venerdì 9 dicembre 2016

VERGOGNATEVI DI CHI SEGUE E PROPINA UNA FALSA PAROLA!!

VERGOGNATEVI DI CHI SEGUE E PROPINA UNA FALSA PAROLA!!




Difendere il Santissimo Nome di Dio?


Molti mi dicono lasciamo fare a Dio, lui si difende meglio di noi, sa quando intervenire e quando e cosa fare!


Ma questo atteggiamento non è per nulla da Cristiani, è invece da menefreghisti, da coloro se ne lavano le mani, che non vogliono sporcarsi per difendere il buon Nome del Loro Dio, di cui dicono di amare e pregare, sono spesso persone che non vogliono scomporsi, che non vogliono fare nulla, e che attendono che le cose cambino, purtroppo in questo Dio non è per nulla d’accordo. È si pur vero che Dio sa difendersi da solo, ma il nostro intervento è necessario perché se nessuno difende il suo Buon Nome e la sua Parola dalle storpiature di altri, chi mai lo farà? Nessuno! Per cui cadrebbe anche l’insegnamento della giusta correzione che Gesù insegna, è giusto e doveroso da parte di un fedele di correggere i fratelli, ma costoro sono anche i sacerdoti, anche il papa, si può correggerlo se questo erra, così come S. Paolo corresse Pietro, che era uno degli Apostoli, perché mai noi non possiamo correggere un pontefice, certo che lo possiamo fare e possiamo anche correggere un nostro simile Cristo con il termine fratelli non faceva distinzioni di classe ne di rango per lui, innanzi a lui, siamo tutti uguali, non c’è un più basso o un più alto, non esiste un maggiore o un inferiore non esiste un povero o un ricco, non esiste un monaco o un papa al suo cospetto siamo tutti fratelli, per cui dobbiamo operare la giusta correzione e non tacere, per paura di parlare, non si opera il bene tacendo, si opera il male e si sta nelle tenebre. Molte persone con questa scusa, si tirano fuori dai discorsi del mondo, si esulano, di sottraggono al loro compito di cristiani, e non sanno che sono tutte omissioni, tutti peccati e quando c’è da richiamare qualcuno per difendere la sacra parola del Dio, il Verbo, tutti si tirano indietro per paura di chissà quali castighi, ricordatevi che il peggior castigo viene da Dio, non esiste scomunica che possa danneggiare anima, più di quello che è la condanna di Dio , se l’uomo ti denigra ti maltratta e ti uccide è nulla a confronto della condanna eterna. Poi molto di più deve essere un credente, che deve ed obbligato a tutelare non solo il buon Nome di Dio, ma anche i fratelli perché un pontefice che sparge menzogne deve essere richiamato, deve essere rimproverato proprio come fece Gesù con i sacerdoti del tempio, come li chiama “sepolcri Imbiancati” e noi che dobbiamo tentare di imitarlo, dovremo far lo stesso, aver il coraggio di correggere con fermezza anche un pontefice. Se siete con Cristo e nella sua parola non dovete temere nulla, perché in voi vi è lo Spirito Santo, che vi fa parlare e vi aiuta a capire dove sta il male o il bene, per cui smettiamola di essere cristiani addormentati da una chiesa che ci ha intimorito, con lo spauracchio della scomunica, perché questa idea che non viene da Cristo, è un ideazione umana, per tener bloccata la bocca degli accusatori, sulle nefandezze che la chiesa avrebbe fatto, Gesù in questo anticipa i tempi e prevede le mosse della chiesa del futuro di ogni tempo, dicendo ai sacerdoti del tempio, che non devono chiudere l’accesso al regno dei cieli, alle persone, e questo è un monito per la chiesa di ogni tempo e contro l’uso della scomunica o anatema. Tutti gli uomini invece hanno paura di questo, perché pensano che Dio sia contento di questa pratica, no signori, Dio non ama la scomunica e mai ha dato l’ordine ad alcuno di prendersi su di se questo potere, anche perché oggettivamente non lo hanno. Si sono arrogati diritti che nessuno ha concesso loro. 


Certa gente dice che chi attacca il vescovo di Roma attuale Francesco-Bergoglio, si dovrebbe vergognare a giudicarlo, solo perché ha detto delle frasi un po’ strane diciamo così: “ Gesù non era un pulito , fa un po’ lo scemo”… Ho risposto se alla persona se essa si è mai vergognata per le tantissime eresie e bestemmie che continua sputare da quella bocca. 
Se le persone che non accettano la critica verso Francesco se non si vergognano, delle sue affermazioni: 


Nel aver cambiato la parola Santa e Sacra intoccabile di Cristo che è pure nel decalogo sacro, concedere la comunione hai divorziati per di più pure risposati. 


Non si vergognano perché ha ridotto il sesto comandamento a uno scifo abominevole, nel concedere ai gay o qualsiasi pervertito di rimanere nella chiesa, o di non doverli nemmeno correggere con la frase astutissima “io non sono nessuno per giudicar un gay”


Non si vergognano quando Francesco ha ri-nobilitato Lutero, fra un po’ gli toglie anche la scomunica.

Non si vergognano quando ha detto che dovremo essere come protestanti e leggerci il Corano


Non si vergognano quando ha rubato un crocifisso ad un morto, per di più un prete.


Non si vergognano quando bestemmia con nonchalance Dio, in modo molto gentile e carino, dice tutte le sue eresie, nessuno si vergogna.


Non si vergognano che ha sovvertito la Parola Santa di Dio, e non ha ancora finito, no, quello lo può fare, ovvio no!!!


Via di questo passo, la lista è lunga..meglio che sorvoliamo vah!!!


Però per costoro si devono vergognare gli altri che lo contestano e che tentano di difendere il Buon Nome di Dio!!!! Come se Bergoglio fosse Dio in terra…roba neanche da credere!!! 




Il sovvertitore totale delle legge di Dio!!!



Quando uno che si dice Cristiano si vergogna di chi difende Cristo, la Madre Sua, ecc, non è un cristiano, ma un sepolcro imbiancato, un ipocrita, molto più, se costui è un prete o un presunto veggente, perché costoro dovrebbe conoscere la Verità, dovrebbero! Ma non sempre è così, specie verso chi è veggente che molto spesso in materia di fede, sono assai ignoranti, però per il fatto che Dio li sceglie come suoi messaggeri terreni, sorvola sopra a certe cose, ma essendo che in essi alberga lo Spirito Santo in modo più autoritario, cioè persistente e perfetto, essi sono investiti della sua consapevolezza e conoscenza, per cui, essi vengono spinti ad essere i primi a battersi per la giustizia e la verità, e ad esternare con forza e battersi per amore del Signore!!


Per cui non si esimono mai dal difendere il debole, ne si esimono mai dal essere “santi” realmente e non a chiacchiere come sempre più spesso si vede oggi giorno, anche tra costoro, solo presi a difendere il loro podere e le loro entrate economiche, dimostrazione che quanto lo Spirito Santo fa in loro è inascoltato, ma quando questo modo di fare di costoro perdura nel tempo, lo Spirito santo li abbandona ecco che poi sorgono i falsi veggenti, che pieni della stima che molti riversano su di loro per pretendenti eventi, si fanno farti di questo, e continuano meglio l’inganno. 


Dio ti valuta e ti giudica anche su questo, se ti prodighi a far capire alle persone dove si cela il male, ma nella giustizia della Sua legge e non nella tua giustizia o in quella malata di chi te la propone, sagacemente, per farti rimanere nell’immobilismo più assoluto. I cristiani veri dimostrano sempre di difendere il Buon Nome di Dio, anche se Egli non ne avesse bisogno, sta anche in questo la santità e anche il giudizio di Dio su tutti. Nessuno sfugge alla legge di Dio, non si credano i veggenti meglio degli altri, anzi, su di loro il giudizio di Dio sarà più severo, come per la chiesa. 

Dio ama coloro che sono coraggiosi, sta anche in questo la santità, nel coraggio di donarsi tutti a Lui, ma oggi esiste molto la codardia, o un coraggio solo verso quello che riteniamo possibile ed accettabile. Come vi è scritto “Qui sta la fede e la costanza dei Santi” nel resistere alle avversità e alle tentazioni del mondo, che non sono solo carnali, ma di ogni tipo e genere.

NON INDURRE IN TENTAZIONE

 Dio specifica un particolare sull'Indurre. Oggi Gesù nostro Signore vero Dio, mi ha specificato qualcosa sul peccato, ampli...