venerdì 28 novembre 2014

La S.S Madre Immacolata Concezione chiede 3 Novene prima di Natale

Cari figli, miei amati....

Cari e dolci figli vi invito alla preghiera assidua, alle preghiera santa, alla preghiera piena di dolcezza e amore, alla preghier semplice e candida,  mettetevi inpreghiera e nel silenzio delle vostre anime assaporate la persenza di Dio, che vi ama di un amore sconfinato, io sono li con voi figli cari , con voi con i vostri pensieri, con le vostre angosce, io vi ascolto e vi esaudisco secondo quanto mio figlio e il Padre Celeste mi hanno dato disponibilità verso di voi. In quest'ora, di dolore che affligge la Trinità, vi chiedo cari figlioli, di pregare , di amare il Signore Nostro Dio, come a lui conviene, vi chiedo di recitare 3 novene da inziarle sabato e terminarle il giorno di Natale, recitatele con il rosario a me dedicato, e con il rosario la Gloria di Dio,  ve lo chiedo per la conversione del Pontefice e del clero, perchè Gesù stenda la sua mano pietosa mano su tutta l'umanità, e faccia scendere ancora le sue grazie, anche se il tempo è breve, inoltre chiedo di pregare per tutte i figli degli uomini, che sono nella disperazione del peccato, affinche mio Figlio Gesù li tocchi con il suo ardore, perchè io sono desiderosa di protare a mio figlio molti figli, pregate per amore.
Cari figli miei amati,  vi esorto pregate perchè il mondo è nella disperazione, il mondo è caduto in un abisso così profondo che se non vi fosse l'amore di Dio a sostervi, tutto sarebbe già finito. 
Figlie, vi supplico di donare a me le vostre ansie, le vostre preghiere, e accostarvi alla santa Messa con grande pietà, dignità, rispetto, ricordanvi che lì è presente il Santissimo, con la su Regalità grande, accostatevi alla santa messa, in silenzio e accettate il dono che Mio figlio vi dona, prendetelo con gioia, con amore, con tenerezza, conservatevi puri, casti, fuggite dal peccato, ma fortificate la vostra fede, e non abbiate timore di chi vi contrasta, questo non è più il tempo dell'indugio, è il tempo delle grandi decisioni. 
O con Dio o contro Dio. Ma fate attenzione perchè nessuno consoce il senso assoluto del parlare, se non Dio stesso. Meglio per l'uomo tacere, che parlar troppo. 

Vi invito ancora pregate, pregate, pregate, questo non è più il tempo dell'attes, è il tempo delle decisioni, operate il bene con la preghiera e con le opere, siate casti nei pensieri, nelle parole, nelle azioni,operate nella grazia di Dio, le opere sono fulcro, della vostra fede.


messaggio del  24 novembre 2014

martedì 25 novembre 2014

IL VERBO, IL NOCCIOLO DELLA FEDE!

IL VERBO, IL NOCCIOLO DELLA FEDE!

Chi fa la volontà del Padre mio, entrerà nel regno dei cieli.
Questa frase detta da Gesù, è il nocciolo di tutto l’insegnamento di Gesù e di tutta la legge. 
Nella frase si cela un verbo che è il fulcro e il fondamento del verbo di Dio, che è il verbo FARE.
Fare la volontà del Padre..indica l’agire, il compiere l’opera, mettere in pratica la parola data, la legge e l’insegnamento.

Un eccellente oratore, predicatore, se non trasforma il suo parlare, in fare non otterrà il regno dei cieli.
Per Gesù vale oro il FARE, molto meno vale il parlare, è l’agire, l’azione, il trasformare la parola nello scopo della propria vita che ci rende umani, che ci rende santi.

Il Signore ama enormemente chi agisce e molto meno chi parla solo, anche se il parlare serve per insegnare, ma chi insegna deve agire trasformare la parola nel FARE, quando capirà che Gesù premia chi FA allora la sua vita sarà piena di Spirito Santo. Anche la preghiera che pur appartenendo alla parola, ma il pregare è un azione del FARE, spirituale. 

Quindi abbiamo tre modi di agire nel FARE.

Il FARE psicologico come sostegno per chi ha necessità di una parola di conforto, di affetto, di sostegno morale, di dolcezza e di pietà, per sostenere il bisognoso, nello sconforto, nella malattia, nel soccorre chiunque né abbia bisogno.  

Il FARE spirituale è la preghiera che muove la grazia di Dio verso l’uomo, è l’azione mediante la quale, ogni azione dello spirito manifesta Dio nell’uomo. In questo FARE c’è tutto la grazia che la chiesa di Dio mette a disposizione all’umanità.

Il FARE fisico che agisce direttamente sulle necessità materiali dell’uomo, il dare un sostegno effettivo, col cibo, col vestire, ecc, questo ultimo FARE è il difficile quello che impegna maggiormente, l’essere umano, perché lo priva del suo per darlo al prossimo suo, in ciò è descritto altro insegnamento di Gesù, quello che fa al piccolo lo fai a Me.  

Il FARE umilia la persona, la rende piccola agli occhi del mondo, la rende debole, fragile, ma forte nella fede. Ma se l’oratore, il laureato, il teologo, ecc non agirà con il FARE e non diventerà piccolo, umile, candido, come un bambino non otterrà il regno dei cieli.  

Se non Fai la volontà del Padre che è nei cieli, non sarai mai suo! Se non vedi in te un peccatore, non potrai mai fare la volontà di chi ti manda, e di chi ti riconosce nella debolezza figlio suo.

Dio è un essere che FA, agisce sempre, esso è sempre in movimento, non è fermo, per esistere bisogna FARE, chi non esiste non FA.

Chi agisce, FA 
Chi ama, FA 
Chi parla, FA
Chi giudica, FA
Chi crea, FA
Chi pensa, FA
Chi da vita, FA
Chi sorregge l'universo, FA
Chi si autodetermina, FA
Chi comanda, FA
Chi legifera, FA

Anche il male FA.... è proprio perchè esso FA, esso esiste. 
Trovate voi le altre espressione del FARE...

Io sono colui che è, che era, che sarà...  ma il tempo essere, in senso verbale presente, passato e futuro non identifica un verbo in se stesso, ma un tempo reale, un trascorre del tempo, identifica colui che non ha tempo, colui che è sempre esistito, colui che non ha ne tempo, ne nome, l'indefinibile. 
Io sono colui che è adesso.
Io sono colui che era prima, 
Io sono colui che sarà dopo,
Sempre lo stesso soggetto. 
Un Essere che agisce nel tempo presente, vedendo innanzi a se il futuro, volendo e potendo anche modificarlo o predeterminalo e per questo esso Agisce, cioè FA.

Per questo le sue leggi sono tutte in FA.

v  Io sono il Signore, tuo Dio, che ti fece uscire dalla terra d'Egitto, dalla casa degli schiavi.
Cioè agisci affinché tu mi riconosca come tuo DIO, cioè FA si che io sia il tuo Dio.
v  non avrai altro Dio all'infuori di me.
.  FA in modo che io rimanga il tuo DIO.
v   Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra.
v   Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano, ma che dimostra il suo favore fino a mille generazioni, per quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.
.  Qui c’è già il verbo FARE “ non ti farai” ti ordino di non FARE.
.  Opponiti all’azione del FAR si che tu venga tentato ….
v  Non pronunzierai invano il nome del Signore, tuo Dio, perché il Signore non lascerà impunito chi pronuncia il suo nome invano.
.  FA in modo di non insultarmi o di non usare il mio nome in modo scorretto!
v  Ricordati del giorno di sabato per santificarlo. Sei giorni faticherai e farai ogni tuo lavoro; ma il settimo giorno è il sabato in onore del Signore, tuo Dio: tu non farai alcun lavoro, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo schiavo, né la tua schiava, né il tuo bestiame, né il forestiero che dimora presso di te. Perché in sei giorni il Signore ha fatto il cielo e la terra e il mare e quanto è in essi, ma si è riposato il giorno settimo. Perciò il Signore ha benedetto il giorno di sabato e lo ha dichiarato sacro.
.  FA si che il giorno del Signore sia il Sabato, metti in opera.
v   Onora tuo padre e tua madre, perché si prolunghino i tuoi giorni nel paese che ti dà il Signore, tuo Dio.
.  Agisci cioè FARE l’azione dell’onorare …
v   Non uccidere.
.  FA in modo di non divenire un assassino.
v  Non commettere adulterio.
.  Non FARE di te un adultero.
v  Non rubare.
.  Non FARE di te un ladro, truffatore, un disonesto.
v  Non pronunciare falsa testimonianza contro il tuo prossimo.
.  Non FAR si che dalla tua bocca escano parole menzognere.
v   Non desiderare la casa del tuo prossimo. Non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna cosa che appartenga al tuo prossimo.
.  Non FARE del male a te stesso, desiderando i suoi averi, perché dal pensiero si passa all’agire.
.
 Fare e non Fare …

Il fuoco scalda, quindi FA l'azione del riscaldare.
L'acqua disseta quindi FA l'azione del dissetare.
L'aria turbina, quindi FA l'azione del muovere.
La terra da frutto, quindi FA l'azione del produrre
La luce illumina, quindi FA l'azione dell'ulluminare.

Ciò che  non FA è solo la morte, perchè tutto ciò che esiste FA qualcosa... 

………………………………………………………….

Notare una curiosità ….

La 4a nota musicale è il FA che sta esattamente al centro delle 7, non è un caso! 

DO- RE- MI-FA-LA-SOL-SI

A destra abbiamo il Do, Re, Mi, a sinistra abbiamo il La, SOL, Si.
la destra Da o Do , cioè comandare...eseguire un ordine... si bendice solitamente con la destra
la sinstra riceve o Si accetta. 
E' come se le due mani dicessero, ti DO, se accetti, mi devi dire di Si. ... = Do-nar-Si  = donare se stessi, Gesù si donò a noi, Sua Madre Si donò a Dio, Dio donò a noi il Figlio Suo. 
La giunzione delle due mani mette insieme le due note, le sovrappone per cui Do e Si diventano una. La 1-7, come dire il principio e la fine, notate che tra le mani giunte e il corpo si forma un cerchio. 
Perchè la Vergine appare quasi sempre con le Mani congiunte in preghiera? Perchè le Due note iniziale e finale chiudono la sequenza nella quale ci sono tutte e sette le note, come ho già detto rappresentano i 7 spiriti che stanno innanzi a Dio. Chiudere le mani significa generare uno spirito unico, S.S. è una forma per mettersi in contatto diretto con Dio, la forma di perfezione aassoluta. 
In sostanza è un azione spirituale di natura tecnologica, nella quale le energie psichiche e spirituali della persona diventano un tutt'uno. Per questo bisogna pregare con le mani appoggiate l'una sull'altra, e non tenendole aperte e distanti. 





SI(ultravioletto)-[DOREMI-FA-LA-SOL-SI]-DO(infrarosso)

Notare la particolarità

SI(ultravioletto)-[DO SI]-DO(infrarosso)

Il primo SI-DO e l'ultimo SI -DO
Diventa Si - IO - Do. 
Sta ad indicare che si DA sempre! o Darsi cioè Donarsi!
Si è dato in principio nell'Alpha, così come si è dato e si darà alla fine in Omega!
Nel centro c'è sempre la parola DO - SI che racchiude in se il tutto. 
La parola più importate è il DO-Nar-SI.

In tanti modi Dio si è donato a noi e ci ha donato.
Pensiamo un attimo:
Quando Dio ha deciso di Creare la materia, ha donato la creazione a tutti, quindi ha donato se Stesso alla sua Creazione.
Quando Dio ha creato l'uomo e tutte le creature esso ha donato a queste creature l'esistenza, cioè la vita.
Quando Dio ci ha donato i suoi precetti e comandi, esso ci ha fatto un dono.
Quando Dio ha donato all'umanità i suoi profeti, Esso si è donato e ha donato all'uomo delle guide.
Quando la madre di Gesù ha detto Si a Dio, essa si è donata a Dio, si è offerta in dono=donarsi.
Quando Dio ha generato il Figlio suo, ha donato all'umanità intera il frutto della sua Divinità, quindi si è dato, al mondo.
Quando Gesù si è immolato, per noi, esso si è donato, per espiare, per salvarci dal peccato e per vincere esso stesso la morte e il peccato, quindi si è donato a noi. 
Quando Gesù insegna e lascia i suoi comandi, agli apostoli, Esso ci ha donato la sua parola, il verbo!
Tutta la vita di Gesù e di sua Madre è un dono di Dio, per l'intera umanità
Uno dei comandi più importanti di Gesù è proprio il donarsi al prossimo. 
Gesù stesso fa del Donarsi il punto cardine della sua intera vita!

DonarSi!





sabato 15 novembre 2014

L' amarezza di Gesù!

Cari figli, miei amati...
il cuore mio è amareggiato nel vedere che tanti richiami della mia Santa Madre non sono serviti a nulla, fuori è luce dentro è tenebra, molti figli fingono di amarci  e si  perdendo volontariamente, immersi nella mancanza di certezza della fede, educati da falsi profeti.
Cosa è servito il mio insegnamento,  le mie parole, cos'è servito il mio sacrificio?
Invece di abbracciare con ardore la fede, senza timore, fuggite da essa; dove sono i tesori accumulati nei cieli? Dove sono i fedeli?

Non amate il sacrificio in nome Mio, dove sono le armate terrene dei miei consacrati, che sempre vittoriosi come un tempo ritornavano ogni giorno all'ovile. Le pecore sono miste a capri, ogni cosa ormai non è più.

L'umanità ha preso la via del suo ultimo respiro, molti figli credendo di ascoltare la voce del Padre, ascoltano le voci delle loro menti, dei cuori malvagi presi da demoni feroci, altri invece si lasciano condurre da uomini, e solo pochi tra voi tutti, sono miei.

Sono angosciato per voi, uomini, sono angosciato perchè non comprendete il grande male che create a voi stessi, gli uomini della terra bracolano nel buio e le tenebre avanzano sotto gli occhi di tutto il mondo e voi impassibili lasciate fare. Su figli miei amati, vi ho dato una madre, una dolce madre,  affinche ognuno di voi si aggrappi tenamente al suo cuore immacolato e cerchi in esso la sua salvezza. Pregatela, date onori a lei come se fossi io, considerate che Essa è mia Madre, amatela come fosse la vostra piccola madre terrena, amatela di gioia anche se siete nella disperazione, amatela con sentimento puro, amatela e rispettatela con cuore sincero, così otterrete le grazie che chiedete, e lei vi proteggerà contro il drago antico, vi donerà secondo la mia misericordia le grazie che chiederete, con vera fede .

mercoledì 12 novembre 2014

PREGHIERA DI LIBERAZIONE


Preghiera di liberazione.

Preghiera di liberazione , 12 Novembre 2014

Fratello Sono l’angelo del Signore Nostro Dio.

Questa preghiera di liberazione è voluta dall’Immacolata Madre di Dio.


O Santa Madre, tu che sei la nostra condottiera celeste, Gloria dell'Altissimo Nostro Signore, Padre, Figlio e Spirito Santo, sguaina la spada delle tua fede ardente, combatti per noi, piccoli ed indifesi figli del tuo figlio l'Emmanuel, esercita quel potere che l'Eterno Padre Celeste, ti ha donato e posto come Regina Immacolata su tutte le creature, sii Tu la nostra arma letale, contro ogni attacco demoniaco, ogni peccato che i demoni istillano in noi, notte e giorno. Sii Tu nostra sicura protezione, e noi  ti onoreremo come desidera il tuo Santissimo Figlio, e Nostro Signore Gesù.  Schiaccia sotto il tuo piede O Vergine Santa la testa di colui che osò tentare le vette celesti  e fu sradicato dal suo posto, dal valoroso condottiero S. Michele Arcangelo, e da ogni angelo santo che combatté contro il drago antico. O Santa Maria Immacolata concezione, sradica, distruggi, annienta, anche nei nostri cuori, nelle nostre menti , corpi ed anime, l’antico serpente e i suoi accoliti, sempre pronto a ghermire i tuoi figli, che come leone feroce, va per il mondo a sbranare le anime, per dannarle nel fuoco della geenna. Ti supplichiamo discendi con potenza nei cuori, nelle menti, nei corpi e nelle anime degli uomini che accorrono a te, che si pongono sotto il tuo santo manto, sotto la protezione celeste, porta con te, in noi lo Spirito Santo, affinché la sua presenza ci liberi da ogni pensiero immondo, da ogni peccato, e ci nutra della gioia, della gloria sua Onnipotente. O tu Glorioso Adonai, Eloah, Elohim, Sii magnanimo verso coloro che sono sinceramente pentiti dei loro peccati,  ti chiedono supplichevoli di guarirli, di infondere il tuo S.Smo Spirito in loro, affinché ogni tormento passi, ogni malessere svanisca, ogni afflizione, e ogni male siano  dissipati e che la gloria Tua sia in loro, come in Maria tua dolce ed umile Figlia, Sposa e Madre. Per questo canteremo a te O dolce Padre, gli inni e eterni e ci consacreremo a te per l’eternità.

Segue 3pater, 3 ave, 3 Gloria, 3 angelo di Dio.

la preghiera dovrebbe essere posto in modo diverso, visto che è l'angelo che parla. 




ACQUISTATE IL VOLUMETTO LA GLORIA DI DIO  TROVERETE RIUNITE TUTTE LE  
PREGHIERE NELL'ORDINE VOLUTO DALL'IMMACOLATA. 

sabato 8 novembre 2014

Ogni Giorno come l’inizio e la fine della vita.

NASCERE PER RISORGERE




Messaggio sabato 8 novembre 2014

Cari figli

Sono l’Immacolata Concezione vengo a voi, dalla potenza del Padre Celeste.
Per supplicarvi di pregare molto, di fare penitenza, di aver amore per un mondo pieno di dolore, di morte, di male, un mondo che non cerca più il suo salvatore in Cristo Gesù, ma innalza l’uomo sugli altari. Fate della preghiera la vostra arma, il vostro scudo, perché solo chi crede, ama e fa della parola di Mio Figlio Gesù, la sua parola, sarà chiamato figlio dell’Altissimo.  

O potenze dei Cieli, della terra, siate pronte per il giorno e l’ora, che il Verbo vi chiamerà.

O uomini della terra, pregate incessantemente l’Altissimo nostro Signore, che sia magnanimo con voi.

Affinché nessuno sia impreparato e ognuno abbia la sua lampada e il suo olio, il suo tesoro nascosto nei cieli, per il giorno e il momento. Non attendete, i drammi della vostra vita, per chiedere perdono; ogni momento sia per voi motivo di pensare a ciò che avete fatto e ciò che potrete ancora fare, per il vostro prossimo. 
Fino all’ultimo Dio vi da tempo.

Siano i vostri giorni , come il vostro primo giorno di vita, pieno di gioia e di speranza e siano come l’ultimo vostro giorno di vita, pieno di afflizione perché ciò che volevate fare non lo avete fatto e lo vorreste fare.


Vi benedico figlioli cari assieme al mio Gesù.

mercoledì 5 novembre 2014

Siate fecondi e moltiplicatevi.

CRESCETE E MOLTIPICATEVI!

Tutti noi conosciamo i versetti  nella genesi dove Dio comanda ad ogni essere vivente, da lui creato di crescere e moltiplicarsi.
genesi: 22 Dio li benedisse: «Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite le acque dei mari; gli uccelli si moltiplichino sulla terra».
Ovviamente lo fa anche verso l’umanità,
genesi:28 Dio li benedisse e disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra; soggiogatela e dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e su ogni essere vivente, che striscia sulla terra».
Dando come incombenza quella di avere una progenie, figli dei figli, che popoleranno la terra.
Prima ancora di dare i 10 comandamenti, Eloah cioè Dio, comanda di essere fecondi, di moltiplicarsi e di divenire un popolo grande..

Ovviamente si può leggere anche il crescete in termini diversi, per esempio potrebbe intendersi crescere in fede, ma quando dice moltiplicatevi può aver un senso di aumentare di numero come fedeli,ma in questo caso specifico la frase è molto chiara nel contesto del momento storico, dove Dio chiede alla progenie di espandersi su tutta la terra e creare di conseguenza un popolo forte e grande…

Ora ben si comprende che per Dio, quello che è importante è che l’umanità cresca in numero, ma quello che salta subito all’occhio,è che dietro a queste richiesta, di crescere in numero, si legge la volontà di Dio di comunicare all’uomo il suo Amore per la sua creatura, e quindi come un qualsiasi essere “umano”  anche se divino, esso trasmette una volontà che gli appartiene,  quella di dare amore, anche nella moltiplicazione o fecondità si da amore.

In effetti Dio stesso, è un essere pieno d’amore, il quale deciderà di darsi un figlio umanizzato, anche questo è un atto di successione “ereditaria” un atto di secessione di stirpe , un atto d’amore, anche l’Onnipotente si è dato un figlio. Per quale ragione lo stesso figlio, pieno d’amore come il Padre suo, Dio, non può esprimere il suo amore, totale verso questa umanità, e verso i singoli se non a nostro dire, solo nel sacrificio per tutti?

No è sbagliato! Il sacrificio venne poi, anche se era già stato determinato fin dall’inizio dei tempi, ma nella sua vita terrena questo figlio di Dio, poté dare il suo amore a chi egli amava di più. infatti esprime un concetto d'amore più ampio verso il suo apostolo preferito Giovanni, più che degli altri...ma l'amore che si intende in questo caso è un amore puro, fatto di cose pure non c'è malignità, potremo vederlo come l'amore che c'è tra una madre e il suo piccolo, è lo stesso amore che Gesù ha per Giovanni Apostolo... un amore filiale....

Nei vangeli apocrifi si narra che Gesù avesse una fidanzata, io ritengo che il termine fidanzata sia tutto errato per quei tempi, sicuramente Gesù apprezzava le donne non sotto il punto di vista delle bellezza esteriore, ma della lro bellezza interiore sulla quale egli basa tutta la sua vita terrena, Gesù vede le donne come vede gli uomini, in una luce di amore, totale e filiale materno e parteno al tempo stesso, Gesù si sente padre e madre d ogni essere umano, come il Padre suo trasmette a Lui, perchè Lui e il padre sono sempre in continua sintonia, anche nel sentirsi affettivamente e amorosamente vicino ad una donna, scuramente Gesù manifsta la natura stessa del Padre Celeste considera sua Madre come il suo più grande amore dopo il Padre Celeste, ma certamente aveva le sue ammiratrici, e vivendo come essere umano, tra sofferenze, dolori ecc, certamente il Padre suo lo ha fatot vivere in una condizione umana, al fine di provare umanamente la sua stessa natura per capire fino in fondo i limiti di questo essere inferiore. Quindi Gesù vede la natura di fidanzato come un natura puramente eterea, puramente platonica, nche se Gesù avesse amato una donna ma il suo amore era di natura filiale, dato che egli stesso conosceva la sua vera natura, di essere Divino, sapeva di essere figlio di Dio e quindi un Dio, per cui il suo dare amore anche se avesse dato un bacio o più di un bacio, era sempre una cosa estremanete pura, dove nessuna malignitià poteva esserci, dove nessun intendo negativo poteva esserci, Gesù è un Dio di amore e da amore, a tutti coloro che lo circondano, la sua fortissima potenza la sentivano anche i muri, fugurimoci se un essere umano, con tutte le sue sensibilità non avvertiva un essere come Gesù un Dio in terra, una qualsiasi donna sicuramente era affascinata da Gesù ne era ttratta e sicuramente qualsiasi donna si innamorava di lui, solo per il fascino della potenza che lo circondava, di quell'aurea divina che porta/va in se, se al giorno d'oggi, qualsisi persona che viene toccata dal suo amore si innamora di Lui senza nemmeno vederlo o toccarlo, prova a pensare cosa significava averlo a portata di mano, qualsiasi essere umano era attratto da lLui come fosse un enorme calamita. Quindi è facile che ci fossero state donne che si sono innamorate di Gesù, in modo platonico, ma è diverso se lui si è innamorato di una di loro, io non so se possa essere avvanuto ciò, ma non troveri nulla di male, se ciò fosse vero, non troverei alcun peccato, perchè sicuramente Gesù vedeva questa donna come una sposa, come un gemma prezionsa da non toccare, sicuramente essendo lui perfetto in tutto, e intoccabile da male egli non poteva dediderare cose che non gli appartengono. Quindi egli non poteva desiderare un donna in forma maliziosa come facciamo noi, perchè egli è Immacolato, per tanto la donna era sicurmente vista come una rarità, Quindi ritengo che se Gesù fosse stato findanzato era sicuramente inteso in senso platonico, a meno che non ci siamo documenti che dicano diversamente... ma ripeto il male non sta in un bacio sulla bocca, il male sta nella malizia  nel cuore dell'uomo, non in un atto d'amore.

Personalmente non troverei nulla di disdicevole in ciò, anzi dimostrerebbe solo che Gesù ama, gli esseri umani come il Padre Suo, e rispetta i comandamenti alla lettera. Ama il prossimo tuo come te stesso, ma nessuno di noi può dire come Gesù non amasse questi esseri, visto che lui è il Dio dell’amore. Come suo Padre prima di Lui, ebbe la sua sposa in Maria, perché mai il figlio non poteva avere una fidanzata? Chi glielo vietava? Nessuno, neppure il Padre Suo Celeste che anzi, sicuramente aveva già previsto per il figlio suo unigenito una sposa che non fosse solo un simbolo, come lo è la chiesa, ma anche una sposa umana, come fu Maria per il Padre Celeste. Cosa vi era di male? Nulla! Per lo meno dimostra che era ben lontano dall’idea che tutti se ne sono fatti di un Gesù tutto dedito solo al suo gruppo apostolico, e quasi un "eunuco", dimostra che era contrario a gay, perché se avesse avuto attenzioni per una donna, certamente la poneva prima degli apostoli. iL fatto stesso che salva la Maddalena, e la rende sua seguace, fa capire, che poteva avere delle attenzioni, dopo tutto non si può escluderlo a priori che non possa essere stato così, nessuno di noi era presente in quei tempi, e anche i testi antichi, potrebbero non aver contemplato una simile evenienza, soprattutto perché gli apostoli, principali testimoni delle vicende di Gesù avevano un po’ tutti un atteggiamento contrario alla figura di una donna, che potesse essere anche amata dal proprio mentore o maestro, per cui potrebbe essere che la dimenticanza fosse stata voluta, sia per il proprio retaggio ebraico, che spinti da altrui pensieri, come furono quelli di Paolo di Tarso il quale sappiamo bene essere stato estremamente maschilista; quindi rimuovere il ricordo di una donna amata dal Maestro fu una cosa facile, se la stessa come raccontano questi apocrifi parrebbe addirittura essere stata a capo del gruppo degli apostoli. Ma nell’ipotesi che fosse così la faccenda, allora si capirebbe molto bene una certa acredine da parte di alcuni apostoli contro qualsiasi figura femminile, che finché era in vita Gesù era un piccolo capo tra loro…. Certamente se fosse vera la cosa, e non ne siamo certi, ma potrebbe pure essere, perché non ci sarebbe nessun male se Gesù avesse avuto anche una fidanzata o un amica, dopo tutto anche suo Padre Dio ha una sposa umana, in Maria.

Ora il problema grosso sorge perché la chiesa vuole rifiutare a tutti i costi questa possibilità, ma ciò è semplicemente sciocco e ridicolo, perché il primo a dar l’input della moltiplicazione è proprio Dio Padre, il Padre di Gesù, è Lui che sceglie Maria, poteva sceglierne altre, no! Ha fatto una cernita tra tante, per cui si è innamorato di quella fanciulla, Maria, la quale poi concepisce Gesù, Il figlio dal canto suo non smentisce il Padre Suo, e applica anche in questo concetto primordiale di Amore. La chiesa rifiuta questa cosa per una questione completamente maschilista, ancora di retaggio antichissimo, direi primitivo, nel quale si vuole fare della donna solo una schiava, una concubina, invece ci sono state tante donne nella bibbia che hanno avuto importanti ruoli, di cui Dio le ha valorizzate, spesso più dei rispettivi Re…anche la storia della chiesa ci mostra donne importanti, tra sante e ddirittura per volere supremo di Dio , una papessa, dimenticata dalla storia...
  Non possiamo proprio escludere che Gesù non avesse attenzioni anche verso una donna che non fosse solo sua madre, dopo tutto, la maddalena la troviamo sotto la croce, come se facesse parte della famiglia stretta di Gesù e dei suoi amici … come fu anche Giovanni apostolo, così amico, di Gesù da divenire figlio adottivo.  Ritengo molto probabile che Gesù fosse stato mandato non solo per soffrire e col sacrificio salvare l’intera umanità,  anche per vivere realmente, come viveva un qualsiasi essere umano, per provare e toccare con mano le difficoltà di una vita normale e mortale di qualsiasi essere umano. Penso che Dio nella sua infinita sapienza, in qualche modo abbia voluto toccare con mano, la realtà da lui stesso creata, un conto sapere tutto e un conto è provare umanamente a vivere quella realtà come un qualsiasi essere inferiore, in questo modo in un certo senso ha superato se stesso, non solo umiliando la sua deità, ma soprattutto vivendo con mano, la realtà che egli stesso creò, come un essere umano. Quindi ritengo che dopo tutto, Gesù poteva anche aver avuto un fidanzata, certo questo pensiero, per noi è scandaloso, ma dopo tutto, se ci pensiamo bene lo stesso Padre Eterno ha scelto una donna mortale per far da madre a suo Figlio. Quindi il figlio non avrebbe fatto nulla di male, se non la stessa cosa che aveva fatto prima di Lui il Padre suo Celeste. Dopo tutto qui non parliamo di esseri umani, ma di Dei, sbagliamo sempre quando rapportiamo Gesù a noi, perché Gesù è un Dio, quindi come tale può fare quello che vuole, certo noi pensiamo sempre che per essere il capo di una chiesa santa, si debba essere perfetti cioè privi di peccato, ma sicuramente....ma la perfezione sta nell'anima principalmente e noi non possiamo giudicare le azioni di un Dio...neppure quelle di suo Figlio.... ma Gesù in questo non ha fatto nessun peccato, perché il Padre Suo ebbe con Maria un figlio.
Quindi non è l’amore tra una donna e un uomo il peccato, il peccato sta nell’impurità del gesto, nel pensiero, e nelle azioni impure, ma quando l’amore tra due persone è puro, non c’è peccato. Anche Dio fonte dell’amore, può aver desiderato un figlio, so che il discorso è complesso soprattutto perché si teme di offendere Dio, ma la verità potrebbe essere più semplice di quello che si pensa.
Ritengo che non si affatto incompatibile una possibile fidanzata o sposa di Cristo,  con l’immagine di un Cristo solo tutto proteso ad insegnare, la legge, e far comprendere le sue parole.

Gesù  può e non può essere sacerdote perchè esso è la dinvinità alla quale si deve le proprie attenzioni, e si da tutto di noi, esso è Dio, e come tale deve essere visto, non un uomo! Esso viene considerato il pastore dei pastori, certamente, ma è anche Pastore Re, così come è Dio.
Un sacerdote serve la divinità, adora Dio, lo prega e lo invoca, è colui che esegue i suoi compiti, ed è colui che intercede verso l'uomo e porta a Dio le richieste degli uomini, quindi Gesù come Dio e come divinità, come essere soprannaturale può anche avere una sposa e non solo la sposa raffigurata come la chiesa.

Quello che con questo discorso può ledere qualcosa è il messaggio che Cristo da a Pietro, di lasciare la sua famiglia, per esso, ma credo che Cristo così facendo volesse dire che coloro che devono divenire sacerdoti devono  tassativamente privarsi di una compagna. Qualcuno dirà, ma se Dio ha trovato in Maria la sua sposa per darsi un figlio perché mai noi chiesa dobbiamo provarci di eventuali famiglie e mogli? i motivi sono semplici, primo e lo ripeto, non confondiamo Gesù con qualsiasi essere umano, Gesù è figlio di Dio quindi un Dio, ognuno di noi è solo umano, Gesù è Dio e come tale fa tutto in modo perfetto e anche l’amore che ha dato o può aver dato a chiunque era senza peccato, mentre noi umani spessissimo diamo un amore impuro, ben poco disinteressato, e molto peccaminoso.

Quindi la richiesta di Gesù, di avere una chiesa di sacerdoti casti aveva una sua funzione, quella di evitare all’uomo attacchi satanici, che con il peccato sessuale sarebbero e sono molto frequenti. Quindi è logico chiedere agli apostoli la castità sapendo che l’uomo cade facilmente in questi peccati, che si farebbero anche con la moglie, perchè il dire a Pietro lascia tua moglie ecc, indica proprio che si fa peccato di lussuria anche con essa, se il tuo amore verso di lei non è di tipo puro.
L’uomo non è Dio. Cristo è Dio.

Per me potrebbe essere stato anche vero che Gesù poteva aver delle attenzioni per una donna, non ci sarebbe stato nulla di male, e nulla di peccaminoso.
Inoltre dobbiamo anche pensare che un Dio ragiona in modo molto diverso da noi, lui è Dio, noi solo uomini. Non è che per questa ragione noi dobbiamo sentirci inferiori, ma il dato di fatto è questo, la chiesa sbaglia quando pensa a Gesù come un essere umano, hanno sempre sbagliato, i suoi pensieri non sono quelli di un essere umano ma di un Dio, che va ben oltre il pensiero umano… ed invece ogni singola parola che si legge negli scritti di tutti i santi, teologi, è sempre rivolta a Gesù come un essere umano, addirittura la stessa parola del Padre Celeste, è sempre letta alla luce di una mente inferiore che la riduce alla sua bassezza.

Poi chi dice che Maria non possa essere una sacerdotessa, questo è sbagliato perché se essa è Regina sopra ai santi, martiri e perfino angeli, significa che essa ha un potere più grande di tutti costoro, e possiede anche un suo trono, certamente non eccessivamente lontana dal figlio Suo. Quindi se il Figlio suo, è Re, e lei è Regina, non certo è la sposa del figlio, ma certamente è la sposa del Padre Celeste. Come si fa a dire che non può essere anche sacerdotessa,? Non si può, solo perché taluni esseri umani maliziosamente ci hanno inculcato che le donne sono inferiori! Ma Gesù mai parlò di inferiorità femminile, anzi se fosse stato così, non avrebbe salvato la Maddalena, cosa  che invece fa. Anzi direi che Gesù era sicuramente circondato da molta gente e sono certo anche da molte donne, che lo seguivano, oltre che uomini. Si è, sempre detto che la sposa di Cristo è la chiesa, ma sicuramente la chiesa è la sposa, ma non sposa carnale, penso che Gesù come il Padre suo, avrà voglia di prendersi una sposa? O no! Io penso di si! O pensiamo che non possa averne, sbagliato, come il Padre Celeste trovò in Maria la sua sposa terrena, perché mai il Figlio non possa ripetere la stessa cosa? Chi lo dice, che non può, noi? con la nostra solita presunzione che vogliamo dettar legge a Dio stesso!  Ma se è un Dio, potrà far delle cose sue quello che vuole, o no! Visto che tutto gli appartiene.

Gli esseri umani, sentenziano pure Dio, come se fossimo autori dell’esistenza di Dio, quando non siamo neppure proprietari della nostra stessa vita.

Ma abbiamo capito chi è Dio? No!

Brancoliamo ancora nel buio delle tenebre della nostra coscienze, ma Dio non lo conosciamo.

Con  da questo discorso nessuno si deve sentirsi autorizzato nel dire, ma dato che Gesù avrebbe (non si è sicuri) baciato una donna, allora noi possiamo fare quel cavolo che vogliamo, no, no! Anche se fosse vero che Gesù ha baciato una donna, ma c'è bacio e bacio, il bacio sentimentale non è il bacio lussurioso pieno di peccato, facciamo una distinzione in ciò....  Quindi un bacio sulla bocca può essere setimentale e dice solo che si ama quella persona ma si ferma lì, senza andare oltre... mentre se uno bacia con tutti i tiri che facciamo noi, compresa linguetta...o in altri posti, che non sia solo la bocca... quello non è un bacio d'amore ma di lussuria, che mira al sesso....

Quindi nessuno si senta autorizzato a pensare, ma dato che Gesù forse ha avuto la findanzata, allora noi siamo autorizzati ad aver e far quel che ci pare, perchè solo i lussuriosi e i maligni vedono il male dove non c'è.

FUGGITE DA CHI VI ADULA E DA CHI USA CRISTO CONTRO CRISTO.

Attenzione a chi vi omaggia e vi adula!!! Tutti noi siamo felici quando la gente ci fa i complimenti, ma quando questi so...