venerdì 27 settembre 2013

L’infallibilità!


By Boanerges Yhwhnn
°°°°°°°°°°°°°°°°°

L’infallibilità!

Lo Spirito Santo non corregge mai se stesso!

Questo è il fondamento di tutto!

Tenendo questo come fondamento di tutto, si comprende dove c'è l'errore! Dio ci fa comprendere che è possibile anche per un laico, capire dove sta la buona e mala fede. 
 Possiamo dire con assoluta verità che questo è un dogma dello Spirito Santo !
Ma che appartiene solo e solamente a se stesso!

L’Infallibilità?

Si discute da sempre del concetto di infallibilità applicato all’uomo , il solo pensiero di ciò mi fa sorridere, perché è assolutamente ridicolo! Non entrerò nei canoni cattolici della chiesa romana, non mi interessano. Sono cose d’uomini fatta per uomini, non sono cose di Dio fatte per Dio. Mi soffermo invece sul concetto dell’infallibilità, essa come già descritto nasce in seno allo Spirito Santo, è esso il fulcro perfetto dell’infallibilità. Non è che ci sia realmente molto da dire in proposito, perché molto ho già detto in altri documenti da me scritti, ma facendo un riassunto, possiamo dire solo questo, tutto parte dallo Spirito Santo, essendo esso perfetto all'ennesima potenza e puro, non può essere non infallibile, la perfezione porta alla infallibilità e all'immortalità, di conseguenza si ha che solo lo Spirito Santo ha la conoscenza per intera nelle sue mani, solo lo Spirito Santo non si contraddice mai e solo lo Spirito Santo non corregge mai se stesso, perché ogni suo pensiero è pensiero di Dio. Esso non può dire ora un si o no fuori posto, esso sa esattamente tutto alla perfezione e calibra con perfezione ogni suo pensiero, al fine di non ripeterlo e correggerlo, non come noi umani, che diciamo una cosa e pochi istanti dopo la smentiamo perché l’abbiamo espressa male, il suo parlare è perfetto, il suo parlare è immutabile, il suo parlare è coerente, il suo parlare non è vano, il suo parlare è perfettamente logico, in una parola il suo parlare è Infallibile, nessuno fuori dallo Spirito Santo si può dire tale, nessuno in tutto il regno, nessuno in tutto l’universo è perfetto come lo Spirito Santo infallibile. Chi avesse tale presunzione di volersi ergere simile alla Spirito Santo non sarebbe più in Dio perché anzi si opporrebbe ad esso contrapponendosi, tentare di assomigliare o vagamente essere simili allo Spirito Santo è una mera illusione della psiche umana, nessuno uomo tranne il figlio dell’Altissimo Dio, può pensare di arrivare tanto in là. Nessuno uomo terreno mortale può competere in nulla nella grandiosa intelligenza della Trinità. Se l’uomo fosse perfetto non commetterebbe errore alcuno in nulla, ogni suo pensiero e ogni sua parola sarebbe logica, raziocinante e perfetta non si correggerebbe mai, ed invece ogni nostro pensiero è ricco di incertezze, di indecisioni di correzioni, anche il nostro parlare è mai perfetto, correggiamo i nostri atteggiamenti, correggiamo le nostre parole, e spesso dalla nostra bocca escono parole d’orgoglio che sono tipiche del nostro agire cattivo. In noi non esiste la perfezione, esiste una perfezione fisica relativa, ma anche quella alle volte ci tradisce, se fossimo perfetti anche in quella saremo immortali, ma neppure la nostra fisicità che è caduca è perfetta, i nostri corpi, si deteriorano e ritornano polvere. La perfezione non abita in noi, può abitare la perfezione di Dio, si! Ma non per molto tempo, perché altrimenti essa ne soffrirebbe, a causa della nostra non perfezione e causa del nostro animo troppo preso dalla cose di questo mondo e dal suo stesso vivere. Quindi lo Spirito Santo può abitare in un uomo imperfetto ma non stabilmente. Gesù detto il Cristo, è l’uomo perfetto della creazione, figlio del Padre Eterno, Egli era ed è perfetto, per questo in esso Lo Spirito Santo poteva risiedere, ma solo in Gesù e in nessun altro. Nessun suo apostolo sussisteva la perfezione e nessuno di essi era infallibile. Infatti le loro discussioni e le loro contraddizioni dimostravano la loro fallibilità, se fossero stati infallibili, non serviva nemmeno discutere di nulla, perché uno sguardo era sufficiente, per intendersi, Gesù parla per perfezione e cognizione perfetta di causa, esso non si contraddiceva mai, non si rimangiava mai la parola data, non cambiava mai il suo giudizio, perché in esso era ed è  la perfezione della vita eterna(senza aver consiglieri). Si sforzava per far capire a parabole, ai sui discepoli e seguaci, i suoi principi di verità, ma essi spesso non comprendevano, anche perché non tutti erano colti, buona parte di essi, era ignorante, analfabeta e ingenuo, quindi poco capiva dei complessi discorsi di Gesù, dove volevano parare. Ancora oggi l’uomo fatica , anche il teologo fatica a capirne e comprendere la vera e celate sua Parola. Ancora oggi si dibatte su mille cose, pensando di aver compreso tutto, ed invece si sono scritti kilometri di carta quasi per nulla, senza quasi senso, alla disperata ricerca dell’l’elisir di lunga vita, si perché cari signori, la verità è questa, l’uomo da sempre ha cercato di diventare e assomigliare in tutto e per tutto al suo creatore, sotto, sotto mentitamente tutti hanno cercato di assomigliargli, per tentare di scorgere quella scintilla di vita, per farci superare la soglia dell’eternità, della conoscenza perfetta. Gesù parla noi della conoscenza; dalla sue parole trapela questa grande conoscenza che per millenni si è celata a noi, nascosta, occultata e lui qui che cerca di rivelarcela, ma giustamente non vuole svelarla a tutti, ma solo a coloro che ne sapranno cogliere i frutti. Quella conoscenza che renderà l’uomo libero dal suo stato corporale, dal suo ego interiore, dalle sue smanie di potere e conquista del mondo e dominio degli uomini, sugli uomini, quella conoscenza che aprirà le porte del regno dei cieli e saremo parte del Dio Onnipotente ed eterno, diventeremo perfetti come egli è, cioè immortali e infallibili.  Ma la razza umana brama tutto ciò per altre ragioni si erge a giudice di altri, controlla le masse con l’ignoranza e con l’odio che istilla in tutti, ascolta il suo lato oscuro che emerge dalla profondità del suo essere e nasconde la mano nera perché nessuno la veda, sotto un manto di luce falsa. Molte volte nella nostra avita incontriamo uomini che convinti di fare il bene, fanno il male di molti scrivo e perseguono una vita, che invece di essere d’esempio per tutti, sarà la perdizione per tutti, cambiano i comandi e mutano la legge ed anche Gesù, che diventa per costoro un nemico da combattere con arguzia e scaltrezza facendo credere al mondo che egli non era il portatore della conoscenza vera, ma uomo semplice che non era infallibile ma umano e non Dio, di uomini così ve ne furono nella storia e ve ne saranno sempre. Dentro e fuori dalla casa di Dio. L’uomo però accecato non vede dove sta la luce vera e si sofferma alla superfice, annaspa pensando che quanto ha per le mani sia la verità, si accontenta di quel testo e quell’altro non domanda al padrone di casa, pensa che la sua mente sia perfetta per poter stabile con presunzione di molte menti, o di altri che si ergono a scienziati della fede, cosa sia giusto, vero o santo, ma l’uomo non perfetto, non ha conoscenza perfetta dell’altissimo, ne conosce solo i margini sfumati e ancora non comprende, se a quel tempo gli apostoli che vivevano al suo cospetto morirono ancora non comprendendo fino in fondo il suo mistero, noi cosa pensiamo di fare molto di più? il mistero di Gesù rimarrà fino alla fine dei tempi immutato, salvo che il Signore non ci dia perfezione di pensiero e conoscenza a noi non rimane altro da fare di essere umili, riconoscerci fallibili e non arrogarci diritti che nessuno ci ha dato, che nessuno ci ha concesso, solo perché crediamo di essere gli unici ad aver diretto di disporre delle sue Sante parole, No! Noi non siamo nessuno, per stabilire a chi appartenga la verità, essa è di Dio essa è di tutto l’universo, essa è di tutta l’umanità, non può esistere nessun uomo che la possegga come sua cosa di diritto, la verità è libera è svincolata dall’uomo o dalla sue strutture, mentali e fisiche così come Gesù e Dio sono liberi dall’uomo. Fuori dal tempo, ma nel tempo immutabile dei secoli. Lasciamo a Dio, restituiamo a lui la libertà di dominare il mondo, invece che seguire satana e permettergli di giocare con noi, e scimmiottarci e far di noi, i suoi veicoli, contro quel Gesù che tutto ci ha dato, ma che noi per nostra stoltezza non vogliamo vedere ne amare. Lasciamo l’infallibilità a chi è il possessore naturale lo Spirito Santo, lasciamo a lui questo dogma che non appartiene all’uomo e non ne disponiamo in alcun modo, sono invenzioni umani di umani che si ergono a dei, che non sono! Siamo figli di Dei, ma siamo mortali, non possediamo poteri , e quindi come non essere dei! Siamo solo noi stessi, favoleggiare e immaginare di essere dei è bello, ma non è realistico. Se il potere non viene da Dio, non viene da nessun altro, chi si erge ad infallibile non ha compreso nulla della vera sapienza di Dio, non ha compreso nulla della vera conoscenza che Gesù parla, lasciamo allo Spirito Santo ogni cosa. E lasciamoci guidare con amore da Lui, null’altro possiamo fare, Tutta la legge di Dio si riassume in poche parole, in poche lettere che stanno in una mano.

Se l’uomo fosse perfetto non avrebbe scritto fiumi di libri e decreti per sancire la sua vita e quella degli altri sulla terra, avrebbe scritto una legge sola, ma l’uomo è imperfetto! E ciò si vede dalle sue stesse parole e decisioni, oggi scrivo una legge , domani qualcun altro l’ha cambia e ciò in seno a qualsiasi società, compresa la chiesa. Si crede che un gruppo di uomini possa fare meglio di uno solo, invece non è così, molti uomini pensano  in modo diverso ognuno con il proprio intendimento e desiderio, ma un solo uomo ha un solo pensiero , pondera meglio che mille uomini assieme, e se c’è sapienza in esso, il suo pensare è volto al bene di tutti.  Ma purtroppo oggi  come ieri l’uomo ha mire di potere e smanie grandi di dominio, non si domina l’uomo solo con la legge, ma anche con le parole e le azioni maligne, che pur apparendo benigne sono maligne.

Anche con le sentenze di un uomo che vuol apparire buono, ma nel suo cuore vi è l’inganno, egli sentenzia usando la parola santa contro l’umanità che gli si oppone. Quest’uomo è un ingannatore un demone, Dio non ama quanti dicono di seguire la sua legge ma la usa contro i fratelli, lasciate a Dio le decisioni sulle anime, occupatevi del mondo per convincere questa anime a liberarsi della schiavitù di satana, e voi stessi fate lo stesso.

Se l’uomo fosse perfetto, non correggerebbe altro uomo, se l’uomo fosse perfetto non farebbe congressi per correggere parole di altri, non ce ne sarebbe bisogno, perché la perfezione porta all’infallibilità e all’eternità, gli uomini vogliono solo ergersi a dei, per sentirsi infallibili ma in questa loro ricerca dell’immortalità trovano una mortalità più grande e cresce in loro l’orgoglio che si cela anche a chi si crede grande, potente e apparentemente santo.

Se l’uomo fosse perfetto, scriverebbe tutto una volta sola, ed invece scrive e riscrive finche ogni sua parola non sia perfetta a suo dire e secondo il suo intendimento, non secondo perfetta volontà del Padre Eterno.

Se l’uomo fosse perfetto, non riscriverebbe la legge che egli pone per se mille volte e ancora non basta!

Guardate Dio, la sua legge è immutabile essa vale tanto per gli uomini che per gli angeli!

L’uomo ha una volontà molto diversa da quella di Dio!

 Il suo parlare è dettato da volontà umane e dal desiderio di sopraffazione, anche tra i santi vi erano invidie e gelosie, come si può essere tali se si ha in se queste pulsioni demoniache?

Non avete imparato nulla da Gesù, non lo avete capito e non avete compreso ancora oggi il suo vero mistero!


Lo Spirito Santo non corregge mai ste stesso!

Cosa preclude questo? Che molto spesso non c’è Spirito Santo negli uomini!

Neppure in coloro che sono “santi” in vita.

Ed essi parlano solo perché hanno fiato in bocca!

Come diceva Dante “un buon tacer non fu mai scritto!”


By Boanerges Yhwhnn

FALSE VERITÀ

Noi uomini pretendiamo che il Signore ogni giorno che passa ci dica una cosa diversa, ci informi di tutto quello che dovrà accader...