Celeste, come lo dissi io e come poi lo disse il Mio Gesù, così lo dovrete dire anche voi.  Dite Si figli e al Padre Celeste ed Egli cambierà ogni cosa, per amore vostro!  Prima che il peccato venga rigettato su di voi. Dite Si!