Le mie note: Spiriti e esorcismi

4 maggio 2013 alle ore 13.03
Spiriti e esorcismi.
La materia degli esorcismi è strettamente legata alla natura degli spiriti, soprattutto dei demoni che la caratterizzano, è sì, perché sono loro la causa  x dalla quale si praticano gli esorcismi o le preghiere di liberazione o le invocazioni per tutelarci da essi.
Sull’argomento molti hanno letto molto, ma alle volte non ci spingiamo mai abbastanza per capire certi risvolti, che spesso vengono solo trattati marginalmente anche perché alla volte non si conoscono.
Cercheremo qui di capire qualcosa, per prevenire e capire il problema che oggi è veramente colossale.
Le domande che si possono fare sono veramente molte data la complessità e vastità del settore.
  
Ma potremo innanzitutto parlare di cosa sono i demoni?
Prima di far ciò dobbiamo dire che sono entità o spiriti di una natura differente dalla nostra, anche se possono prendere forma fisica umana, come quella animale. Gli spiriti sono dei soggetti realmente esistenti(cioè viventi), non come molti dicono delle invenzioni, o delle metafore che qualcuno ha costruito per soggiogare le menti delle genti psichicamente deboli. Una delle astuzie di satana è proprio quella di far credere di non esistere, per cui l’essere umano è indotto a credere che non c’è, ed esso sostiene questa tesi. I demoni in origine erano degli angeli, creati da Dio e a Dio sottomessi per loro spontanea volontà. Essi si sono determinati a causa della presunzione di uno di essi, che si è posto assieme ai suoi sottoposti in contrapposizione a Dio, la storia più o meno la conoscono tutti, possiamo sorvolare. Questi esseri spirituali hanno conservato tutti i loro poteri di angeli, ma invece di essere spinti verso l’amore di Dio, si sono spinti nelle ribellione contro di Lui, e opposti alla sua legge Eterna. Da qui nascono i demoni giurati nemici delle creature, create da Dio a sua immagine e somiglianza. I quali, dopo la cocente sconfitta e rilegati nel loro mondo infernale, da li attaccano ogni singolo essere vivente, portando danno agli esseri che maggiormente Dio ama, gli esseri umani.

La forza di un demone, è proporzionale al grado che occupava presso le fila angeliche e al potere che possedeva, il demone principe di tutti i demoni si chiama Lucifero che noi conosciamo anche con il nome di Satana o altri soprannomi. Gesù stesso ne parla nei vangeli dicendo: " ho visto satana scendere come folgore dal cielo"  questo brano è molto significativo perché non  solo fa capire che Gesù era presente quando Satana è precipitato, ma anche che è avvenuto in un tempo lontano dal tempo della sua venuta sulla terra, come uomo. Da ciò si evince che Gesù è un essere soprannaturale vivente fuori dal tempo e dallo spazio, esistente in una realtà diversa da quella fisica. E questo è un dato di fatto!

Passiamo capire come un demone penetra dentro ad un essere umano?
Si deve sapere che l’unico veicolo per gli spiriti che siano buoni o cattivi, è l'anima, unico mezzo che noi possediamo per facilitare tale passaggio, è questa entità spirituale personale che permette a tutti gli spiriti di entrare ed uscire da essa, infatti Gesù ne parla con la parabola della casa pulita e vuota, che può essere presa da uno spirito maligno, ma che poi esso andrà in cerca di altri 7 suoi compagni, si i demoni si muovono in drappelli di 7.  L’anima è dunque il passaggio naturale che hanno gli spiriti sia di Dio che del demonio per entrare ed uscire da un essa. Ma a questo punto ci chiediamo come sia possibile? L’anima è un entità spirituale diversa nelle sua forma energetica da altri tipi di spiriti, per esempio è diversa dagli angeli e dai demoni stessi, ma è molto diversa anche dall’entità divina di Dio. La nostra anima, è legata a noi mediante un punto ben preciso collocato nel nostro sterno, precisamente nel cuore. Quando una cuore cessa il suo vivere l’anima si stacca ed è pronta per uscire dal corpo, l’anima esce ed entra nel corpo mediante la bocca, solitamente quando un soggetto esala l’ultimo respiro essa esce, ma permene attorno al corpo ancora per un po di tempo, prima di allontanarsi definitivamente oppure può essere richiamata in altro luogo dalla volontà divina, non per un naturale allontanamento. L’anima possiede come ,un ingresso di tipo spirituale; potete immaginare l’anima come un lenzuolo avvolto attorno a se stesso, il cui centro è vuoto. È il centro di quest’anima che fa da porta per l’ingresso e l’uscita di qualsiasi entità. Ma sta alla nostra mente(pensiero, desiderio, decisione) di far entrare in noi uno spirito buono o uno spirito cattivo. Si perché in realtà ogni tipo di "possessione" è determinata, dalle nostre decisine e volontà, non è lo spirito che entra per sua volontà, ma solo e solamente se noi glielo permettiamo, quindi anche Dio e suoi angeli possono entrare in noi, per nostra volontà, grazie al fatto che Dio ci ha reso liberi, se così non fosse stato, noi saremo stati obbligati ad accettare sempre e solo il più forte cioè Dio. Ma in questo si nota la magnanimità di un Dio libero e che lascia liberi, almeno per quel che riguarda la vita terrena e le disposizioni per la nostra anima, sempre in riferimento al tempo della nostra vita. Quando uno spirito ha preso possesso della nostra anima, nel caso dei demoni è molto difficile liberarsene perché essi, si aggrappano con e tutte le forze ad essa, solo mediante opportune preghiere dette anche esorcismi, essi possono essere rimossi. Mentre nel caso delle " possessioni" di natura celeste, che non vengono definite possessioni, per non confonderle con quelle demoniache, ma sono simili....perchè lo spirito prende sempre possesso di quel corpo o di quell'anima...la questione è diversa, perché mentre satana non molla l’anima, Dio lasciando libera la mente del soggetto si predispone ad accettare qualsivoglia decisione dello stesso, e quindi basta che il soggetto non desideri più la presenza dello spirito di Dio, che esso lo abbandona subito.
Le motivazioni che Dio penetra in un soggetto sono specifiche alla natura stessa di Dio, nello specifico esso prende possesso di un anima, perché essa si predispone con convinzione ad essere ed accettare qualsiasi volontà del Creatore, amandolo come egli desidera essere amato, in questo modo, egli ringrazia l’anima, nel assecondare i suoi desideri, mettendo essa a disposizione le sue grazie, poteri, doni e conoscenze.  Mentre le motivazioni del perché un demone penetra dentro di noi, sono tra le più varie, esse sono sempre determinate dalla volontà del soggetto che desidera molte cose,(specie potere, denaro, ricchezza, dominio, ecc) ma basta che queste cose siano contrarie alla volontà e alla legge di Dio, che quell’anima venga posseduta da un demone o più demoni. Tra i vari tipi di attacco demoniaco esistono anche attacchi definiti dalla chiesa lievi, che sono chiamati vessazioni, esse sono praticamente fastidi di tipo vessatorio che un soggetto fisico sente su di se, ma non sono vere possessioni, ma limitate alla sfera personale esterna, ma anche psichica, che induce il soggetto a credere e sentire cose che non ci sono, danno svogliatezza, irritabilità, instabilità, sbadigli continui anche durante le funzioni religiose, ecc. La vessazione è, e viene determinata da peccati di svariata origine. Iniziando con la superstizione  che è la base fondamentale di ogni possibile attacco satanico, ma ci sono pure altre cose, quali la malafede, concetti errati, conoscenze false sulla fede, fatture, malocchi, tarocchi, ecc , questo tipo di disturbo, viene trattato anche con esorcismi, ma certamente il soggetto deve essere pronto a far ammenda dei suoi peccati, altrimenti il passo è breve e da qui si può diventare posseduti; la possessione è di diversi gradi: io ne considero 3: lieve, media e grave.

Si sa che dopo la possessione c’è l’ossessione , mentre un posseduto ha la speranza di essere liberato, il caso degli ossessi è diverso.

La possessione è un fattore non direttamente voluto dal soggetto, diciamo che c’è una copertacipazione del soggetto posseduto, mentre l’ossesso è solo il soggetto umano che decide di sua spontanea volontà di essere preso da satana, quindi da il Si, satana. Il posseduto è derivato principalmente dal peccato e da riti anche satanici.  L’ossesso può anche non essere un posseduto o anche un non partecipante a riti satanici. Questi casi limite oltre ad essere rari, spessissimo sono quasi impossibili da liberare. Perché è il soggetto umano che ha accettato volontariamente di essere posseduto dal demone e si crea un legame profondo con lo stesso. Nella possessione il demone riempie solo l’anima, controlla marginalmente la mente del soggetto umano, e non sempre il demone è presente nel soggetto umano, cioè spesso il posseduto è libero dal demone, ha spesso sprazzi della giornata liberi, per cui si rende conto il posseduto di aver qualcosa e cerca disperatamente di essere aiutato, per tanto è in grado anche di entrare in chiesa, quando il demone non c’è, ma taluni casi riescono anche ad entrarci anche con il demone incorporato, questo avviene perché il demonio sfida in qualche modo Dio, solo quando vi è l’elevazione del santissimo o la benedizione dell’eucarestia che il posseduto va in tilt o meglio dire il demone si manifesta con tutta la sintomatologia tipica. Mentre nell’ossessione il demone controlla tutto il soggetto umano 24 ore su 24, anima, corpo e mente. Un Santo riesce a liberarli.

Nel caso di esorcismi perché l'indemoniato non viene liberato in tempi brevi?Le motivazioni che  impediscono il realizzarsi in tempi brevi ad una perfetta liberazione del posseduto, sono diverse.
1.  L’inesperienza del sacerdote esorcista.
2.  Alle volte anche poca fede dello stesso esorcista.
3.     Il rito esorcistico può essere poco efficace.
4. Anche il tipo di possessione incide su questo fattore, per esempio quanti demoni ci sono nel posseduto e anche quali.
5.     La volontà di Dio a non liberare subito quel soggetto:

a. Spesso questa volontà è determinata da fattori di tipo familiare,  coloro che sono vicini al posseduto devono fare qualcosa per aiutare il soggetto a libarsi, come altre conversioni o altro,  spesso queste possessioni sono indotte da svariati fattori anche extrafamiliari o genealogici.

b. Può essere che non avvenga in tempi brevi la liberazione per altri fattori, a noi non noti.

Ci sarebbe molto altro da dire ma farò delle tappe ….
Anche in relazione alla vostre domande e risposte. Non ho voglia di scrive tutto io, sono sicuro che conoscete anche voi qualcosa … vi pregherei di esporre le vostre motivazioni e racconti se ne avete.

FUGGITE DA CHI VI ADULA E DA CHI USA CRISTO CONTRO CRISTO.

Attenzione a chi vi omaggia e vi adula!!! Tutti noi siamo felici quando la gente ci fa i complimenti, ma quando questi so...