mercoledì 4 settembre 2013

IL NUMERO DELLA BESTIA 666 TRADOTTO!

Traduzione eseguita il 14 agosto 2013.
by Boanerges YhWhnn

666 tradotto!: Apocalisse 13:18
RIVERDUTA

Prima di tutto devo fare le mie scuse più profonde a BXVI spero che le accetti! 
E cmq sia io ho già scritto che lui è e rimane il vero pontefice di sacra romana chiesa! Che lui poi dica di non esserlo, non sono problemi miei! Certo che se non fosse fuggito avremo avuto un papa martire, starebbe stato tutto diverso!

Una precisazione importante.... 
Premetto io non conosco l'ebraico, ne il greco, ne ho mai letto la cabbalà o altri testi di un certo tipo, sono totalmente allo scuro di queste questioni, però ho una conoscenza in merito a numeri e significati degli stessi è di tutto rispetto, beh quando Dio ti fa lezione per 40 anni, penso che qualcosa uno apprenda!

Tale soluzione non è emersa perché è stato cercato un determinato nome, assolutamente no! E' emersa solo dopo aver effettuato la traduzione, ma solo con la data di nascita che è uscita dallo stesso numero, cioè dal conteggio numerico delle lettere ebraiche, ho potuto evidenziare la curiosa analogia tra i due rifermenti e non è stata una mia volontà, nel cercare quel preciso riferimento, anzi, il sottoscritto non si aspettava assolutamente che tutto questo avrebbe portato ad una certa soluzione. Quindi il riferimento a persone non è stato voluto! Ma è emerso dai dati riscontrati dalla traduzione e dal semplice calcolo numerico delle lettere.

Dato che, la nota da tante preoccupazioni la rimuovo in parte anche se devo dire la verità, non trovo alcun problema, visto che non sono io l'autore dell'apocalisse, ma è Dio, oltretutto di queste traduzioni ve ne sono state molte nella storia, ma evidentemente se qualcuno mi da credito, significa che l'ispirazione di Dio è stata giusta! La nota deve aver scosso molto, altrimenti, chi sa! non avrebbe sortito così grande interesse, quando si tocca sul vivo e si mette il dito nella piaga ovvio che non si è capaci da tare, ma se una persona è intelligente tace e non da adito ad ulteriori commenti, che portano come conseguenza un generale vociferare, con conseguenza che invece di far tacere il popolo, gli si da un sospetto, si stimola ad essere ancora più curioso, si sa come è l'essere umano è fatto! La miglior soluzione per non far sorgere un caso, dietro a qualche parola, è quello di non farlo diventare un caso. 

E Dio Padre che mi ha svelato la traduzione del numero perché ciò è avvenuto tutto all'improvviso, un fulmine a ciel sereno, qualche giorno prima di tale traduzione, non avevo assolutamente in mente di tradurre il numero, è avvenuto dopo la recita di tre rosari consecutivi (La gloria di Dio) questo fa capire che Dio mi ha prescelto per tradurre e questo era il tempo per tradurre tale numero 666. E' Dio che ha sempre celato hai potenti la traduzione per ovvie ragioni, perché si adempisse alla scrittura. 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ma andiamo al nostro problema il seicentosessantasei.
Da secoli e secoli l'uomo ha tentato in tutti i modi possibili ed immaginabili di trovare il nome dal numero, ogni sorta di conteggio e calcolo è stato provato, ogni traslitterazione da un alfabeto all'altro, ogni codice segreto, ma nessuno è riuscito nell'intento, eppure la soluzione era sotto gli occhi di tutti, così facile e così semplice....ma non per nulla le parole dell'apocalisse lo rivelano. In questo sito internet: http://www.laparola.net/brani/brani.php?b=702 abbiamo una delle tante spiegazioni che non portano da nessuna parte. Ora facciamo chiarezza per capire veramente cosa si cela dietro a questa strana ed enigmatica frase, si perché in realtà, non è solo, le poche parole legate al numero che identificano il soggetto legato al 666 cioè la bestia, ma tutta la frase che viene prima, come se, la frase stessa fosse un codice descrittivo.

Apocalisse 13:18. :
Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento(intelligenza) conti il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.”

Questo codice, ha come risultato il numero 666, ma a noi interessa capire principalmente cosa si cela dietro al numero.

Però vediamo un attimo di capire meglio alcuni aspetti... qui si parla di un soggetto che deve avere sapienza e intelligenza, in ebraico antico le due parole si traducono entrambe con una sola parola saggezza, quindi l’autore dell’apocalisse nasconde la parola saggezza dietro a questi due sinonimi, per farci capire cosa? Due aspetti simili ma non uguali.
1.              Ci dice che, il soggetto che deve tradurre questo passo dell’apocalisse deve avere in sé queste caratteristiche cioè sapienza e intelligenza, per poter giungere facilmente alla soluzione.

"Qui sta la sapienza."  indica che la sapienza è da ricercarsi nel libro, cioè in colui che lo ha dettato, come dire chiedete a Dio la risposta. Infatti solo mediante Dio si può dare questa risposta  e così è stato.  Se Dio non mi avesse illuminato con il suo Spirito non avrei mai potuto dare questa risposta, quindi i meriti vanno tutti a Dio.

2.              Ci dice anche che la sintesi delle due parole in ebraico dà come soluzione una terza parola che è la saggezza, questa parola però porta con se’ il suo significato. Chi è saggio? l’anziano è solitamente un saggio. Quindi ci aiuta a comprendere che il soggetto del 666 è una persona che ha fatto uso dell’intelligenza e della sapienza per crescere in saggezza, e solo uno studioso, molto promettente può essere annoverato tra i saggi. Quindi probabilmente un teologo, un filosofo, un matematico, un fisico, uno studioso delle scritture.

3.              Quindi  sappiamo che colui, che deve determinare il nome dal numero è una persona intelligente e sapiente; ma di che sapienza costui ha bisogno? Non certamente della sapienza umana, ma di quella divina con una particolare intelligenza.



L’apocalisse di per se’ , non ha solo una traduzione univoca, ma  una sovrapposizione di eventi, per uno stesso evento. Essa è stata creata in modo tale da adattarsi a diversi periodi storici, non solo a quello antico romano o post romano, ma anche a quello odierno. Diverse parti dell’apocalisse che noi pensiamo essere una di seguito all'altra  in realtà sono sovrapponibili, perché spiegano nel dettaglio l’evento descritto più rapidamente nei capitoli prima. Ma l’autore  intelligentemente fa credere a noi che l’apocalisse fosse un testo più lungo; perché non vuole che l’umanità possa decifrare subito tale numero. Se avessimo tradotto questo numero, avremo saputo e cercato in tutti i modi di opporci a questo destino, però il fatto stesso di dare a noi, la possibilità di trovarlo, fa capire che il Creatore voleva che l’uomo lo rivelasse, ma solo in un determinato frangente.   Questo fa capire una cosa, chi avesse tradotto il numero doveva essere un soggetto speciale, cioè colui che ha in mano la chiave per la traduzione dell’apocalisse, cioè colui che ne conoscere i segreti. Quando l’angelo dice a Giovanni evangelista di mangiare un certo piccolo libro, lo fa per nascondere in Giovanni, il segreto, ma lui non lo deve rivelare, per cui noi abbiamo erroneamente pensato, che quel segreto, fosse andato perso con l’apostolo, invece ciò non è. Vi faccio notare una particolarità che nessuno ha mai fatto caso, tra la venuta di Gesù, ci sono due Giovanni, uno che lo precede il Battista e uno che lo segue l’Evangelista, nessuno ha mai fatto caso a ciò, questo fatto è molto importante per farci capire, che ci sarà un terzo che rivela la verità nascosta, solo un terzo ha la conoscenza in se’ del vero codice nascosto, perché solo in un terzo, Dio ha nascosto il libro.


Ma torniamo alla nostra frase:

Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento(intelligenza) conti il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.”


Perché è un numero d'uomo” identificare un uomo con un numero, potrebbe sembrare strano, se non che, qui non si vuole identificare un nome di uomo, ben preciso, ma un nome che identifichi la sua natura o funzione. Fin dall'inizio della creazione il linguaggio prese funzione numerica, infatti si sa, per quello che riguarda la lingua antica specie l'aramaico, ad ogni lettera dell'alfabeto gli antichi fecero corrispondere un numero, il quale doveva aiutare a descrivere meglio la natura stessa della parola, per cui, tutto si fece con quella logica, quindi la lettera diveniva numero, con questa logica si è scritta l’intera sacra scrittura, che cela alcune verità ancora nascoste.


Ma quale sarebbe questo possibile nome? Certamente non può essere un nome di natura divina, ma un nome che ne descriva la funzione, cioè un nome che richiama come significato dello stesso ad una frase che porta come senso un appellativo ben preciso. Non è un nome comune che ha un significato divino, come può esserlo Emmanuele che significa “Dio con noi” oppure Anna che significa La misericordiosa” no, è una parola che identifica la funzione di un soggetto o meglio dire una caratteristica o un ruolo.  
  
  שישה מאה
שישים
 ושש      /   השש


Vediamo di ottenere il nome dal numero, è facilissimo, ma l’umanità scientifica e teologica ha sempre pensato che fosse una sfida alla nostra intelligenza e alla nostra poca sapienza, da un certo punto di vista lo è, perché in effetti nessuno ha pensato in modo sapiente, ma solo con la logica raziocinante. La sapienza è un dono di Dio, solo se si è ispirati, si ha  la sapienza che ha una connotazione tipicamente spirituale; mentre l’intelligenza ha una connotazione logica e razionale. Come detto sopra, le due parole si fondono prendendo il medesimo significato in ebraico, cioè saggezza e questo è un suggerimento doppio .


Coloro che si sono cimentanti per secoli alla ricerca di questo fantomatico nome, non si sono accorti che il numero era scritto in lettere, perché mai? Perché scriverlo in lettere e non in numero? Perché l’autore non voleva che l’essere umano arrivasse al suo nome troppo rapidamente, ma che venisse alla luce solo in un determinato contesto. Di conseguenza si comprende che l’autore sapeva quando il nome sarebbe stato svelato, perché si parla di Dio come autore, qui non si parla di un intelligenza comune, ne’ di una sapienza umana,  bensì di un soggetto che ha un’ intelligenza fuori dal normale, soprattutto un soggetto con grande saggezza, sia perchì traduce, che per colui che ha il nome segreto nascosto dal numero.


Ora il nome viene scritto per esteso seicentosessantasei, scindiamo questa lunga parola, dalla quale si ottiene: seicento, sessanta, sei. Dalla traduzione del testo scritto in ebraico antico si ottiene questa parola: VI  Santo Sisto.   la parola Santo ha anche altri sinonimi. La parola Sisto sta per sesto è ha un preciso riferimento al 6 re dell'apocalisse che è l'ottavo. Quindi nel numero, è contenuto il nome , la data di nascita, di quale re si parla, cioè la sua posizione rispetto ai sette re. 






 Abbiamo che la parola Santo ha diversi e svariati sinonimi:



consacrato santificato





assistito, protetto, custodito, aiutato              




felice, fortunato, provvidenziale                    





glorificato, sacro, santo 





meraviglioso, splendido, bellissimo, desiderato, atteso               

Ma come si può ben vedere, quello che appare agli occhi di tutti è uno solo che va in accordo con la scritta: VI SANTO SISTO. (però senza voler cercare il nome ad un soggetto reale), ma è indubbio che senza volerlo la mente fa le associazioni anche non volute.

Ora uno può anche dire , beh non è detto che si riferisca a chi porta il numeroVIma a chi appare santo, effettivemente può anche essere. Quindi concentrare le attenzioni su unico soggetto è sbagliato, visto che attualmente chi vuol farsi apparire santo è un altro. Abbiamo che può benissimo essere un soggetto futuro che apparirà Santo. Ma lasciamo al futuro prossimo venturo, gli eventi ed attendiamo con pazienza, l'evolversi della situazione. Che tanto attualmente non è per nulla rosea.

Qualcuno ha detto che la traduzione sarebbe errata, perchè si sarebbe dovuto fare la traduzione dal greco, ma si ignora un dato importante che i teolgi non sanno, Gesù risorto parlava con Giovanni evangelista in Aramaico/ebraico e non in greco. Furono altri a tradurre poi i suoi racconti in greco.




Spiegazione più dettagliata e precisa....



Molti mi hanno scritto, che non si riesce a capire come sia arrivato a tale soluzione perché mancano dei passaggi fondamentali. In effetti non avevo nessuna intenzione di rivelarne l'esatta codifica, per cui avevo deciso di non scrive nulla e lasciare la cosa un po nebulosa, per lo meno chi voleva scervellarsi aveva già una base.

Però poi non volendo che altri si prendano meriti, ho cambiato idea...

I passaggi per la determinazione del nome dal numero 666 sono molto semplici, ve li scrivo in maniera didascalica....più sotto poi metto le immagini così potrete vedere chiaramente lo sviluppo del numero molto semplice.

  1. aprite il browser Google.
  2. Andate sul suo traduttore, naturalmente io ho tradotto dal italiano all'ebraico e viceversa.
  3. Scrivete sul traduttore queste tre parole in lista una sotto l'altra:
    seicento
    sessanta
    sei
  4. dall'italiano all'ebraico
  5. si ha esattamente la traduzione delle tre cifre letterali, nel rispettivo alfabeto ebraico
  6. ora dovete solo osservare il traduttore nell'angolo in basso a vostra sinistra c'è una piccola icone che specifica il modo di traduzione nel caso dell'ebraismo, si vede che tale icona ha una finestrella piccola con al possibilità di selezionare il tipo di traduzione, 'è quella classica data dal traduttore, poi ve n'è un altra che traduce la lingua ebraica con l'aggiunta logica delle vocali, saprete bene, forse meglio di me, che l'ebraico si scrive solo con consonanti per cui l'aggiunta di vocali può modificarne il senso a seconda del tipo di vocale che si aggiunge alle consonanti. Però il traduttore è molto bravo, dato che ho verificato il senso anche con altre vocali. Secondo me quello è il più logico.
  7. Cliccate quindi sulla lettera y che trovare sul traduttore otterrete una traduzione che vi porta come indicativo una certa parola.... sotto il traduttore vi aiuta un pochino di più dandovi un indicazione che forse la parola che cercate è quella segnata in blu cliccandoci sopra comparirà la traduzione precisa. Con l'aggiunta di vocali, le più logiche.

Premetto che io ero arrivato alla stessa conclusione in un modo un po più lungo, ma quando ho voluto verificare che fosse giusto, ho pensato di utilizzare il traduttore istantaneo di Google per cui, questa è la soluzione che ho ottenuto anche nel sistema più lungo, ma è la stessa cosa, per cui, questo è semplice meno laborioso e più immediato alla portata di tutti.

Ora da quello che si legge... il numero 666 diventa :

seicento Sisto
sessanta Santo
sei VI

però se si osserva c'è la possibilità di vedere quante versioni della stessa parola si possono avere con la lingua ebraica, cliccando sulla parola sei,  tradotta, dopo la prima semplice traduzione vediamo che alla parola sei , abbiamo anche un altro numero, come avevo già indicato nel documento precedente.....del 666.

Certamente è una traduzione come molte altre, ma diversa da tutte, perché come ho spiegato, l'autore del documento non è l'apostolo Giovanni Evangelista, ma Dio; e Dio da quello che so! Ha un modo di ragionare semplice, non intendo dire semplicistico, ma molto lineare, e molto logico, talmente logico da voler a tutti i costi celare dietro una piccola furbizia, un numero che apparentemente sembrava tanto complesso, qualcuno dirà ma Dio non è astuto, anche in questo ci sbagliamo perché egli stesso mediante Gesù ci insegna una cosa, che egli usa spesso, : Siate “candidi come le colombe ma furbi come le volpi/serpenti” da questa espressione ho compreso che aveva usato questo metro, per celare il nome. Il problema secondo me, è che molti hanno erroneamente interpretato la traduzione del numero come se dovessero cercarcene un codice, mentre io conoscendo in parte il modo di ragionare di Dio, ho compreso che doveva essere più semplice di quello che si pensa. Dio ragiona in modo lineare, diretto, non ha mezzi termini, ha una sola parola, non si contraddice mai, e non cambia opinione facilmente a meno che non ci sia un serio motivo, però preferisce discorsi semplici, poche parole e frasi molto taglienti, che non lasciano alcun dubbio sulla sua volontà, alle volte fa discorsi molto complessi, ma sono più rare che frequenti per taluni aspetti, ma preferisce semplici. Dio non ama la filosofia. La sua filosofia è lineare, semplice e diretta, sprecare parole non è da LUI.

Sulla base di tutto ciò ho compreso che le interpretazioni date da altri soggetti erano errate, e che doveva per forza di cose essere semplice, solo che tutti si sono concentrati nel voler ricavare altri numeri dal numero, che hanno portato un infinità di soluzioni, quando la soluzione era semplice e diretta e sopratutto una sola.

La parola sisto sta per sesto e per tonsura! cioè colui che portetà una specie di tonsura, in realtà indica un turbante! 

seicento Sisto = sensto, tonsura -> Turbante
sessanta Santo = appare santo
sei VI  = ?







Che sia un pontefice che prenderà questo nome, ma sicuramente è assodato che si tratta di un pontefice, il falso profeta! (Anche la profezia di la Salette che tutti ben conosciamo, sottolinea della presenza dell'anticristo presso il trono di Pietro). Proprio per il fatto che Cristo ha voluto la sua chiesa sparsa per il mondo, (con sede principale in Italia e questo è molto significativo.) Cioè l'apocalisse tratta delle avventure non di tutta l'Umanità ma specificatamente della sua chiesa. Perché tutta l'apocalisse dall'inizio alla sua fine si occupa della chiesa nel tempo. Non si occupa di altri soggetti, se non in modo indiretto come partecipi delle avventure della chiesa stessa, ma il soggetto principale è la Chiesa degli apostoli. Tutti i riferimenti sono chiari. Se poi uno non vuole interpretare in questo modo e vuole depistare verso altri lidi, faccia quello che creda. 

La parola santo può anche prendere come connotazione il termine che si da ai pontefici come sua santità (santo), l'unica cosa rimane il nome, certamente da quello che a me è stato svelato, l'anticristo per essere proclamato Re deve divenire un santo, cioè deve fare miracoli. Anche perché è l'unico modo per lui di essere elevato alla carica massima quindi essere osannato come tale e quindi voluto da tutti i regnanti della terra.

Ora ho sempre detto a chi mi conosce che prima della venuta dell'anticristo ci deve essere una guerra che molto probabile sarà nucleare.

Ora la chiesa spinge anch'essa per NWO e si propone come nuova rivoluzione religiosa per far entrare altre religioni al suo interno. Io non so, se questa idea del NWO sia positiva o no, ma staremo a vedere l'evolversi della situazione.
Quel che è certo che l'anticristo sa di avere poco tempo, forse meno di quello che pensa.   Perché poco tempo?....lo dice la parola saggezza...

Quindi l'anticristo è colui che porta la tonsura o meglio dire il turbante, sarà fatto pontefice, e sarà il sesto!


Curiosità!
Alcune curiosità che tutti noi abbiamo sentito in questi tempi, dopo l'elezione di Papa Francesco I, abbiamo tutti sentito parlare dei 7 sigilli apposti a sette stanze in vaticano, curiosamente da quanto è emerso, 6 di questi erano aperti, mentre il settimo no! Ma la cosa che mi ha lasciato perplesso è che la settima stanza ha un ascensore interno che porta ad un cortile che si chiama guarda un pò Sisto V! la cosa mi ha lasciato un po perplesso, un analogia alquanto strana!


Ricordo a tutti una cosa.... penso importante!!!



"San Giovanni nel Vangelo dice che chi nega che Gesù è il Cristo, cioè il figlio di Dio, questi è l'anticristo!!!!!!!!! 




°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°










La lettura dell'apocalisse mi ha portato a queste conclusioni, spero sinceramente di trovare qualcuno che smentisca quanto sto per dire... mettiamola come un ipotesi, anche perché oggettivamente, finché i fatti non si sono concretizzati non si può dire che sia così, attendiamo pazientemente gli eventi, saranno loro a parlare vedremo dove si arriverà.....io osservo come tutti, e come fa Dio osserva e poi decide, speriamo solo che sia clemente, perché è molto più incavolato di quello che pensano tutti.


Spiegazione apocalisse cap 17:11




Apocalisse cap17 ver 11....." quando la bestia che era e non è più, è ad un tempo l'ottavo re e uno dei 7, ma va in perdizione. "


Chi è l'ottavo re? è il sesto..... perché asserisco questo?


lo dice la frase stessa: che era e non è più" cosa significa? significa che era un Re, ma per suo volere non lo è più, cioè il re ha abdicato; ma tornerà ad essere re, cioè l'ottavo. Ora se ha abdicato, chi lo sostituisce?, il 7 Re, che lo segue e lo precede. ...



Ora tutti gli uomini della terra hanno guardato al discorso apocalittico, coma a qualcosa che riguardava il mondo terreno, sì! riguarda il mondo terreno, ma principalmente il mondo spirituale che quel re vive. 




Che indichi tre doppi pontificati prima delle fine?


Cosa ne sapeva Giotto che la bestia, e che le teste portavano le mitre? lo sapeva perché molto probabilmente S. Francesco glielo disse... 

Un ipotesi: 

L'affrecco di Giotto da la spiegazione esatta di quel che accacrà, probabilmente il pittore è stato ispirato da S.Francesco D'Assisi.
Ora l'affresco rappresenta 7 teste le ultime tre, stanno ad indicare 6 Re massonici, cioè sei pontefici, ma i pontificati saranno doppi ciò significa che ognuno di questi non durerà più di un certo arco di tempo forse non più di 3 e mezzo e forse anche meno, ora l'abbicazione di BXVI che ha dato il via alla sequela apocalittica, ha determinato l'inizio del primo doppio pontificato. 
-cap 12. parla di 1260 x 3  cioè ogni doppio pontificato durerà 1260 giorni.
seguito sicuramente da un prossimo pontefice che durerà altri 1260giorni  seguito da un altro 1260giorni e forse un altro ancora 1260giorni, con la conseguenza che alla fine tutti i 7 pontefici rimarranno in vita, ciò significa che non può essere che BXVI rimanga in vita per 21 anni, impossibile! 

Tutto dipende da che punto si inizia la sequela, di conteggio. 
Perchè questo sarebbe il primo doppio pontificato, a meno che subito dopo bergoglio non ne venga un altro di durata breve, per cui BXVI rimane svincolato, dal primo doppio. 

(GXIII, PVI, PI,GPII,)(BXVI, FI)(S-B)-(R-W)-(AC)

oppure

(PVI, PI,GPII, BXVI)(FI-X)-(S-B)-(R-W)-(AC)

potrebbe essere che il contaggio si faccia solo verso i pontefici massoni, ma io quelli non li so... saltano i pontetifi "normali"

()-(FI-X)-(S-B)-(R-W)-(AC)

Potrebbe essere che i rispettivi pontificati dovrebbero durare al massimo 7 anni in tutto, cioè ci sarà un camnbio di pontefici ogni anno, ma non si sà!. 

Questo spiegherebbe i 7 Re=7 Pontefici per cui sarebbe spiegata anche l'elezione del 8 Re uno dei 7 . Perchè ottavo Re, perchè viene rieletto per la seconda volta, infatti un pontefice non può essere rieletto per più una volta, la doppia rielezione ne fa un nagazione.  E' come se un Re volesse divenire imperatore, nel caso della chiesa, la doppia rielezione corrisponderebbe ad un atto di usurpazione del RE assoluto cioè Cristo, l'ottavo Re-pontefice superebbe di fatto Cristo stesso ponendosi sopra di lui, questo è l'atto che fece Lucifero con Dio, e l'anticristo tenta di nuovo la scalata ma tra gli uomini. Visto che nel regno eterno non c'è riiuscito ci prova nel regno terreno. 

Quindi ognuno di questi 7 Re è un falso profeta, perchè cmq sia essi non sono eletti per volere dello Spirito Santo, ma bensì per volere d'uomo e/o della massoneria. 

L'anticristo sarà il 6 Re cioè 6 pontefice che diviene l'ottavo, quindi tenete il conto. 

Quindi il nome dell ottavo sarà proprio Santo Sisto VI consideranto che ognuna di queste tre parola riportano al numero 666.

...........................................................
Nella profezia di Fatima dichiarata da 
l'11 novembre del 1984, in questo giorno il cardinale Ratzinger - BXVI si legge:

IL MESSAGGIO, NELL'ULTIMA PARTE RIVELAVA CHE DOPO LA MORTE DI UN PAPA CHE AVREBBE CONDOTTO UN LUNGO POTIFICATO(GPII) (OVVIAMENTE PROTETTO DALLA VERGINE MARIA) SI SAREBBE INTRODOTTO NELLA CHIESA DI CRISTO UN FALSO PAPA, ELETTO DALLA MASSONERIA ECCLESIASTICA PER POTER PREPARARE LA STRADA ALL'ANTICRISTO, MA PRIMA CHE IL NEMICO DI CRISTO, IL FIGLIO DI SATANA INDOSSERA' LA MITRA BIANCA CON LE DUE CORNA, SEGUIRANNO DIVERSI PONTIFICATI, (6Re=3 doppi pontificati)

TUTTI ILLEGGITTIMI SENZA LA GUIDA DELLO SPIRITO SANTO, IN QUEGLI ANNI PREPARATORI LA CHIESA VIVRA' GLI ANNI PIU' OSCURI DELLA SUA ESISTENZA, CARDIANLI CONTRO CARDINALI, VESCOVI CONTRO VESCOVI, GRANDI SCANDALI E VIZI SI PROPAGHERANNO, LA CHIESA VACILLERA' IL PASTORE SARA' PERCOSSO.

LA GRANDE APOSTASIA DILAGHERA' IN OGNI ANGOLO DELLA TERRA. TERREMOTI, INONDAZIONI, EPIDEMIE, ATTENTATI E GUERRE SI ABBATTERANNO IN OGNI PARTE DEL GLOBO, L'UMANITA' SARA' SCONVOLTA. MA IO MARIA SANTISSIMA MANDERO' I MIEI APOSTOLI, SCENDERANNO DAL PARADISO PER FORMARE NUOVI CONDOTTIERI DI CRISTO, LA CHIESA NON POTRA' MAI FINIRE, LE PORTE DEGLI INFERI NON POTRANNO MAI PREVALERE SU DI ESSA. PRIMA DELLA SECONDA VENUTA DI CRISTO, CI SARANNO MOLTI SEGNI SULLA TERRA, TUTTI LI VEDRANNO, MA MOLTI, MOLTISSIMI NON CREDERANNO, ALLORA MIO FIGLIO GESU' OSCURERA' LA TERRA PER TRE GIORNI, E DOPO QUESTA GRANDE PURIFICAZIONE, LA LUCE SQUARCERA' L'INTERO UNIVERSO, GLI ELETTI FARANNO RIOFIORIRE IL MONDO, IL MALE SARA' CACCIATO PER UN LUNGO PERIODO NELL'INFERNO, E CHI AVRA' VESTITO LE VESTI BIANCHE VIVRA' NELLA PACE E NELLA SERENITA', LA CHIESA RIOFIORIRA' PIU' SPLENDENTE CHE MAI. ...

“Le dieci corna che hai viste sono dieci re, i quali non hanno ancora ricevuto un regno, ma riceveranno potere regale, per un'ora soltanto insieme con la bestia”. 

1ora = 1 anno a testa e forse anche tutti assieme.



Super sintesi:


Apocalisse 13:18. :
Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento(intelligenza) conti il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.”

Prima di tutto non si parla di un nome di battesimo, ma di un nome che un certo soggetto prenderà, quando divverà l'ottavo Re.


Abbiamo il numero  666   =  seicento, sessanta, sei.

Tradotto :
שישה מאה   =   seicento  =  Sisto
שישים       =  sessanta  =  Santo 
השש  /  ושש =  sei       =   VI  

 1927


  1. Sapienza - intelligenza = saggezza = indica un soggetto di età avanzata = anziano o anche un soggetto di grandissima conoscenza, diciamo superdotato mentalmente.
  2. Seicento sessanta sei = VI Santo Sisto 
  3. Santo ha diversi sinonimi
  4. Sisto sta per sesto 6 = 6 Re che è l'Ottavo!
  5. la prima bestia = il falso profeta = 7 Re.
  6. la seconda bestia = Anticristo =  VI  il 6-8 Re.
  7. il Drago .
  8. Falso Profeta potrebbero essere le iniziali del nome che prende la prima bestia, o falso profeta = P. F.
  9. il Drago sta sopra all' VIII Re, perché cerca di emulare il 9 che è il numero legato alla maternità e legato quindi anche all'Immacolata Vergine Maria S.S. Qui si capisce che in realtà satana tenta di spodestare la Madre di Gesù dalla cultura umana, ma al tempo stesso, cerca di sostituirsi a Lei, facendo credere di essere Lei. Quindi il falso profeta P.F spingerà per l'adorazione delle immagini della Vergine, che gradatamente prenderà sembianza diverse da quelle tradizionali e invece di adorare la Madre di Dio si arriverà ad adorare, la dea Ashtar che sarebbe in realtà Baal cioè satana.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Una nota importante!

Anche sapendo questa verità, nessuno di noi è autorizzato a mettere mano alla storia, anche perché dovete sapere che colui che divverà anticristo al momento che verrà eletto a ottavo Re, si perché l'anticristo si rivelerà solo e solamente all'elezione dell'Ottavo Re, non prima, dicevo che nessuno si senta in diritto di porre mano, nel tentare di modificare il corso della storia, perché se questa storia è stata nascosta fino ad oggi, significa che essa deve proseguire così com'è per ragioni superiori, se l'uomo mettesse mano, a questa storia credendo di modificarne il corso, eliminando il soggetto imputato, X o altri, sbaglia perché allora Dio dovrebbe intervenire prima ancora del tempo stabilito, e chiunque facesse, questa azione, sarebbe condannato all'inferno, ma aldilà di ciò, gli eventi sarebbero mutati in modo tale e il tempo abbreviato che Dio, ha stabilito per il mondo non ci sarebbe più, allora invece di tre anni e mezzo, ne dovremo sopportare molti di più, per giungere alla medesima conclusione. 

 Che non sia usato questo testo, come pretesto per atti di aggressione contro chiunque.
Perché io disapprovo e mi dissocio da chiunque sfrutti questo testo per aggredire chiunque anche l' anticristo o altri soggetti, esso sarà eliminato da Dio stesso, per sua mano, non per mano d'uomo.

Qual'è la vera funzione dell'anticristo, del falso profeta, del drago? quella di provare nella fede tutti gli esseri umani, specialmente i credenti cristiani battezzati, perché l'anticristo, creerà una situazione tale che le più rosee previsioni sono una bazzecola, ma basta leggere in apocalisse per capire.

Non ascoltate coloro che dicono che l'apocalisse è una metafora!



Diamo lode a Dio che ci ha donato questa sapienza!

Io sono qui per testimoniare alla luce, le opere della luce.

Il blog

Consigli sul Blog


Grazie
Che Dio vi benedica e vi copra con il suo Santo amore!


Come ho sempre notato e anche i risultati di questo blog aperto da pochi giorni, mostrano, come la gente sia più propensa verso il male che il bene, infatti solo i sensazionalismi vengono seguiti il resto la parola di Dio poco interessa e questo fa ben capire dove stiamo andando a finire. Il mondo è come un treno senza freni in discesa! 

Messaggi personale.




Messaggi personali: del 8 maggio 1999


+ Figlio ! Ascoltami sono la madre del nostro Salvatore Re Gesù.

Gloria al Padre al Figlio allo Spirito Santo amin….


Figlio ammaestra il cuore alla temperanza, alla virtù Santa, Mio figlio come ti ha promesso ti darà la sua Forza e la sua Potenza al momento giusto. Chiamami sempre quando sei nel dubbio, nelle sofferenza, quando l’oscurità tenta di confonderti, chiama lo Spirito Santo, che scendendo in te, illumini le tue incertezze, i tuoi dubbi. Io sarò sempre vicina a te, ti esaudirò secondo il tuo cuore, secondo le tue sofferenze, sii prudente nel parlare. Mantieniti puro, rivolgiti a Dio Padre che è Padre tuo e di tutta l’umanità, prega e fa pregare. Allontanati da coloro che inquinano l’anima, il bene che fai è fatto con cuore buono, ma fai attenzione a non diventare servo di chi non merita il tuo amore puro.

Le mani insanguinate..

Padova, 13 maggio 2000.


Cari figli, del mondo intero, fermate la vostre mani insanguinate..

Sono Il vostro signore Dio colui che E'!
che vi parla dall'alto dei cieli, colui che vive in eterno, Il Cristo signore, RE dei re, Signore dei signori. Creatore dell’universo, dispensatore di ogni grazia, il Dio forte in battaglia, l’Onnipotente.
Abbiate timore della Santa potenza del Signore, vostro Dio, non sfidate il signore RE degli eserciti, che sono Io.

Io Gesù ho posto le basi della mia chiesa in Pietro e negli apostoli eguali tutti ai miei occhi e nei sui successori; chi è contro la mia chiesa è contro di Me.

Ma anche la mia chiesa deve guardarsi dal non sentirsi superiore a Me, perché la mia legge vale anche per loro. Chi più è cosciente della mia legge, più deve rispondere di quello che commette, alla mia legge.

Chi abbandona volontariamente o per un'altra religione, la fede in Me, sarà bandito dalla dimora eterna.

Che i popoli pagani, non agiscano contro la mia chiesa e il mio popolo Cristiano, perché su di essi cadrà l’ira dell’Onnipotente.

Nessun Dio è più grande dell’Onnipotente, nessun Dio supera il mio volere!

Satana ha fondato su questa terra la sua legge e la posta in cuore ad un uomo malvagio perché la fondesse nei cuori di altri, di un popolo ribelle e ne facesse una fede sanguinaria. MAI il PADRE mio vi ha ordinato di torturare massacrare e far guerra contro altre fedi, contro altri popoli. Convertitevi e pentitevi, pregate affinché il vero Dio sia misericordioso con voi, se porterete morte e dolore, IO che sono Dio Padre-Figlio-Spirito Santo, porrò mano alla mia Potenza e metterò fine per sempre ad un popolo ed ad una fede falsa, che uccide la fede Vera, così come porrò fine al tempo di satana.

Figli di Dio, figli miei amati, abbiate fede, crescete nella fede, crescete nella santità, un ora grave si avvicina per il mondo, un tempo di grande dolore si sta per abbattere su questa terra, le cose passate son passate, ma ciò che deve venire verrà, porterà grande dolore nel mondo, ad ogni uomo il suo destino, ad ogni nazione la sua decisione, schieratevi sempre nel nome del Unico Dio, l’eterno vostro Signore, che sono Io, chi crede in me e non abiura avrà la vita eterna. Ma chi per paura di ciò che deve venire, smentirà la mia venuta, consacrandosi ad altro credo, io lo condannerò! Non seguite satana, vuole portare morte e distruzione in tutto il mondo, non temete la sua religione essa va in perdizione.

Ricordatevi figli che Io Padre-Figlio-Spirito Santo vi amo così tanto, che se le vostre menti capissero quanto vi amo piangereste dalla felicità.


Io Gesù voglio il meglio per i miei figli, vi voglio salvare tutti, ma attendo che voi, accettiate la mia presenza in voi, siete liberi di decidere da che parte porvi, anche se ferite il mio cuore. Ma tutto è nelle vostre mani.

Dio non può essere tacitato!

Padova, 17 settembre 2006.

Cari figli, voi non amate il rimprovero saggio, non volete che il vostro Signore Dio vi richiami, volete solamente messaggi carini e morbidi, che non turbino le vostre delicate menti.
Siete sicuri di credere in Me?
O siete solo presi nell'assicurarvi che nessuno turbi i vostri pensieri e le vostre esistenze, che giustificate così con leggerezza le mie parole, decretando ciò che secondo il vostro giudizio è vero o No.
Siete certi di credere in Me!
O siete solo presi dal vostro amor proprio, che non volete essere ripresi nemmeno da colui che vi ha dato la vita?
Avete realmente compreso cosa voglio Io da voi?
Siete veramente e profondamente credenti in Me?
Fate veramente la mia volontà?
O sono parole vuote, che sprecate per incensarvi e mostrarvi al mondo ciò che non siete?
Molti di voi sono presi dall'apparire, non volete che nemmeno il vostro Dio vi tocchi nell'intimo del essere, ma io vedo tutti i vostri orrori, tutti i vostri peccati, così come i vostri lati positivi.
Vi scandalizzate perché Io Dio do la possibilità a qualcuno dei mie figli di scrutare le vostre coscienze, vi sentite osservati e defraudati della vostra intimità!
O ciò che vi irrita sta nel fatto che, chi vi vede, sa quanto siete poco onesti, vede le vostre incoerenze e le vostre ipocrisie. Sono un Dio severo, tanto quanto sono misericordioso; è comodo per i cristiani volermi vedere come un Dio che perdona sempre, No, Io perdono quando voi chiedete sinceramente ed umilmente perdono! E non perdono sempre, altrimenti non sarei giusto giudice.
La mia misericordia è grande tanto quanto la mia giustizia, il mio amore e la Verità; tutto ha egual peso, non dimenticatelo Mai.
Moltissimi di voi escono dalla chiesa e ricominciano la loro vita come sempre, rifacendo i medesimi peccati e commettendo sempre gli stessi errori. Cosa serve ricevere il mio Santo Spirito e Corpo, se poi commettete sempre le stesse azioni? Pentitevi!, pentitevi! Fate penitenza, fate opere buone e pregate, così avrete la Mia misericordia e giustizia.

Ti benedico figlio assieme alla mamma Mia Santissima.


Dio contro le arti magiche.

Padova 16 settembre 2006.

Cari figli sono il vostro Dio che parla ai vostri cuori induriti e raffreddati dalle vicende del mondo.

Liberatevi dallo spirito di satana; che vi attanaglia l’anima, che vi tormenta la mente, che affligge il vostro corpo. Nel mondo c’è tanto male e poca fede, poca speranza, poco amore. L’inganno dilaga ovunque, il maligno, è ovunque.

Egli camuffa la verità, facendola passare per una menzogna, egli finge di non esistere per poi portarvi verso di lui, vi propone di non seguirmi di dimenticarmi, facendovi credere che se lui non c’è, non ci sono nemmeno Io; molti, moltissimi di voi, cadono nelle sua rete. Una volta che mi avete abbandonato, egli agisce in voi stimolando la superstizione o la bramosia delle ricchezza, del prestigio e portandovi la mente il cuore e l’anima in luoghi sempre più bui, sempre più oscuri, dove difficilmente l’uomo ne verrà fuori , se non ci fossero anime pie, che vi aiutano a capire i vostri errori.
Fuggite il demonio, fuggitelo e non ascoltatelo, pregate affinché il maligno rimanga lontani da voi.

Chi pratica la magia è già nelle mani di satana, liberatevi dalle arti oscure, allontanatevi da coloro che la praticano e da chi ve la propone come rimedio alle vostre sventure.

Oggi nel mondo vi sono molti uomini che praticano la magia, tutti i tipi di magia sono uguali, allontanatevi da coloro che la praticano, essi non sono con me. 

Coloro che si dicono cristiani, non devono seguire queste strade, non devono assecondare il maligno mediante questi espedienti, non devono cercare il facile guadagno o spingersi a chiedere cose che appartengono al mondo dei morti (A.T.) nel tentativo di conoscere il loro destino, perché chi si rivolge a questi non è cristiano e non rispetta la mia volontà. Pentitevi se avete praticato la negromanzia e se la seguite mediante gruppi che la giustificano allontanatevi subito da essi, chiedete umilmente perdono, confessate i vostri peccati e non commetteteli più.
A chi usa la magia per attirare genti ingenue per tentare di arricchirsi su di loro, se essi non si pentiranno e non torneranno alla fede vera, senza ricadere ancora nello stesso peccato, a questi sarà destinato lo stagno di fuoco e zolfo. Alcuni invece credendo che Io non sappia o non veda, praticano sia la magia che la fede, costoro, non sono in Me, ma fuori di me, non ingannate le genti usando la fede, perché su di voi si abbatterà grande sventura e sarete causa delle perdita di molte anime. Non fingete di stare con Dio, per ottenere vantaggio sugli uomini, essi possono essere ingannati, ma nessuno inganna Me. Anche le magia bianca è magia che non deve essere praticata, perché spesso si fa credere all'uomo che alcune pratiche da essa gestite sono positive ed invece si inganna chi non sa.

Figli pregate per coloro che praticano la magia finché Io, sia magnanimo verso costoro e li tocchi con la mia grazia, che li salvi, affinché mediate la preghiera abbiano da provare vergogna delle loro azioni e si convertano.
Figli vi chiedo di essere forti, il mondo si sta dannando da solo e corre velocemente verso la sua fine, pregate tutti, affinché io possa dare alla mia Santa madre, il potere di liberavi dallo spirito di satana, pregate sempre mia Madre, pregatela con amore con il cuore, consideratela come vostra madre, ponete nel suo cuore il vostro cuore, offritevi sinceramente e donatevi a Me che sono il Santo dei Santi, colui che vive in Eterno. Figli carissimi mie amati, non attendete di essere puri e casti per pregare, non attendete di essere buoni, non attendente di essere perfetti, perché altrimenti non pregherete mai, non mi cercherete mai. Il maligno si fa forte delle vostre incertezze, vi terrà lontano da Me che sono la vostra unica salvezza, il vostro unico bene, IO vi donerò tutto di me come feci, sulla croce, così faccio ogni istante della vostra vita e di quella dei vostri cari fino alla fine dei tempi..

Ed ora vi benedico assieme alla Mamma mia Santissima+

La Vergine Santissima comunica il nuovo atto di dolore.

Padova, 12 settembre 2006


ATTO DI DOLORE

Padre Santo, Dio Onnipotente ed Eterno, io credo, ti amo e ti adoro, ti domando perdono per tutto quello che non ho corrisposto verso di te. Ti chiedo umilmente perdono qui innanzi alla tua S.S. presenza per i mali che ho commesso ai tuoi occhi, contro di Te e contro il prossimo mio. Perdonami Signore mio Dio, Mia luce, Mia speranza, allontana da me ogni macchia di peccato, ogni incertezza, cancella le mie colpe, perché ardentemente voglio amarti con tutto il mio cuore, con tutta la mia anima, con tutta la mia vita, desidero seguire la parola del tuo figlio Gesù e metterla in pratica nella vita quotidiana e così sia. Amen


La S.S. vergine Maria:


Cari figli ogni volta che invocate il Signore vi rivolgete a Lui, vi mettete in comunione con Lui ed egli vi ascolta vi guarda è lì presente nel luogo, ovunque vi trovate, ovunque lo invocate. La sua presenza è manifesta di fronte a voi, Dio è lì che vi ascolta, vi ama e vi esaudisce. Portate con voi questa preghiera penitenziale e recitatela ogni volta che ne sentite il bisogno.



ACQUISTATE IL VOLUMETTO LA GLORIA DI DIO E TROVERETE RIUNITE TUTTE LE  PREGHIERE NELL'ORDINE VOLUTO DALL'IMMACOLATA. 

Gesù spiega la parabola del Fico.

Padova, 5 settembre 2006.


Cari figli


Tutti voi conoscete la parabola del fico?


Ma nessuno ha inteso perché ho agito contro quell'albero.
Voi grandi teologi, che credete di possedere la scienza di Dio, non vi sapete spiegare come mai Io vostro Dio, mi sia comportato così verso una pianta, avete giudicato il mio atteggiamento irrazionale o ne avete data una spiegazione come era il vostro capire.
Ma se in voi, vi fosse lo Spirito Santo, avreste capito che al mio passare per le strade, i paesi e le campagne, ogni pianta ogni animale a me forniva il meglio di se. Quando su quella via incontrai quell'albero egli non si degno di pormi i suoi frutti, per quanto esso non fosse in periodo giusto, come in fatti i miei apostoli vi hanno descritto. La mia potenza si vedeva ovunque, essa mi precedeva e mi seguiva, ogni pianta dava frutto e fiori in qualsiasi stagione, dovunque io mettevo piede lì nasceva qualcosa, lì fuggiva il male. La mia divinità era così manifesta tra gli uomini che non si poteva non vedere. Chiunque mi incontrava aveva timore di me o mi amava sinceramente, così facevano gli animali e le piante.
Dunque! ciò cosa significa che, chi non corrisponde con tutto se stesso verso di Me, non avrà la vita eterna. Non rifiutate al vostro Dio le vostre migliori primizie, quando io vi tocco, quando io vi chiamo, quando io vi amo, rispondete sempre a Me con tutto il vostro amore, date le cose migliori del vostro cuore, del vostro avere. Allora non mi comporterò come feci con quel fico, che non volle corrispondere alla mia Divinità.

Vi benedico assieme alla mamma mia Santissima Regina degli angeli e dei santi .


Significato:


Questo messaggio cosa significa, che tutta la natura è libera nell'agire e nel porsi verso Dio, tutto il creato è libero di decidere da che parte schierarsi, il mondo è libero di corrispondere al suo creatore, com'è libero l’uomo ma non nel libero arbitrio, ma solo di porsi dalla parte giusta. Infatti Gesù quando parla della gramigna che deve essere separata dal grano, non fa riferimento soltanto per quel riguarda la separazione di quel che è bene o è male, ma anche per quel che riguarda, la natura, fa capire che in essa c’è sia la parte buona che cattiva. Se infatti nella natura esistesse solamente il bene o ciò che è buono, tutto sarebbe perfetto, per esempio i terremoti non ci sarebbero, ecc.  

Padova 22 agosto 2006.

Padova 22 agosto 2006.

Sono la Madre di Gesù vengo a voi, in questo giorno a me dedicato col titolo di  Regina degli angeli e dei Santi.

Cari figli del mondo.
Pregate affinché gli angeli vi guidino e vi proteggano sempre, invocateli in nome Mio, chiedete di mantenervi saldi nelle fede e nelle costanza.
Non fate come coloro che gridano di pregare e fanno altro che parlare e parlare di fede, ma sono i primi a non pregare. E' meglio pregare e non parlare, è meglio fare azioni buone di amore, pace, misericordia, altruismo, in umiltà e semplicità, aiutando sia chi non ha, che chi non conosce, secondo le vostre possibilità; piuttosto che parlare e parlare senza poi corrispondere verso Dio una vera fede. Questo mondo è pieno di coloro, che professano una fede che non hanno e che non sanno cosa sia. Rimanete uniti alla chiesa che Mio figlio Gesù che è Dio ha voluto istituire. Questa è l'unica vera chiesa, non v'è né altra sulla terra. Aiutate la chiesa nella preghiera affinché lo Spirito Santo sia sempre nelle menti e nei cuori dei consacrarti nella Trinità dell'unico Dio. Così sosterrete la chiesa in questi difficili tempi e in questo mare burrascoso di questo mondo che va alla deriva. Pregate,  Pregate, non stancatevi nella preghiera, se non pregate, Dio non potrà aiutarvi, questa è la piccola condizione che vi lega a Noi, vi fa diventare figli del Dio Onnipotente, dell'unico e vero Dio, Padre-Figlio-Spirito Santo . La preghiere costante, non saltuaria ha la funzione di mantenere lontano da voi Satana; voi così aiuterete Dio ed egli aiuterà voi donandovi una vita serena e ogni altra cosa a voi necessaria, così accumulerete un tesoro nei cieli, ed un giorno potrete gioire insieme agli angeli e  ai santi.
Ricordate che dovete imparare ad amare anche nella sofferenza, anche lì vi è Mio figlio Gesù.

Vi benedico assieme alle schiere angeliche, andate in pace +


Padova, 21 agosto 2006..... differenze tra Dio e Satana

Padova, 21 agosto 2006

Cari figli sono il vostro Gesù di Nazareth che parla al cuore vostro, all'anima vostra.

Il maligno tutto non conosce, per quanto ,egli sia, in senso di conoscenza immortale come gli angeli, il suo sapere è grandissimo, ma egli non è nemmeno minimamente paragonabile a Me e al Padre Mio.   Il divario in senso di Onnipotenza che c'è tra la Trinità e gli angeli più prossimi a Me, è enorme, per quanto tutti gli angeli siano vicini a Me. Ad ognuno il Padre mio che è in Me, dispose fin dall'inizio di ogni tempo il ruolo, il potere, il sapere e la missione.
Le conoscenze del maligno sono sì vastissime come ogni angelo in paradiso, perchè la conoscenza di ogni angelo è perfetta ed immutabile nel tempo. Ma la conoscenza del futuro che Satana ha, si spinge fino al momento della sua caduta, ciò che è stato stabilito dopo egli non lo conosce.  Egli conosce il futuro negli eventi maggiori, sa quanto è scritto nel libro dell'apocalisse  ed anche questa conoscenza è sommaria e non dettagliata e poche altre cose, ma i piccoli eventi del vostro futuro, non li conosce.
Egli può dire la verità solo sotto mia volontà o sotto costrizione, mediante i nomi santi e le parole del libro sacro. Satana non dice mai la verità di sua volontà, egli è in opposizione totale a Dio, egli fa tutto l'opposto di ciò che Dio è.
Io sono l'Amore perfetto lui è l'odio perfetto, la separazione, la discordia, l'immoralità, ecc;
Io sono la Verità perfetta, lui è la menzogna perfetta.
Io sono Giustizia perfetta; lui è ingiustizia perfetta, iniquità, intolleranza;
Io sono Umiltà perfetta, lui è il ribelle perfetto, l'orgoglioso, il superbo, l'ambizioso, l'arrogante, il presuntuoso,  ecc.
Io sono Perfezione in tutto il creato, lui è distruzione.
Io sono il Bene perfetto, lui è il male perfetto.
Io sono l'Onnipotente, lui non è onnipotente. 
Quindi è imperfetto, incompleto, Io sono la trinità creatrice del tutto, lui non è creatore di nulla, nemmeno di se stesso. Specifico queste cose perché moltissimi uomini credono che Satana sia un Dio, egli non è un Dio, è solo un angelo caduto per sua volontà, che si è opposto Me. Egli non deve essere né onorato, né venerato, chi lo fa non è degno del Mio Amore e se non si convertirà prima della sua ora, sarà precipitato nello stagno di fuoco e zolfo. 

 Figli , pregate, pregate, pregate, non mi stancherò mai di dirvi, che se non pregate, se non amate, se non sarete umili, se non direte sempre la verità, se non sarete giusti, semplici, caritatevoli, misericordiosi, se non sarete casti, puri e candidi, nei vostri pensieri, parole e azioni e se non onorerete Mia Madre, come vostra madre, non avrete lo spirito santo in voi. Opponetevi con tutte le vostre forze all'azione quotidiana del maligno. Consacratevi spesso al cuore Mio, al Padre Mio, allo Spirito Mio, alla madre Mia, come già vi dissi, dandovi quella consacrazione; donatevi in tutto e per tutto a me.
A chi segue le nostre parole e le pone per iscritto per spargerle per il mondo, chiediamo oltre a quello previsto normalmente, anche purezza, candore, castità e semplicità, non solo nei pensieri, nelle parole, ma anche nelle azioni, nella vita quotidiana. A Noi è gradito molto questo atteggiamento, più di ogni altra cosa. Per ricevere in modo perfetto lo Spirito Santo, dovete essere candidi, puri, casti, umili e semplici, se mi darete tutto di voi Io sarò totalmente in voi.
Vi benedico assieme alla mamma Mia Santissima.


La parola Madonna non è gradita da Dio



Padova, 20 agosto 2006 - 00:50

Cari figli sono il vostro Dio, Gesù il cristo, vi porto la mia pace, la mia luce, il mio amore.

Seguite la strada della verità, dell'amore, della giustizia divina; siate onesti, equi, amorevoli, abbiate pazienza verso i vostri fratelli, amici, nemici; spargete sempre la mia parola ovunque, non temete Io sarò sempre con voi, in ogni istante della vostra vita, nella gioia e nella sofferenza, chiamatemi sempre. Pregate per il Papa , per la chiesa, per i peccatori, per l'unione dei fedeli sotto la mia croce, pregate per la pace nel mondo, pregate per le conversioni, aiutatemi. Date forza alla vostre parole buone, amate, amate, amate. Cari figli vi chiedo di non pronunciare più la parola “madonna” a Noi in paradiso non è molto gradita, anche sé, Io guardo al vostro cuore; ma vi prego utilizzate altri appellativi per Mia madre ( Vergine Maria; Madre di Cristo; Sposa dello Spirito Santo; Figlia del Padre; Reggente della S. Trinità; ecc).
Vi supplico figli, evitate di chiamarla così, è una parola, molto utilizzata in tempi remoti del vostro passato. Abbandonate questa parola.
Mia madre è Regina ed è Vostra madre.

Vi amo, fate la Mia volontà, vi benedico assieme alla mia Santa madre Maria.+

martedì 3 settembre 2013

Messaggio : Quanti erano gli angeli in origine prima delle defezione?

Per chi desidera scervellarsi buon calcolo..... ;)


Padova, 21 settembre 2005

La Vergine Santissima:

Caro figlio.

L’Onnipotente l’Eterno, l’Altissimo mi ha consentito di svelarti alcuni segreti sulla gerarchia angelica. La mia permanenza presso il Padre tu già la conosci perché Mio figlio te la rivelò.
Ho condotto a te un angelo affinché ti istruisca ascoltalo.+

Sono servo come te, del Signore Nostro Dio Padre-Figlio-Spirito.
Prima ascoltami bene, ti detterò con calma.
Come tutti gli esseri umani già sanno il Padre-Figlio-Spirito Santo occupa la prima posizione = 3
Sotto di lui ci sono 6 esseri formati anch'essi da 3 esseri = 18, geometricamente formano un esagono, al di sotto ci sono 9 gruppi di principi, ogni gruppo è formato da 16 esseri per un totale di 144 esseri. A causa della defezione dell’essere maledetto essi sono 15, ma il numero 144 è stato preservato, con una sostituzione.
Al di sotto si trovano i 9 cori angelici che in origine erano 12, poi a causa dell’essere maledetto che voi chiamate l’angelo caduto, era un Principe, portò con sé 3 cori angelici. Geometricamente i 12 cori angelici formavano un quadrato (preservato) essi sono coloro che vigilano le mura della Città Celeste, la dimora di Dio, di tutti gli angeli, di tutti gli uomini beati e santificati, non solo dei santi eletti dalla chiesa, ma anche di coloro che in vita hanno meritato la vita eterna dall'inizio dei tempi, secondo la legge di Dio. I nomi che voi conoscete degli angeli ed arcangeli che sono 72, ad ognuno di essi è sottoposta una miriade di altri angeli, con un infinità di altri nomi, ma svelati, secondo il grado e il posto occupato nella gerarchia.

Ricordati che appartiene a tutto ciò anche la Nostra Regina e Madre del nostro Dio .

Complessivamente il numero totale di tutti gli angeli, arcangeli, principi, esseri è questo, (esclusi i beati e santi umani)

I gruppi angelici sono 24 nei quali sono compresi i Principi e i 18 esseri.
Presso Dio vi sono 24 vegliardi.
Presso Dio vi sono molti altri angeli descritti nell'apocalisse e gli esseri viventi presso Dio sono coloro che facendo parte dei cori angelici servono Dio presso di Lui.

Abbiamo che:

posizioni./ unità/

  1. 1 = (3) Trinità


  2. 6 = (18) sei copie da tre.


  3. 9 = (16) (-1) =144


  4. 12 = (9) (-3) Arcangeli( ora 9) prima della defezione di lucifero (12)

5-24             72 = (8) (*)
_______________________________________________________________________


Togliendo alla cifra totale di tutti gli esseri - 1/3 otterrai il numero effettivo dei demoni.




Dunque ti è stato rivelato tutto ciò perché la fine è prossima, solo l’uomo saggio capirà e l’uomo iniquo verrà sterminato.


I numeri qui sopra sono stati determinati subito dopo la defezione di lucifero e prima della creazione dell’umanità. Oltre a questi numeri che esprimono solo la parte angelica o maligna vi sono tutte le anime che hanno meritato l’eternità o la dannazione che ogni giorno vanno ad aggiungersi a questi numeri.




Messaggio, 15 agosto 2006







Messaggio, 15 agosto 2006

Madre di Dio:

Se nel mondo si applicasse più verità, giustizia ed amore, tutto questo male non ci sarebbe, ma l’uomo non è nella Verità, ne nella Giustizia , non pratica il vero Amore.

Mio figlio Gesù che è figlio unigenito del Padre egli è verità, giustizia, e amore, perché il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo sono la medesima persona.

Dio è tutto ciò che esiste ed in esso lo contiene.

Ma quando avvenne la caduta di Lucifero, esso prese in se la parte negativa del tutto. Quindi Dio rappresenta il tutto in senso positivo e lo manifesta, pur conoscendo anche il negativo del tutto. Esso è matrice del tutto, Dio quale creatore del tutto, può limitare i poteri della parte malvagia e diminuirne la sua azione. Ma Satana non tornerà mai più, al suo creatore. Egli ha già rifiutato la salvezza e si è così posto in antitesi al suo creatore, assumendo in se il valore completo negativo ad esso, ed esprimendolo nel suo potere, quindi tutto ciò che è negativo alla verità, alla giustizia, all’amore, è con Satana e non con Dio. La creazione è stata edificata in senso positivo, ed è sostenuta dalla potenza Dio. L’angelo ribelle, ha assunto in se alla massima espressione negativa; l’odio, la menzogna ,iniquità e tutto ciò che è espressione di malvagità.

La guerra e la morte sono espressioni che possono essere intese sia in negativo che in positivo. Dio ha mosso guerra contro gli angeli ribelli solo quando accertò con giustizia e verità, il loro tentativo di prevaricazione, sulla volontà intera già stabilità dagli Dei Onnipotenti. Ma ancora Dio volle praticare la sua misericordia e chiese a Lucifero se era disposto a riconoscere suo Figlio Gesù e sottomettersi a Lui; fu la risposta a generare l’allontanamento, la guerra. La guerra per Satana è sempre fonte di morte e distruzione del bene, di ciò che è manifestazione della divinità di Dio; Satana fa muovere gli uomini arroganti e superbi, mettendo gli uni contro altri. Le sue guerre sono sempre ingiuste, senza ragione, solo per il dominio, per la prevaricazione, per sterminare popoli innocenti, usando la sua enorme astuzia inganna molti, ed altri che pensando di essere con Dio sono in realtà asserviti al male. Fa credere agli uomini, che queste guerre sia Dio a volerle, ma l’uomo non ha discernimento e non ascolta chi ne ha. I potenti della terra, di ogni tempo hanno fatto ciò che era in cuore loro, hanno bramato ricchezze perché Satana ha messo in cuore di conquistare ed annientare i popoli che a lui danno fastidio. Specialmente se c’è da colpire chi segue il Signore. Nel passato il demonio usò anche il popolo Eletto e la Mia chiesa, per muovere guerra, a vari popoli. In nome di Dio, gli esseri umani hanno fatto molto del male, prima di tutto al buon nome di Dio e al suo Verbo. Oggi infatti gli uomini additano Dio quale causa di misfatti che egli non ha compiuto.
Oggi la terra è peggio di Sodoma e Gomorra, cosa dovrebbe fare Dio?
Certamente non vuole mettere mano come fece a suo tempo per queste due città malvagie e piene di odio verso il creatore, dove non v’era verità, giustizia, né amore, li viveva Satana, L’Onnipotente fu costretto a porre mano al suo potere per eliminare dalla faccia della terra delle città che avrebbero col passare del tempo corrotto le genti e il popolo eletto. Satana, ha sempre voluto impedire a Dio, il realizzarsi del suo piano salvifico per tutta l’umanità, e la nascita del mio unico Figlio Gesù, il Cristo.
Dio stabilisce la sua legge su di voi solo perché voi, come molti altri popoli, siete suoi figli, se non foste suoi figli, egli non vi chiederebbe il rispetto delle sue leggi, ne vi seguirebbe. Ma Egli è il creatore e non esiste altro Dio fuori di Lui.
Oggi l’Eterno, non agisce di persona, perché lascia che sia l’uomo a far da sé, sarà infatti l’uomo con le sue bramosie seguendo il diavolo, a farsi guerra a distruggersi ed annientarsi, solo alla fine per risistemare tutto Dio interverrà, allora porrà fine al figlio di Satana e a tutti coloro che avranno continuato sulla strada del peccato, in opposizione a Mio figlio Gesù. Per questo cari figli del mondo vi richiamo alla conversione, alla preghiera, alla fedeltà a Dio. Per questo che desidero che tutti i popoli delle terra conoscano il vero Dio e abbandonino le divinità che non odono, non parlano, non hanno alcun potere. Ma la fede di Cristo è tale perché non fa prevaricazione agli altri ma attende che ognuno secondo il disegno di Dio si avvicini a lui. In ciò sta la fede e la costanza e la vita eterna. Dio non opprime nessuno, non obbliga nessuno a seguirlo, vi inviterà sempre ad abbracciare la sua legge, ma vi rispetterà sempre, nelle vostre decisioni, pur sapendo con amarezza che se non vi convertirete nessuno potrà salvarvi.
Pregate figli, perché i tempi si avvicinano, pregate, affinché il Signore vi dia tempo per salvarvi. Vi benedico figli, nel nome del Mio Gesù.


Nota : IL pensiero e la sacra scrittura

3 Settembre 2013. 

E' un titolo un po strano, ma l'ho voluto così per una ragione, cercherò di essere breve e scrivere in poche frasi il mio pensiero.

Ora, se prendiamo un bambino e gli insegniamo una poesia questo la ricorderà bene, fintanto che viene continuamente sollecitata la sua memoria da questa poesia, ma se il bambino dovesse dimenticare qualcosa della poesia, esso cercherà nella sua mente un ricordo che posso aiutarlo a ricostruire quella parola o frase mancante, la mente naturalmente è una gigantesca banca dati che registra tutto il vissuto di un soggetto e delle realtà in cui vive, se quel bambino non riuscirà a ricostruire esattamente le parole precise della poesia, la mente dello stesso elaborerà un senso piacevole e consecutivo alla poesia, ricreando la sonorità della stessa. 
Cosa voglio dire con questo.

La Bibbia è uno dei libri più antichi della tradizione religiosa, inizialmente come tutti sappiamo era tramandata oralmente, ma essa non è solo il libro Sacro per eccellenza è anche il libro storico per eccellenza del popolo Ebraico.  

Però dato che esso inizialmente per lunga parte delle sua storia, fu un testo orale, il ricordo era affidato a buona parte del popolo ebraico specialmente ai sacerdoti e con l'andare del tempo dei secoli si arricchiva di storie e narrazioni oltre che è strettamente intriso della presenza e parola di Dio. Ma come tutti i libri orali, il ricordo era affidato  non un robot, ma ad un essere umano, il quale poteva anche senza volerlo aggiungere e modellare tale testo, abbellendolo con parole non precisamente coerenti con il primo testo originale, con questo non so dicendo che la Bibbia sia un testo non vero, anzi lo considero assolutamente autentico, ma sto dicendo che la traduzione senza volerlo aggiunse inevitabilmente parti che non erano state mai dette prima, anche poco e piccole parole possono cambiare il senso del testo finale. Naturalmente per fortuna che la presenza di Dio, ha in qualche modo evitato un eccessivo cambiamento del testo stesso. Però in ciò Gesù fa notare quando accusa i sacerdoti di manipolazione che il testo era stato modificato a loro uso e consumo. Infatti Gesù non viene per creare una nuova fede, ma semplicemente per migliorare e risistemare spiegare meglio alcuni passaggi che i profeti non avevano inteso.Gesù è e rimane fondamentalmente un ebreo, quindi noi cristiani preghiamo un ebreo non un cristiano.Considerando che Gesù è Dio e non solo figlio di Dio, egli è sia l'uno che l'altro, noi cristiani che abbiamo voluto di proposito creare una fede diversa e staccata dal popolo ebraico, siamo in sostanza sia cristiani che ebrei, perché adottiamo sia il N.T che il A.T. Se avessimo adottato solo il N.T allora saremo realmente solo Cristiani, ma così, non è! Perché Giustamente Gesù ha portato a compimento la legge antica dei padri, specialmente di Suo Padre Dio. Oltretutto se crediamo nella figura di un Dio Padre, che era il Dio creatore degli ebrei in origine, noi crediamo e siamo per forza di cose anche ebrei. Non abbiamo i loro riti, perché Gesù con la sua legge li ha eliminati, in un certo qual modo, però rimane il fatto che tecnicamente siamo simili a loro. Primo perché Gesù è figlio del Dio degli Ebrei e questo è il dato di fatto più importante in assoluto! 

By Boanerges.

Interessante Omelia di Benedetto XVI.


Sono rimasto colpito dall'omelia di Ratzinger BXVI del 2.09.2013, specie per taluni rifermenti interessanti e di duplice interpretazione.

Personalmente non mi trovo hai primi posti, anzi il contrario, sono nessuno e nulla valgo. Ho più certezza che esiste Dio di quanto esisto io...  Sono con il Signore come egli mi vuole, faccio la sua volontà e non la mia, ma senza personalismi, senza mostrami, senza ergermi, magari fossi ai primi posti, ma preferisco rimanere in fondo la ruota di scorta, ahimè non siedo in alto, ma sto nella polvere. Temo solo la potenza di Dio. Gli uomini per me non sono nulla innanzi a Dio e nessuno su questa terra è Dio. Siamo tutti servitori di Dio, se facciamo la sua volontà! E' logico egli è Dio, non è sceso per farsi servire, perché Egli è il tutto e nulla Egli ha bisogno, solo del nostro amore! La grandezza di Dio abita solo in Lui, Egli la elargisce solo a chi Egli vuole. Sono d'accordissimo sul concetto da Lei espresso in relazione alla dedizione per gli altri, anch'io l'ho sempre messa al primo posto, in maniera naturale, in punta di piedi, senza meriti, senza nulla in cambio, così mia madre mi ha insegnato! 

Per il resto non temo il pericolo, perché ogni volta che satana mi ha teso un tranello, anche mediante l'uomo, avevo la Madre di Dio a proteggermi e sempre così sarà, con qualsiasi sistema vengo avvertito, anche per cose da poco, sono uscito da decine di incidenti illeso.. L'ultimo che ho fatto non per colpa mia, mi sono sentito come se fossi stato colpevole. Sa cosa ho fatto? invece di andare all'ospedale subito, sono andato in chiesa subito a pregare di fronte al Santissimo e alla Madre di Dio, a chiedere la grazia non per me, ma per la persona che mi era venuta addosso, che rischiava molto, poi sono andato da questa persona, e gli ho detto, guardi sono stato al santuario e ho pregato per lei, sono sicuro che sarò esaudito e così è stato, io non ho rischiato nulla e la cosa si è chiusa, come si era aperta. Perché quando si chiede con fede si ottiene,  la gente si aspetta da chi si pensa aver qualcosa, il miracolo, ahimè non funziona così, la gente deve dimostrare a Dio di credere fermamente in Lui senza alcun dubbio, cioè avere la stessa fede che aveva l'emorroissa o il centurione  

Giammai, mi sognerei di far nulla di male contro nessuno! lo preciso perché spesso la gente pensa quello che gli pare...anzi c'è il concreto rischio che siano gli altri a farmene a me

Preciso, sono a favore e con della chiesa di Cristo e l'ho sempre sostenuta e difesa, contro coloro che si pongono contro Cristo. Ma non sono contro gli esseri umani! Lascio a tutti la libertà di fare della loro vita quello che vogliono, di seguire chi vogliono o avere le idee che vogliono, non sono certo io a stabilire chi è utile e chi non lo è, anche satana è utile. Quindi chi sono io per decidere diversamente, per qualsiasi essere umano, nessuno! Lasciamo che Dio ci conduca dove Egli vuole e lasciamo che Dio faccia la sua volontà, tanto Egli fa lo stesso la sua volontà, anche a dispetto di una chiesa che si oppone e che pensa di gestire questo mondo come ella crede.  Invece è sempre Cristo che la porta dove vuole.  

by Boanerges

lunedì 2 settembre 2013

Qualche altro dettaglio del sottoscritto....curiosità

Alcuni aspetti di me, che possono aiutare a comprendere il personaggio Boanerges,
preciso che il mio intento non è quello di vantarmi, anzi è solo quello di far conoscere almeno un pochino la persona che si cela dietro a questi messaggi e a questi testi.

Prima di tutto, voglio sottolineare che i testi qui scritti sono frutto da una parte di reali apparizioni, (che poi non sia creduto non è un problema mia, caso mai chi mi contesta dovrebbe provare che essi sono frutto della mente e vi è solo un modo per saperlo, con assoluta sicurezza; o si chiede ad uno stigmatizzato oppure si chiede ad un indemoniato.) Dall'altra della mia personale conoscenza e parlo nello specifico delle note e non sono tratti da alcun testo di nessun soggetto, perché io non amo perdere tempo a leggere altri discorsi che non mi interessano.

Quello che qui scrivo sono cose reali e non inventate.... non come qualcuno mi ha accusato di essere presuntuoso ....

Voglio far capire quanto io sia spontaneo in quello che faccio, sia negli scritti che nella mia vita comune, solo per far capire, visto che taluni soggetti, mi sono venuti a dire che sono arrogante e presuntuoso solo per il fatto che ho dato un piccola descrizione della mia vita, naturalmente non avendo io chi può scrivere di me, ovvio, ho fatto da solo. Chi mi conosce nelle realtà, vi dirà che sono una persona molto modesta, e non lo dico per vantarmi o per far credere quello che non è, non c'è alcun vantaggio nel dire queste cose, non ci guadagno nulla, in nessun modo per cui, anzi potrebbe essere addirittura uno svantaggio. Una cosa che mia madre mi ha sempre insegnato dire sempre la verità e con questo pensiero sono sempre cresciuto, io mi arrabbio molto con chi è falso, e disonesto, sarei capace anche di sollevare da terra il papa, con le sole parole quanto mi arrabbio, per dire che non temo nessuno, neppure satana. Solo Dio si teme. Quindi quando io scrivo certe cose, non le scrivo per un vanto, assolutamente, ma le scrivo perché è la verità e non vedo che motivo ci sia per dire che un soggetto è presuntuoso. Lo dico chiaramente tutti nella realtà, mi considerano un genio, perché non sanno la provenienza della mia intelligenza e logicamente non dico nulla, proprio per non vantarmi. Si sa che quando i genitori insegnano ai figli la loro educazione, questi, rispecchiano i genitori cercando addirittura di fare meglio di loro, cioè di superarli, è una cosa naturale e estintiva, io come gli altri ho fatto, solo che il mio imprinting di figlio era molto ferreo, rigido, mi madre è stata peggio di un padre per certi versi, molto buona, ma severa, ma non sgarrava di un millesimo, quello che dava a me, lo dava anche a mia sorella, non vi erano differenza alcuna. Forse come tutte le madri, perché istintivo da parte della donna, avere più senso materno verso il figlio maschio, che la femmina. E anche mia madre in ciò, non era diversa per quanto facesse il possibile per considerarci entrambi uguali. Stavo dicendo che quando ero piccolo, avevo la mania di smentire le persone specie se sapevo che quello che stavano dicendo non era la verità, mi veniva di getto ed era per me irrefrenabile, ancora oggi se non sto attento ho la stessa mani che alle volte può creare grossi imbarazzi, e anche ritorsioni non da poco. Alle volte sono un precipitoso. Siccome sono un acuto osservatore e non mi sfugge nulla, proprio nulla; avrò avuto circa 5 anni, e siamo andati al mare, mi metto ad osservare una signora poco lontana da noi, e noto che aveva dei bei denti bianchi molto perfetti, sono rimasto un po a pensare ed osservando come masticava mi sono reso conto che era un protesi, non dissi nulla,(una cosa che non sapete, all'età di tre anni sapevo leggere le radiografie e conoscevo tutto il corpo umano) se non che, si avvicina un venditore di cocco, a quel tempo non vi erano molti ragazzi di colore, per cui uno ogni tanto, passa questo gridando “coccooo coccooo “ e guardo questo ragazzo che ha dei bei denti bianchissimi, che poi con il colore della carnagione scura sembravano ancora più bianchi. Si avvicina a questa signora, io nel frattempo mi ero avvicinato con la mamma per prendere del cocco, e il ragazzo dice alla signora, prenda è buono, e lei dice noo non posso faccio fatica masticare, …. mi viene da ridere ancora adesso ogni volta che mia mamma me lo ricorda.... e io con un candore unico....esclamo: “la signora poverina ha la dentiera non può masticare, e poi aggiunto se vuole le mastico io e poi glielo do”.....ahahah la signora è diventa bianca..... e mia mamma non sapeva se ridere o cosa fare, si è scusata, poi la signora per fortuna che era un tipo non permaloso è finita lì. Questo per farvi capire che ancora oggi , faccio di queste gaf. Solo che sono adulto e cerco di non farle, ma alle volte proprio non sono capace di tace ed è più forte di me, infatti a causa di questo difetto di eccessiva sincerità, ho perso molti lavori, e a causa di questo “difetto” ho smascherato parecchi truffatori, non sono tipo molto morbido e anche fasi veggenti, che non pensiate, quando mi metto sono peggio di un segugio.. per questo che scrivo di me in questo modo non per vantarmi che non mi interessa assolutamente, anche perché sono anonimo mi conoscono 4 gatti di numero, per cui il resto del mondo non sa neppure che faccia io abbia. Che meriti me ne vengono? Nessuno! Anzi solo svantaggi! Non c'è motivo di celare la verità su di me, visto che non sono un personaggio noto, ne che voglio esserlo, quindi io posso dire quello che voglio, potreste incontrarmi ma non sapere chi sono e io non ve lo direi! Potrei essere anche la persona che avete vicino a casa o che conoscete al mare o in qualsiasi altro posto, quindi anche se dico la verità su di me, se mi descrivo, se dico il mio carattere le cose belle o cattive di me, non cambia nulla perché in realtà parlate con nessuno, non  esisto, ma al tempo stesso non voglio essere visibile. E chi si permette di venirmi a cercare si aspetti di prendere un denuncia, perché sono capace di farlo! Il mio modo di ragionare è estremante differente da tutto il resto della società umana, solo propensa a fregare il prossimo in tutti i modi. ;) solo in questo contenitore io parlo di me, ma nella realtà sono più muto di un pesce. Parlo di tutto il resto ma non dico una sola parola di quello che sono... non perché tema qualcosa, no no! Solo che non trovo ragione per dovermi esporre con discorsi su me stesso, che non portano a nulla, oltretutto sono tipo che non spreca parola inutilmente... tutti coloro che mi conosco, nella contingenza di ogni giorno sono spesso persone di ogni genere e alcune volte gente che ha bisogno di aiuto, ma qualsiasi persona, non solo poveri o indigenti o malati, ma anche gente ricca, che però spiritualmente non ha nulla e spesso sono molto vuoti e molto soli. Faccio un esempio , ho conosciuto per motivi lavorativi tre anni fa un ingegnere meccanico, molto simpatico, che parlando del più e del meno, senza addentrarmi in discorsi spirituali, perché avevano notato che aveva un certa irritabilità, per cui evitai di parlagliene, ma aveva altri problemi con la famiglia ecc, dopo aver affrontato questi e gli sono stato di grande aiuto a detta sua, ci siamo addentrati in discorsi più leggeri che erano mirati all'arte, scopro che non conosce nemmeno il senso artistico, ero un po perplesso e mi dicevo” come mai un ingegnere con tutto quello che ha studiato, non apprezza l'arte, mah strano”, allora cosa ho fatto, gli ho insegnato come si leggono i colori sugli oggetti, per molti quello che sto dicendo è un vero tabù, è si perché neppure gli artisti sanno questo, tanto per essere precisi, così in 6 mesi di mail, gli ho insegnato, descritto e fatto fare esercizi, finché ha imparato tutto a gratis, perchè faccio sempre così con tutti e non facico distinzione di classe sociale. Per quello che sono riuscito ad insegnargli nello specifico oggi mi ringrazia, perché ha capito che ama l'arte, ed infatti, dopo un certo periodo di tempo è emerso il suo carattere, reale non quello che si era costruito artificioso, di un persona che per quanto laureata ma è un semplice quasi infantile, infatti non apprezza quadri tipo Caravaggio o altri simili, ma solo quelli di kandisky , però a confronto di prima era già qualcosa. Ma il mio insegnamento non era volto solo ad insegnare e sensibilizzare la persona ad apprezzare l'arte e la natura, ma sopratutto il mio scopo era diverso, si perché dovete sapere che mi prefiggo sempre uno scopo quando parlo con qualsisia persona, ho una grande abilità nel portare le persone dove voglio, e il mio scopo è solo uno, far si che la persona ami Dio esi converta se non lo è già. Quindi tutto quello che faccio a solo un obbiettivo. E quello che ho fatto per questo ingegnere era volto a questo scopo, ho speso tempo, soldi, per ottenere da più cose, una sola cosa e ci sono riuscito. Non sempre però trovi la persona che ti ascolta molto, spesso sono anche ingrati e alle volte contrari, ma io rispetto tutti, perché dico sarà poi Dio a dare ad ognuno quello che è giusto.


Se volete pensare che sia matto, fate come vi pare, a me non interessa neppure essere creduto, perché non sono io l'obbiettivo finale, ma Dio. Io non ho meriti di nulla, amo Dio, ho poco e mi accontento di poco, il Signore mi fa trovare quello che è giusto, e se non mi da, pazienza. Sono un tipo che si accontenta di molto poco. Però sono molto pratico e non mi perdo in cavolate.




L'onesta prima di tutto, nei profeti


ACQUISTATE IL VOLUMETTO LA GLORIA DI DIO E TROVERETE RIUNITE TUTTE LE  PREGHIERE NELL'ORDINE VOLUTO DALL'IMMACOLATA. 

RICORDO UNA COSA APPROPRIARSI DEI TESTI DEGLI ALTRI è PECCATO GRAVE E RIENTRA NEL PECCATO N ON RUBARE....


Nota interessante, consiglio di leggerla.

Questa notte ho parlato a lungo con la Nostra cara Mamma Santissima e con Gesù.

Su tante cose, poi ho deciso di non scrivere non mettere a disposizione nulla di quello che mi hanno detto, però da questo discorso ho deciso di scrivere di mio pugno alcune cose, che tra l'altro ne avevo già parlato con altre persone sia qui su internet che nella realtà.

Capisco che questi miei messaggi sono duri, difficili, e spesso anche un po preoccupanti, ma se essi fossero frutto mio, non conterebbero nulla, e non farei neppure tutto questo chiasso per scrivere queste cose, non mi interessa se fossero opera mia, anche perché sarebbe una grande perdita di tempo, un costo di cui non ne traggo nessun vantaggio, anzi a dir la verità solo ed unicamente svantaggi e nemici!. Si perché cmq sia, bene o male le autorità sanno chi sono, me ne sono già accorto! e pure altri soggetti che volendo sapere scoprono. Per cui andarmi a creare problemi più di quanti non ne abbia già è semplicemente da pazzi, e dato che non sono un pazzo, pubblico perché veramente sono cose che ricevo, nessuno è costretto a credermi. Per 30 anni sono rimasto sconosciuto, avevo pubblicato dal 2003 in poi una parte dei miei messaggi su forum sparsi nelle rete, avevo detto tante cose di cui conosco, a molta gente, ma senza detenerne una paternità, e senza costringere nessuno a ringraziarmi per le cose che mettevo a conoscenza, anzi tutti coloro che hanno sempre beneficiato poi si sono dimostrati dei furbi e hanno sfruttato la mia conoscenza per farla loro. Per cui da qui si vede la disonesta della gente che è grande. Ma quello che ora voglio parlarvi è più importante di tutto ciò. Posso capire che questi messaggi siano duri, difficili e spesso rompi balle, perché ci mettono difronte ad una realtà, difficile e che spesso noi non accettiamo, anche per me è difficile accettare certe cose, ma sono abituato e mi affido totalmente a Dio, so che egli mi aiuterà sempre e sempre in qualche modo mi sosterrà anche nelle più difficile prove. Il problema siete voi signori che avete paura della verità cruda, della vita, perché dite, già soffriamo abbastanza viene questo a turbarci, ma nessuno vi vuole turbare, però il Signore parla, perché, vi ama, perché vuole solo evitare al mondo situazioni peggiori, e alle volte condanna e anche minaccia, lo deve fare se vuole ottenere qualcosa da noi. Dato che spesso neppure gli crediamo, si perché se non si crede a colui che riceve il messaggio, tanto meno non si crede al Signore che lo dà. Ora tra coloro che portano questa parola al mondo ci sono anche i mistificatori, coloro che dicono del loro e lo fanno passare per parola di Dio. Di costoro ce ne sono due tipi, i mistificatori veggenti, e mistificatori falsi veggenti, perché faccio questa distinzione?,
I mistificatori veggenti:

Perché purtroppo anche tra coloro che ricevono messaggi realmente non si attua la totale onestà, quando si scrive un documento, testo o altro, che non sia parola di Dio. .I veggenti, alle volte vogliono scrivere dei pensieri di testa loro, senza consultare il Signore e senza la volontà Sua, nemmeno mediante ispirazione(A) ma non hanno la buona fede e neppure l'umiltà di dire aspetta che scrivo sono parole mie, e che questo testo non parola di Dio, questo atteggiamento da parte di chi riceve veramente la parola di Dio, non è onesto, e quindi essi diventano mistificatori di una verità non vera. Cosa accade che quando il profeta, veggente, santo, apostolo, dovesse morire, tutti i suoi testi, se non vi è distinzione, tra un documento e l'altro, tutto viene preso come parola di Dio, perchè nessuno sa distinguere, quando molto spesso, la parola di Dio è in numero e quantità sempre inferiore a quella scritta di pugno dall'individuo umano. Quindi anche in ciò, c'è una mistificazione, se pur giustificabile da ignoranza, ma quando vi è la presenza dello Spirito Santo in modo perfetto anche nella conoscenza dell'insieme delle cose, esso ti obbliga ad essere in un certo modo, e ti costituisce il tuo essere in un certo modo. Rendendoti cosciente perfetto dei peccati e delle mancanze di cui puoi cadere vittima tuo malgrado. Quando invece lo Spirito Santo non alberga sempre in un essere umano accade che la conoscenza è imperfetta, e quindi esso può sbagliare. Nel caso opposto abbiamo falsi veggenti mistificatori, i quali sanno bene che ciò che scrivono non proviene da Dio, ma sono i più creduti, perché sanno che non devono rompere le scatole, con eccessivi rimproveri, altrimenti diventano insopportabili e fastidiosi anche agli stessi cristiani. Oltretutto i loro messaggi sono sempre molto modesti, calmi, pacifici, gentili e edulcorati, mai realistici, non ci sono rimproveri, non ci sono parole che sconvolgono, non ci sono parole che irritano, stanno molto attenti a non colpire i potenti della terra, o la chiesa stessa, ecc ma tutto questo modo di fare è palesemente falso, perché Dio che vede tutto, sa tutto, e non è possibile che taccia sull'operato disonesto della società umana o della sua chiesa. Dio è un dio che parla, non che tace, non rimprovera per nulla, non richiama a vanvera, ma è un Dio che preferisce il saggio e il duro richiamo alle parole gentili; lo stesso Vangelo, non è portatore di un messaggio molto morbido, se guardiamo bene, il messaggio che porta è spesso un richiamo, alle volte un rimprovero, non è affatto un modo di porsi leggero, simpatico, salvo alcune parti, ma il più del testo, molti di noi non lo digeriscono, perché non sono concordi con il pensiero che si cela dentro ad esso. Invece il vero apostolo di Cristo è colui che fa la parte della serie del Battista e dell'Evangelista, il primo criticava i potenti e arringava le folle anche con una certa veemenza, lo stesso Gesù, non era affatto morbido, nei confronti di certi soggetti, appartenenti alle caste più elevate, anzi per certi versi aveva le medesime caratteristiche del Battista; ce lo dimostra lo sconvolgimento che fa al tempio, quando si adira, con i sacerdoti e contro i mercanti. Ma le sue stesse parole nei confronti del popolo anche quando insegna fa capire che egli esigeva rispetto della legge in maniera perfetta. Ora i falsi veggenti mistificatori, fanno presto ad essere creduti, persino dalla stessa chiesa, che non vede di buon occhio il vero apostolo di Cristo o il vero profeta, per ci tacitarlo è ammutolirlo viene facile, se è un consacrato lo mettono in clausura“galera”, per cui deve tace per forza di cose, se non fa quello che dicono, viene scomunicato o sbattuto fuori dalla chiesa stessa, non vanno tanto giù per il sottile; mentre il soggetto esterno o gli viene imposto con la forza in un modo o nell'altro, anche usando le autorità competenti dello nazione in cui abita, oppure gli si fa paura con la scomunica. Perché già Cristo ha posto delle basi ferree molto difficili da attuare nella vita di ogni giorno, figuriamoci pensare di trovare un soggetto che in qualche modo ha delle caratteristiche simili, vanno tutti fuori di testa ed è inaccettabile specialmente per la chiesa. L'ingresso di un soggetto che ha simili pretese, diventa molto discutibile, per molti irritante, e sicuramente molesto, per cui anche la chiesa preferisce vedere bene un falso veggente mistificatore piuttosto che un vero veggente, con eccezioni. Per cui c'è un adagiarsi, e un non voler sentire o vedere la verità. Ora abbiamo che non sempre un vero profeta, apostolo, “santo” è sempre in grazia di Dio, questo è un pensare comune errato, come tutti gli esseri umani, abbiamo bisogno di una vita privata, che ci costringe nostro malgrado, ad essere persone fragili sotto molti aspetti, e questo ci rende passibili degli attacchi di satana, tutti siamo costantemente attacchi, per cui viene indebolito il nostro stato perfetto, che ci permette di essere sempre perfettamente costanti nello Spirito Santo, considerando che lo Spirito Santo è un entità di una perfezione assoluta per cui abita solo ed unicamente negli umani, tutti, solo in alcuni momenti e in uno stato quasi di perfezione, dico quasi, perché per noi esseri umani, essere perfetti è impossibile per chiunque, dal bambino che ha una perfezione in se maggiore di un adulto, fino all'adulto. Quando gli apostoli, di Gesù scrissero, i vangeli essi lo fecero per ricordo di quello che Gesù era e aveva detto, certamente erano assistiti dallo Spirito Santo, ma nessuno ha mai fatto caso, del perché Gesù avesse avuto bisogno di avere 12 apostoli, ma il motivo è semplice, primo il numero 12 è un numero sacro per Dio, perché riconduce alla trinità. Poi esso richiama le 12 tribù d'Israele, e per finire aveva bisogno di 12 testimoni, per un duplice scopo, primo perché ognuno di essi doveva fondare un chiesa sulla terra, 12 chiesa esattamente identiche tra di loro, poi 12 soggetti che avrebbero ricordato e scritto ognuno di loro una parte della sua parola, quindi mettendo assieme tutti gli scritti dei 12 apostoli, si sarebbe ottenuto un vangelo più completo di quello dei 4 evangelisti. Ma aldilà di questa parentesi, il discorso è questo neppure gli apostoli che pur erano stati, a diretto contatto con Gesù, erano perfetti, anche loro avevano la loro vita” privata” anche se molto immersa nella parola di Gesù, ma anche loro erano creature umane, con i loro difetti e con i loro pregi caratteriali e anche peccati, che non pensiamo che non fossero peccatori pure loro, diciamo che una volta che il Signore ti ha istradato, il peccato si fa più lontano, per quanto, sia è sempre un problema non da poco. Ma anche loro, quando non erano perfettamente il linea con lo Spirito Santo esso non abitava in loro, così come accade, a qualsiasi altro essere umano su questa terra, ad eccezion fatta di Gesù e sua Madre. Perché le distinzioni è bene ed è giusto farle, sopratutto e visto che gli Apostoli non sono Dio. Quando essi scrivevano non avevo la buona intelligenza di dire questo scritto è su ispirazione e questo non lo è, scrivevano tutto, come se tutto fosse da ispirazione, cosa che alle volte non era. Quindi come facciamo noi a sapere con assoluta precisione quali sono le parole esatte di Nostro signore, se nessuno ha mai avuto l'intelligenza e l'umiltà di dire questo viene da me e questo viene da Dio. Gesù lo dice io sono venuto per separare; non solo separare il male dal bene, ma anche la verità dall'inganno come pure la volontà di Dio da quella umana. Molti scritti degli apostoli, aldilà dei vangeli, sono lettere che loro inviavano ad altri fratelli e amici, che non è affatto vero che ci fosse sempre lo Spirito santo ad assisterli, e quindi nessuno di noi sa, se erano pensieri loro, oppure pensieri dettati da Dio o ispirati da esso. Quali sistemi abbiamo per stabilire con assoluta sicurezza se e cosa viene da Dio? Ci sono i sistemi, per esempio mediante gli stigmatizzati, oppure con un sistema un po meno ortodosso ma di elevata sicurezza, utilizzando un vero posseduto(non isterico) obbligando i demoni a parlare. Almeno per la chiesa e per chi crede possono essere attuati, anche con relativa facilità, solo che, alle volte si preferisce non investigare, perché significherebbe mettere a nudo delle verità che sono e devono essere e rimanere immutabili; ora, non sto dicendo che la parola degli apostoli sia falsa, sto solo facendo un discorso, per far capire che non tutto quello che un essere umano scrive è dettato da Dio e molto spesso c'è del nostro dentro a questi discorsi. Per esempio, io non ho mai voluto leggere messaggi profezie di qualsiasi altro soggetto, che fosse un santo o un veggente di qualsiasi tempo, specie quando ero giovane che è l'età in cui la mente ricorda meglio, ma non per non sapere o per curiosità, ma semplicemente perché la nostra mente è un registratore, anche se dimentichiamo nel momento quello che abbiamo letto, ma il nostro subconscio, ricorda tutto perfettamente, per cui può richiamare alla mente senza neppure rendersene conto, questi contenuti e credere si sentire qualcuno che gli dice certe cose, mentre invece è il subconscio che parla alla mente cosciente, per cui, anche un soggetto che riceve veramente il messaggio da Dio, bisogna fare attenzione perché spesso se il messaggio non è dettato direttamente da Dio, il soggetto “veggente” può in un secondo momento, non ricordare più, esattamente le parole dette, ma bensì ricorderà il discorso ma con delle aggiunte “sensibili” di materiale proveniente da esso, questo materiale in sovrappiù spesso modifica radicalmente il messaggio che prende tutt'altro significato, per cui il profeta, veggente, apostolo, deve scriverlo nell'immediatezza, che lo riceve e subito farlo pubblico, altrimenti si può pensare ad un involontaria o volontaria manipolazione, per questo io non ho mai voluto conoscere scritti altri soggetti “veggenti o santi” per non riempire la mia mente di queste informazioni, in modo da non esserne suggestionato, in nessun modo. Fu Gesù a dirmi di fare così, per evitare proprio questo discorso. L'unico testo che ho letto è A.N.T. . - E ancora oggi, non leggo e non mi interesso di nulla di ciò che altri soggetti possono aver scritto o detto, al massimo conosco la vita dei santi, ma non leggo mai i loro scritti anche autentici. A meno che non ne sia costretto per altre ragioni, oppure la gente mi porta all'attenzione un messaggio di un soggetto per chiedermi cosa ne penso. Anche perché fu Dio Padre a dirmi che non avevo bisogno di null'altro, perché Lui mi avrebbe dato tutto quello che necessitavo, anche di più degli altri. Sotto il profilo della conoscenza degli scritti di tutti i santi io sono molto ignorante, ma non ne faccio certo un dramma, anzi sono tranquillo e non me ne preoccupo minimamente. Tanto la conoscenza che ho è tutto frutto di Dio, quindi cosa può interessare a me, conoscerei pensieri di Tizio Caio e Sempronio, proprio a nulla.