sabato 25 febbraio 2017

NON SOLO GLI ANGELI HANNO LE ALI




Noi tutti identifichiamo gli angeli come esseri esclusivamente alati, invece non è vero, non tutti gli angeli sono alati, alcuni non hanno ali, ma diciamo che i più valorosi e l’esercito è dotato di ali, due quattro, sei. Ma qual’è il senso vero della ali, a parte l’uso del volo e come ornamento o al colore, che ne indica alcune caratteristiche dell’angelo.
Le ali sono il simbolo principale della purezza, ma intesa perfezione estrema, le ali bianchissime, sono quelle degli angeli più vicini a Dio, o che abbiano acquistato meriti particolari, tipo S. Mikael, che le ha candidissime, o altri arcangeli ed angeli ma nessuno supera in splendore quello dello Spirito Santo, gli angeli che hanno ali di colori diversi determinano la loro posizione e il loro grado rispetto a Dio.
Ma gli esseri umani non sanno che anche noi abbiamo le ali, solo che le nostre non solo non si vedono ma vengono espresse in forma diversa, a noi vengono date le ali quando noi ci avviciniamo a quello che Dio vuole da noi, e più una persona aspira ad essere immacolata, più queste “ali” ci danno la possibilità di essere in qualche modo simili ad angeli, donandoci poteri che noi chiamiamo carismi o doni.

Chi può ottenere le ali?
Tutti, non esiste nessuna preclusione verso nessuno, salvo il fatto di credere in Dio, cioè in cui lui che salva, e nel suo Cristo, questa è l’unica condizione per poter aver le ali.

Come ottener le ali?
Semplicemente facendo quanto Dio e il Figlio suo hanno detto e dato di seguire.
Ma se fosse solo questo, allora tutti, potrebbero ottenere le ali, ma non è così facile e semplice, cosa bisogna realmente fare oltre che credere profondamente e veramente in Cristo ed essere quello che Dio vuole?

Per ottenere le “ali” bisogna eliminare da dentro di noi ogni forma di peccato, anche la più piccola, eliminare i pensieri impuri, e staccarsi dal mondo, togliere da noi anche la più piccola pagliuzza di ricchezza o desiderio di possedere qualsiasi cosa che ci renda partecipi di questo mondo. Non criticare nessuno, se non fatto secondo la legge di Dio, in sostanza divenire totalmente di Dio, più di quanto non possa essere un sacerdote della Chiesa Cattolica, che per quanto insegni cose giuste e professi un vera fede, ma anche loro non posseggono le “ali”, perché non sono in grado di staccarli da questo mondo.

Anche le “ali” dei mistici, oggi viventi, a causa dei propri piccoli desideri umani, hanno “ali” tinte di colori non sempre chiari, solo pochissimi tra questi hanno ali chiare, ma nessuno tra i mistici, gli apostoli, e gli eletti ha “ali” bianche, nessuno di quelli oggi viventi.

Quando costoro mirano alla propria felicità e non a quella del prossimo e usano i loro doni, per ottenere benedicici per se stessi, apparentemente per far del bene, sono sulla buona strada di perdere le loro “ali”. Se Cristo avesse agito come costoro, che usano i doni =”ali” per far un bene apparente, non sarebbe stato un giusto giudice di verità, e non avrebbe potuto salvare nessuno, invece Cristo ha superato questa condizione perché Egli è Verità perfetta, e verbo di Dio, Gesù non aspirava di essere santo tra gli uomini, ne per essere riconosciuto da questi come santo, ma per divenir tra gli uomini contestato ed odiato, un segno di contraddizione rispetto all’idea dell’uomo, per cui per Yeshua era importante fare la volontà del Padre Suo e nulla di più. Infatti disse: “ voi farete cose più grandi della mie” che sta a significare che Egli non voleva divenir santo gli uomini, perché lo era già, ma fare esattamente il compito per cui era stato mandato sulla terra.
No umani, pensiamo di aver le “ali”, ma le usiamo molto male, certamente non per far la sola volontà di Cristo, ma per far anche la nostra volontà, se comprendessimo di superare la condizione umana per aspirare al bene comune e eliminare le proprie velleità di sentirci qualcuno tra gli uomini, allora acquisteremo le “ali” della Gloria, quelle che pochi santi in terra raggiunsero.


Non serve tanto per essere angeli, serve solo tanto amore, dedizione vera e sincera per il prossimo, il Signore ci vuole semplici, semplici, come bambini, tornate ad essere bambini, e vedrete che avrete anche voi le ali.

Padre, Figlio, il mistero.

Sabato 24 giugno 2017 Gesù: Io sono, il figlio del Dio vivente e sono il Padre. Caro figlio oggi ti voglio rivelare un...