sabato 31 maggio 2014

Le intuizioni geniali Sono pensieri che vengono dallo spirito.

Le intuizioni geniali Sono pensieri che vengono dallo spirito.

Noi pensiamo generalmente che tutto ciò che circola nella nostra psiche sia di origine umana, invece da quanto mi è stato spiegato, non è così, una buona parte di quello che esce dalla nostra mente è di origine umana, ma una parte non lo è!

Noi ogni tanto nella nostra giornata-vita, abbiamo delle intuizioni, queste non sono affatto di natura umana, ma bensì di natura spirituale avviene quando lo Spirito(anima) si pone in contatto con la nostra mente-psiche (cervello) e comunica ad esso la sua conoscenza, ecco che abbiamo l’illuminazione, l’intuizioni, questo evento può avvenire a chiunque, non solo ai santi, ai veggenti, o a persone religiose, no, no, proprio a tutti gli esseri umani. Poi bisogna distinguere le intuizioni di natura benigna e le intuizioni di  natura maligna, si perché ogni spirito per motivi a noi sconosciuti può elargire una conoscenza, solo che se essa è fatta da spiriti maligni, ha dei propositi di distruzione e spesso questa viene esercitata, verso menti che per esempio devono costruire armi di massa, di sterminio, verso scienziati desiderosi solo di scoprire cose che attuano il male e il arrivare a ottenere un bene personale, ma non solo scienziati, ma anche politici, commercianti, artigiani, artisti,  religiosi che vogliono far carriera, tutte le classi sociali, ne sono investite ecc. dipende tutto dal nostro proponimento, ciò dalla finalità che compiamo quell'opera. Se l’opera ha una finalità positiva ecco che lo spirito ispiratore è buono, può essere un angelo che spesso sono quelli preposti ad aiutare l’uomo a risolvere i loro problemi quotidiani, e quindi ti trasmettono il loro pensiero sotto forma di intuizioni, anche geniali, che risolvono i tuoi piccoli problemi quotidiani, ma anche veri e propri flash che possono risolvere un qualcosa di complesso. Gli spiriti possono trasmettere di conseguenza a noi, qualsiasi pensiero, buono o cattivo, malvagio o benevolo, santo o demoniaco, non c’è limite a chi ti suggerisce qualcosa, può essere satana stesso, come può essere Dio stesso, tutto dipende dall'animo del soggetto in quel determinato momento. Non si pensi che ad un soggetto, che è santo, un demone non possa parlare, sbagliato, anzi nessuno glielo vieta, dipende dal sentimento che anche quel santo può avere in un determinato momento della giornata, per essere catalizzato da uno spirito non buono … Gesù lo dice chiaramente a Pietro questo discorso, quando gli dice, non da lui veniva quel pensiero, ma dal Padre Celeste che te l’ha suggerito …. Questo fatto fa capire che noi esseri umani siamo in balia degli spiriti, essi ci dominano molto di più di quanto noi stessi immaginiamo … ed interferiscono in modo decisivo sulla nostra vita e sull'andamento, anche della nostra esistenza, solo che se fossimo interessati solo da spiriti buoni, tutto andrebbe bene; il problema è che siamo anche interessati da spiriti malvagi, e di conseguenza, siamo tirati come elastici da un parte all'altra e la nostra vita si bilancia tra il bene e il male, dipende tutto da noi, dalla nostra natura a compiere più il bene o il male, cioè dalla natura personale di ognuno. Da ciò si comprende che gli spiriti ci governano in maniera decisiva e non affatto sporadica, ma molto presente, molto più presente di quanto non immaginiamo, se a Pietro lo Spirito del Padre gli comunica che Gesù è il figlio di Dio, sta ad indicare che in realtà noi siamo un ricettacolo naturale per le comunicazioni con qualsiasi entità. E che le entità qualsiasi, possono usarci come meglio credono, ecco il perché la preghiera diviene fondamentale per impedire a satana e suoi demoni, di star lontani dalla nostra mente ed anima, per non essere eccessivamente influenzata, e noi non divenire inconsapevolmente suoi schiavi, chi non prega e soprattutto chi non crede fermamente che Gesù è Dio, e figlio di Dio e chi non crede nella sua Parola rivelata il Verbo, è preda di satana.

Faccio un esempio una volta a me è capitata una cosa strana,  dovevo andare a far la spesa, mia madre mi stava dettando una lista di cose da prendere, nello scrivere non so come ho fatto, in mezzo alla lunga lista della spesa, rileggendo poi, mi accorgo che avevo inserito una preghiera, questo è un uso di uno spirito che ha usato non la mia mente, ma l’anima e il mio corpo senza che me ne rendesse conto. Credevo di scrivere solo la lista della spesa, ed invece in un lasso di tempo breve ho scritto anche questa preghiera a Dio.  Questo è un caso un po’ limite, nel senso che non è un intuizione ma una presa del corpo da parte di uno spiriti di Dio, mentre la mente era impegnata a scrivere ed ascoltare mia madre e a rispondere a lei, le mie mani e l’anima erano impegnate a scrivere sia la lista della spesa che a scrive questa preghiera, possiamo dire che è un caso limite; un doppio utilizzo di un corpo. Ma la cosa curiosa è che il cervello non registrava, l’attività di scrittura della preghiera, mediante gli occhi e solo dopo che ho riletto la lista mi sono accorto con mia sorpresa cosa avevo scritto. Questa è un attività extra che gli spiriti possono fare a tua insaputa.
Questo esempio apre una luce su come avvengono anche altre manifestazioni che noi alle a volte non ci rendiamo conto, di fare, siamo usati da spiriti per fare cose che non vorremo fare, mentre gli spiriti positivi, non agiscono per il nostro male, ma sono tutti propensi ad aiutarci in mille modi diversi, gli spiriti negativi o maligni fanno di tutto per istruirci negativamente dando a noi ogni sorta di idea atta ad agire per il male del mondo, e alle volte per un bene nostro ma finalizzato a ottenere un male nostro non in questa vita, ma certamente ad ottenere un male per gli altri … quindi un bene per noi e un male per gli altri …

Ma ciò si può allargare ad altri discorsi, che noi usualmente non comprendiamo perché ritenuti dalla scienza erroneamente come manifestazioni instabili della nostra mente o manifestazioni dissociative, che la psiche non registra o ricorda, ma non è così, intanto la scienza non può spiegare nulla di quello che essa non può dimostrare tangibilmente in concretezza, se non con tante chiacchiere, e tante ipotesi, anche assurde, per principi scritti da altri che credevano di aver capito chissà cosa, e poi trasformati in verità, assodate e pretestuose, al solo scopo di creare un principio di quel determinato caso, per essere poi, dalla società stessa convalidate e ritenute valide, come principio sicuro su cui basarsi!. Tutti gli scienziati psichiatri e filosofi, ecc. Hanno fatto altro che ipotizzare su basi erronee, quello che loro stessi non si spiegano, si sono dati regole e leggi scritte e  non scritte per spiegare i moti del pensiero umano e animale, quando questo è ancora oggi estremamente oscuro agli esseri umani, si teorizza su precostituiti pensieri di altri esseri umani che hanno fatto storia, ma dei moti della psiche, effettivamente nessuno sa nulla, sono solo una montagna di ipotesi spesso contrastanti tra di loro. Studiare su testi scritti da altri, significa fossilizzarsi su cose che possono essere anche sbagliate, non si va da nessuna parte!

Se la scienza sapesse invece che la nostra psiche è ricettacolo di spiriti che ci usano per i loro motivi a noi sconosciuti potrebbero capire che spesso molte nostre manifestazioni di natura non del tutto logica, per noi, sono condotte da questi, forse capirebbero perché la mente non registra tali eventi. Efferati assassini, di alcuni soggetti sono presi nella società di cui gli stessi non ricordano assolutamente nulla, possono essere stati compiuti non dal soggetto in prima persona, ma dallo spirito che li ha dominati, da un demonio che in un certo istante è riuscito a penetrarli, e inducendo il corpo senza la volontà della mente ad agire così.

La scienza dice che è un malato mentale, ma siete sicuri? Certo la scienza non vuole neppure pensare che possano esistere spiriti, anche perché secondo la razio umana, un umano deve essere sempre coerente con la sua vita, e la sua natura psichica, cioè deve sempre saper quel che fa, se esso non sa quel che fa significa secondo la scienza umana, che quel soggetto non è psichicamente stabile, ma dato che la scienza della psiche teorizza solo  e non sa nulla di nulla perché la realtà di oggi è ancora questa, tutte teorie e nulla di concreto, infatti negli ultimi 100 anni la scienza ha dato una svolta notevole alle conoscenze antecedenti, e a ha distrutto gran parte di quello che altri avevano ipotizzato. La scienza umana progredisce a ipotesi, ma in realtà non progredisce affatto, rimane sempre sullo stesso livello, distrugge il vecchio per creare il nuovo, e che poi sarà soppiantato da altro nuovo e via di seguito, questo atteggiamento della scienza dimostra solo una cosa, che non c’è nulla di quello che facciamo che sia realmente sicuro e stabile nel tempo. Per la scienza nulla esiste, ma gli stessi scienziati sono prede di satana, senza che loro nemmeno se ne accorgono, e il demonio fa di tutto, per impedire loro di cambiare idea, non gli da fastidio, non li infastidisce nella maniera più assoluta, gli dona anche molta genialità, gli dona molta “fortuna”, e gli da molta benessere, e spesso nemmeno si ammalano tanto … ma sono sempre presi da uno spirito satanico critico, che è un demone particolare di opposizione a tutto quello che è di natura divina, per cui tutti gli psichiatri sono presi da questi spiriti, alle volte però anche costoro hanno crisi di identità, specie gli psichiatri, si sa bene. Ma certamente nessuno ne deve parlare, sono tabù che devo rimanere celati …

E questo ragionamento, poi confluisce con quei casi di persone che non si rendono conto di agire nel male, e solo dopo aver compiuto il fatto, rimangono come spaesati e non capiscono come sia possibile che essi possono aver compiuto tali atti, la spiegazione si legge sopra, questo avviene quando uno spirito si impossessa anche temporaneamente di un soggetto, può avvenire e la mente no ricorda assolutamente nulla di quello che è avvenuto, perché in realtà lo spirito usa il corpo e non lascia alcuna traccia nella mente del soggetto …. Questo fatto lede la libertà, ho sempre detto che in realtà noi esseri umani siamo liberi fino ad un certo punto, ed infatti sotto l’aspetto spirituale non sia affatto liberi, perché per essere liberi dovremo non avere l’anima, ma è l’anima che regge il corpo, non viceversa. Siamo stati fatti per contenere un involucro spirituale, siamo stati progettati per questo scopo, per aver dentro di noi un soggetto uguale a noi, che cresce con noi, che permette agli spiriti di essere presenti dentro di noi; anche gli animali contengo uno spirito, solo che il loro è diverso dal nostro, che è direttamente di natura divina, cioè viene da Dio stesso; mentre gli animali hanno uno spirito molto inferiore che è fatto solo per essere uno spirito buono, infatti un animale non può contenete per lungo tempo uno spirito maligno. Può avvenire alle volte che un animale sia preso, da uno spirito maligno ed infatti tale animale si comporta di conseguenza male, cioè è più aggressivo del solito, o fa cosa che non dovrebbe fare, ma sono casi rari; quindi difficilmente può contenere uno spirito … ce lo dice sempre Gesù, con la parabola del posseduto che poi inviò i demoni nei porci, il loro spirito non è predisposto per contenere o per essere assediato da spiriti maligni, ma solo da spiriti benigni, per cui, l’animale pur di libarsi dallo spirito brama morire e cerca la morte.

 Quindi quando si dice che gli animali non posseggono uno spirito non è vero, lo spirito che posseggono, è uno spirito decisamente inferiore al nostro, di natura diversa dal nostro, se non possedessero uno spirito che li sorregge, non sarebbero vivi … anche le piante posseggono un spirito di tipo energetico, che permette loro di vivere, ma esse non possono essere prese da nessuno spirito, però le piante distinguono la natura degli spiriti anche gli animali fanno lo stesso, solo che le reazioni dell’uno e dell’altro sono diverse, le piante corrispondo offrendo a Dio quello che producono, parabola del fico, e gli animali fanno egualmente...e in presenza di spiriti maligni, sia gli animali che le piante tendono a lasciarsi morire, non posseggono la capacità difensiva. Mentre lo spirito umano(anima) è capace di opporsi, allo spirito negativo o malefico, e può anche resistergli, ma tutto dipende poi dalla decisione dei singoli essere umani …. Se lasciarsi prendere da questo spirito o opporsi, generalmente l’anima fa di tutto per opporsi, ma quando il desiderio del cuore o della mente dell’uomo è superiore a quello dell’anima essa soccombe.  Possiamo allora dire, che gli spiriti ve ne sono tanti tipi, a seconda della funzione che rivestono nella creazione …

Ogni cosa che esiste e che appartiene a questo universo materiale viene sostenuto da uno spirito, che agisce secondo la natura stessa di quello spirito, anche le cose che noi definiamo inanimate in realtà posseggono un forma spirituale energetica che le rende “vive” gli atomi stessi, posseggono un energia che se fosse per loro, stessi non sussisterebbero in assenza di questa energia che permea tutto l’universo, la quale è la base fondamentale che genera vita, energia che viene da Dio e che da Dio si manifesta. La vita non è solo vita come pensiamo noi, ma è vita anche quella di un atomo, che muovendosi esprime la sua vita, una particella è viva, quando essa si muove e emette energia. Questa energia prodotto dalla particella in realtà non è altro che l’energia di fondo che mantiene la particella stessa “viva”. Su questa base si sono fatte tutte le cose, in un crescendo sempre più evoluto e sofisticato, passando dalle particelle infinitesimali che ancora non conosciamo del tutto, agli atomi, alle molecole, ai cristalli, ai pianeti, alle stelle, ai microorganismi, alle piante, agli insetti, agli animali, all'uomo …. Tutto ha uno spirito che sostiene quel determinato elemento o corpo …

. Di conseguenza, non solo l’uomo che è l’ultimo, è sostenuto da una sua anima specifica solo per lui, ma anche è sostenuto esso stesso dalla stessa energia di fondo che sostiene tutta la materia con cui l’essere umano è creato , quindi la stessa materia che è costituito il resto dell’universo. In questo modo, tutto ciò che ci circonda è vivente …  anche l’invisibile  che noi non vediamo …. La differenza tra un anima umana e quella di un essere inferiore è notevole, perché l’essere umano possiede uno spirito direttamente collegato con la persona del Creatore, mentre tutti gli altri esseri posseggono uno spirito inferiore, che pur governa i loro corpi, ma non come quello umano che è uno spirito pensante, l’anima umana, interagisce direttamente con lo Spirito di Dio, e  le sue manifestazioni, ma essa secondo la volontà della mente umana può essere presa anche da spirito maligni, è in questo che sta la nostra libertà, nel decidere se far vivere in eterno la nostra anima, o se farla morire in eterno.  Quando ci poniamo con il bene, siamo presi dal bene e abbiamo un aiuto tangibile da parte di Dio, e quindi siamo illuminati, siamo condotti, diveniamo ricettacolo di Dio e delle sue manifestazioni, ecc, oppure se decidiamo anche in un istante di non essere più di Dio, e succede spesso questo aspetto, anche ai santi, di essere presi dallo spirito del male, spesso però gran parte della popolazione è presa purtroppo dallo spirito del male più che da quello del bene … e allora si hanno quelle manifestazioni tipiche, che possono andare dall'astuzia per un proprio tornaconto e quasi tutti ne siamo investiti, chi più chi meno, o da pensieri malevoli, o da decisioni non oneste, ecc …. gli spiriti per quanto l’uomo possa immaginare, influenzano molto di più la nostra vita, di quanto immaginiamo.

Nella società umana ci sono stati e ci sono soggetti che hanno scritto testi sotto dettatura inconscia, indotta da entità … un discorso sono le estasi, un discorso sono le comunicazioni entità à anima. L’anima non affatto presa, cioè “posseduta” ma viene solo influenzata, l’entità spirituale in questo caso, si manifesta trasmettendo alla psiche mediante l’uso dell’anima, la sua volontà o suggerimento. Si perché in realtà le entità hanno bisogno del supporto che è l’anima per comunicare con la mente umana e/o usare il corpo …
Specifico che per possessione non si intende solo la possessione demoniaca, ma anche quella divina, perché entrambe sfruttano lo stesso sistema. Solo che per non confondere le due manifestazione contrarie, si usano termini diversi, quindi il termine possedere prende una connotazione tipicamente maligna. Quando nella realtà è quello che accade anche per la parte benigna.

Per esempio ci sono dei soggetti che credendo di parlare con Dio, parlano invece con il maligno,  questi soggetti non sanno distinguere le due entità specialmente quando non c’è vera fede o c’è una forma di fede distorta e si crede a cose non giuste e non corrette, che non rientrano nei canoni ristretti della fede. Per esempio, tutti quei veggenti che credono che il Signore, consideri tutte le fedi alla stregua della stessa fede di Cristo, costoro sono soggetti facilmente catturabili da satana. Infatti in costoro, satana agisce indisturbato, facendo dire e scrivere cose non vere, o anche cose che simulano cose vere, cioè che hanno una parte di verità mescolata ad una parte di falsità, in modo da far risultare tutto vero .

Ci sono soggetti che per influenzare in un certo modo la società in tempi più o meno lontani sotto ispirazione, hanno scritto testi, che hanno indotto la società umana, e quella religiosa a seguire quasi obbligatoriamente tali pensieri e scritti, affinché si manifestassero certe cose, volute da soggetti umani. Però solitamente quando si fanno simili artifizi, lo scrittore non sa mai bene quanto venga da lui e quanto venga da spiriti di diversa natura, per cui se un soggetto scrive una lista di nomi, in quella lista ci possono essere nomi che non coincidono nella storia, con quello che deve venire, ma possono esserci nomi che invece coincidono. Poi possono esserci altri soggetti che pretestuosamente prendono tali liste e le usano per far in modo che le cose vadano secondo tali liste, cioè inducono la società i cui tali liste, ipotesi, si possono manifestare, e fanno in modo di assecondarle, facendole coincidere.  In tali scritti non è detto che siano tutti necessariamente di natura satanica o Divina oppure esclusivamente di natura umana, possono  anche contenere parti dell’uno e dell’altro. Quando questi scritti non sono espressamente indicati come scritti riportanti un intestazione precisa di chi parla, possono essere delle tre nature contemporaneamente. E spesso tali documenti considerati autentici, sono stati anche scritti da soggetti, che oggi vengono considerati santi!


La cosa fondamentale per stabilire un ottima veridicità dei contenuti profetici, dati da Dio, sta nell'ignoranza, cioè non nell'analfabetismo qualche volta anche positivo, ma proprio nella non conoscenza di testi di altri soggetti “profeti, martiri, santi” . Questo è fondamentale per stabilire con sicurezza la veridicità di tali documenti, una volta esclusa la natura umana di questi testi, c’è da valutare se essi sono di natura divina o satanica. Come ho sempre detto l’unico modo vero, per stabilire la veridicità di testi suggeriti, ispirati, dettati da Dio, sono i demoni, mediante soggetti veramente posseduti. Questo è l’unico modo per stabilire l’autenticità non solo dei testi scritti da costoro, ma anche gli stessi profeti=veggenti, ma anche “santi”. Ma non solo mediante i demoni si può venir a sapere se i  vangeli sono stati ritoccati, dove e come … perché ricordo sempre che i demoni conoscono benissimo il contenuto vero dei Vangeli e della Bibbia, conoscono il passato, mentre il futuro è a loro oscuro. 

FUGGITE DA CHI VI ADULA E DA CHI USA CRISTO CONTRO CRISTO.

Attenzione a chi vi omaggia e vi adula!!! Tutti noi siamo felici quando la gente ci fa i complimenti, ma quando questi so...